Giovedì 28 Gennaio 2021 | 06:52

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Il caso
Bari, omicidio Perez: ridotta condanna al padre dell'assassina

Bari, omicidio Perez: ridotta condanna al padre dell'assassina

 
Il caso
Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

 
Il virus
Covid 19, spenti 2 focolai a Ruvo, il sindaco: «Capitolo doloroso»

Covid 19, spenti 2 focolai a Ruvo, il sindaco: «Capitolo doloroso»

 
L'evento
Giornata della Memoria, Frediano Sessi domani sarà ospite del Comune di Giovinazzo

Giornata della Memoria, Frediano Sessi domani sarà ospite del Comune di Giovinazzo

 
L'iniziativa
Bari, dai biscotti al tiramisù: un laboratorio di pasticceria per 40 ragazzi del Redentore

Bari, dai biscotti al tiramisù: un laboratorio di pasticceria per 40 ragazzi del Redentore

 
Lotta al virus
Covid 19, i vaccini in arrivo in Puglia: scortati dalla Polizia

Covid 19, i vaccini in arrivo in Puglia: scortati dalla Polizia

 
Il documento
Reati fiscali in Puglia, arriva il protocollo d'intesa tra Procura Bari, Gdf e Agenzia entrate

Reati fiscali in Puglia, arriva il protocollo d'intesa tra Procura Bari, Gdf e Agenzia entrate

 
Il caso
Bari, bimbo morto asfissiato, il Garante: «Il cell non può sostituire i genitori». La psicologa: «Responsabilizzare gli adulti

Bari, bimbo morto asfissiato, il Garante: «Il cell non può sostituire i genitori». La psicologa: «Responsabilizzare gli adulti»

 
Il caso
Bitritto, tragedia sfiorata: crolla controsoffitto all’ingresso dell’ufficio postale

Bitritto, tragedia sfiorata: crolla controsoffitto all’ingresso dell’ufficio postale

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

prima udienza

Bari, caso Bellomo, la difesa dell'ex giudice: «Via il processo da Bari»

I legali di Francesco Bellomo hanno sollevato l'incompetenza territoriale del tribunale barese e la «fumosità» delle accuse

Bari, dress code alle corsiste: torna libero ex giudice

BARI  - Incompetenza territoriale del Tribunale di Bari e «fumosità» delle accuse: sono le due eccezioni preliminari sollevate dai difensori di Francesco Bellomo nella prima udienza del processo nel quale l’ex giudice del Consiglio di Stato risponde di stalking e violenza privata. I fatti contestati dalla Procura di Bari sarebbero stati commessi nei confronti di quattro borsiste che frequentavano la sua scuola di formazione per la preparazione al concorso in magistratura «Diritto e Scienza», alle quali Bellomo avrebbe imposto dress code, prove di addestramento arrivando a controllarne i profili facebook.

Nel processo è imputato per concorso negli stessi reati l’ex pm di Rovigo Davide Nalin. Entrambi gli imputati erano presenti in aula. Nessuna delle quattro donne si è costituita parte civile. Il giudice monocratico Mario Matromatteo si è riservato di decidere e ha rinviato il processo al primo febbraio 2021.

I legali di Bellomo, gli avvocati Beniamino Migliucci e Gianluca D’Oria, ritengono che «pacificamente gli atti dimostrano che, ove mai, cosa che il dottor Bellomo nega, si fossero verificati eventi di danno, questi non si sarebbero verificati di certo a Bari, perché le presunte persone offese stavano nelle rispettive residenze, a Bergamo e a Palermo». Per gli avvocati, quindi, la competenza territoriale è di questi due Fori, e non di Bari. I legali hanno poi sollevato una questione sulla nullità del decreto che dispone il giudizio «perché dalla imputazione non si comprende in cosa si sarebbero concretizzati questi eventi di danno, ansia, paura, cambiamento delle proprie abitudini. Nell’imputazione non c'è nulla del genere ed è invece un diritto dell’imputati saperlo per potersi difendere compiutamente». 

«PROCESSO MEDIATICO» - «C'è stato un procedimento mediatico assoluto in chiave colpevolista» contro l’ex giudice del Consiglio di Stato Francesco Bellomo. Ne è convinto uno dei suoi legali, l’avvocato Beniamino Migliucci, che a margine della prima udienza del processo barese che lo vede imputato per stalking e violenza privata ha ricordato che «il dottor Bellomo era attinto da tre procedimenti penali, a Milano, a Piacenza e a Bari. A Milano è stato archiviato e a Piacenza è stato assolto. L'esito di questi due procedimenti dimostra che spesso un conto è quello che si racconta, un conto sono gli esiti dei giudizi. E dovremmo stare tutti un pò più attenti agli esiti dei giudizi e non ai racconti nella fase delle indagini».

«Non mi risulta che abbia ricevuto alcuna notizia di un incardinamento formale del procedimento a Roma» ha aggiunto l'avvocato Migliucci, rispondendo alla domanda dei cronisti sull'avvio di un altro procedimento da parte della Procura di Roma dopo la trasmissione degli atti dai magistrati baresi per le presunte calunnie e minacce al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che era vicepresidente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa all’epoca del procedimento disciplinare al quale Bellomo fu sottoposto nel 2017 venendo alla fine destituito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie