Giovedì 28 Gennaio 2021 | 06:31

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Il caso
Bari, omicidio Perez: ridotta condanna al padre dell'assassina

Bari, omicidio Perez: ridotta condanna al padre dell'assassina

 
Il caso
Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

 
Il virus
Covid 19, spenti 2 focolai a Ruvo, il sindaco: «Capitolo doloroso»

Covid 19, spenti 2 focolai a Ruvo, il sindaco: «Capitolo doloroso»

 
L'evento
Giornata della Memoria, Frediano Sessi domani sarà ospite del Comune di Giovinazzo

Giornata della Memoria, Frediano Sessi domani sarà ospite del Comune di Giovinazzo

 
L'iniziativa
Bari, dai biscotti al tiramisù: un laboratorio di pasticceria per 40 ragazzi del Redentore

Bari, dai biscotti al tiramisù: un laboratorio di pasticceria per 40 ragazzi del Redentore

 
Lotta al virus
Covid 19, i vaccini in arrivo in Puglia: scortati dalla Polizia

Covid 19, i vaccini in arrivo in Puglia: scortati dalla Polizia

 
Il documento
Reati fiscali in Puglia, arriva il protocollo d'intesa tra Procura Bari, Gdf e Agenzia entrate

Reati fiscali in Puglia, arriva il protocollo d'intesa tra Procura Bari, Gdf e Agenzia entrate

 
Il caso
Bari, bimbo morto asfissiato, il Garante: «Il cell non può sostituire i genitori». La psicologa: «Responsabilizzare gli adulti

Bari, bimbo morto asfissiato, il Garante: «Il cell non può sostituire i genitori». La psicologa: «Responsabilizzare gli adulti»

 
Il caso
Bitritto, tragedia sfiorata: crolla controsoffitto all’ingresso dell’ufficio postale

Bitritto, tragedia sfiorata: crolla controsoffitto all’ingresso dell’ufficio postale

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

La storia

Bari, ha 91 anni, l'Alzheimer e il Covid: condannata alla solitudine

Il figlio Mario è disperato: «Possibile non esista un'assistenza domiciliare per i positivi non autosufficienti?»

Anziani malati cronici: una rete per loro

«Mamma, cerca di tenere duro, sarò da te domattina». Mario, paziente oncologico, si è sentito la terra tremare sotto ai piedi quando ha scoperto la positività al coronavirus della mamma 90enne, da anni affetta da Alzheimer, fino al 24 novembre seguita da due badanti, ma rimasta sola come impone il protocollo finalizzato ad arrestare la diffusione della pandemia. Per ben 24 ore, Serafina vedova da dieci anni, è rimasta sola a casa senza cibo, infreddolita in quanto incapace di accendere i termosifoni, dimenticando di assumere la terapia per l’ipertensione, ma soprattutto impaurita non avendo più accanto le due donne per lei importanti figure di riferimento.
«Ho deciso di rivolgermi alla Gazzetta del Mezzogiorno – spiega il figlio - perché è inammissibile che non esista un servizio di assistenza domiciliare per pazienti Covid non autosufficienti: i volontari non mancano, ma il Ministero non ha contemplato alcunché per le persone non autosufficienti e oltre mia madre tante altre famiglie fanno i conti con le stesse difficoltà».

Serafina compie 91 anni a febbraio. Da quando ha avuto i primi sintomi dell’Alzheimer non ha mai abbondonato casa seguita da due badanti; come suggerito dal neurologo che al figlio della donna aveva consigliato di gestire la malattia della mamma in ambiente a lei familiare per ritardare l’inevitabile deterioramento neurologico che comporta la malattia.
Lunedì 16 l’anziana ha avuto decimi di febbre e subito problemi ai bronchi; suo punto debole. Nell’ipotesi si trattasse della solita bronchite, il medico di famiglia ha suggerito al figlio di trattare la febbre con la Tachipirina associando ben 2 iniezioni di penicillina intramuscolo per 12 giorni.

Una terapia d’urto a cui la nonnina ha risposto in modo splendido. Ma per fugare ogni dubbio, sin dal primo giorno, i suoi familiari si sono rivolti a un laboratorio privato per sottoporre la mamma a un tampone rapido da eseguire al domicilio della donna. Un test a cui, per scrupolo, si sono sottoposti anche i figli, non conviventi, di Serafina scoprendo la positività per uno dei due e la negatività di Mario che si è dovuto procurare i Dispositivi di sicurezza adeguati per assistere la mamma.
«Delle due badanti, una è risultata negativa al Covid, l’altra, al principio, non ha dato più notizie di sé per poi inviarci un Whatsapp sostenendo di avere interpellato il suo medico di famiglia il quale non aveva riscontrato la necessità di sottoporla al tampone in assenza di sintomi – racconta Mario – Ma come? E se fosse asintomatica? Mia madre continua a vivere sola in casa. Ora la sua temperatura è stabile sui 36,5, la pressione buona, il saturimetro segna una ossigenazione del sangue tra il 92 e il 95%, ma ancora non ha ricevuto alcun tipo di aiuto, né la possibilità di rifare il tampone per verificare l’eventuale negatività al virus».

Mario ha raccontato di avere contattato il numero verde per l’emergenza Covid19 per avere aiuto. «Ho telefonato in Regione, alla Asl e alla Protezione civile. Da loro ho avuto assistenza telefonica e i riferimenti di un’associazione di volontariato che si è detta pronta a intervenire, ma allo stesso tempo impotente in quanto, mi è stato riferito, non esiste alcun indirizzo ministeriale, quindi alcuna autorizzazione, per l’assistenza domiciliare ai pazienti Covid anziani non autosufficienti affetti da demenza senile o Alzheimer. L’unico modo per assisterli è che stiano a casa di familiari positivi. Ma a casa di mio fratello gli spazi sono ridotti e ognuno di loro è in autoisolamento nelle stanze disponibili nell’appartamento».
«A oggi – prosegue Mario - ai pazienti Covid19 possono solo essere consegnati a domicilio viveri e medicinali. Esausto, mi sono rivolto anche al Sindaco del mio paese per avere accesso a una forma di assistenza domiciliare per i non autosufficienti. Ma il suo laconico Whatsapp, a distanza di ore, ha confermato che non c’era alcuna disponibilità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie