Domenica 31 Maggio 2020 | 07:00

NEWS DALLA SEZIONE

emergenza coronavirus
Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

 
Il concessionario Audi Magnifica
Bari, «Prestiti e formule per stimolare il mercato dell’auto»

Bari, «Prestiti e formule per stimolare il mercato dell’auto»

 
Emergenza
Snobbati i test a Gravina. In 25 su 40 non si fidano

Bimbo di 2 anni fa test sierologico a Gravina. Gli adulti lo snobbano: in 25 su 40, non si fidano

 
emergenza coronavirus
Bari, solidarietà, sorrisi e tablet ai bambini più svantaggiati

Bari, solidarietà, sorrisi e tablet ai bambini più svantaggiati del Libertà

 
Paesaggio
Il ponte di Gravina, da James Bond ai Luoghi del cuore

Il ponte di Gravina, da James Bond ai Luoghi del cuore del Fai

 
Martedì 2 giugno
Molfetta, «Facciamo ripartire la musica»

Molfetta, due deejay in spiaggia danno voce alla musica fatta tacere per 3 mesi

 
L'accusa
Fitto contro Emiliano: «Xylella infetta Bari? È il fallimento delle sue politiche agricole»

Fitto contro Emiliano: «Xylella infetta Bari? È il fallimento delle sue politiche agricole del governatore»

 
La polemica
Regionali 2020, la Lega Puglia conferma: «Altieri è il nostro candidato»

Regionali 2020, la Lega Puglia conferma: «Altieri è il nostro candidato»

 
Sanità
Sanità, la protesta dei neomedici: «Troppo pochi i posti per le specializzazioni»

Bari, la protesta dei neomedici: «Troppo pochi i posti per le specializzazioni»

 
emergenza coronavirus
Puglia, in caso di seconda ondata di contagi saranno pronti 4 ospedali Covid

Puglia, in caso di seconda ondata di contagi, in autunno pronti 4 ospedali Covid

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari in campo a luglio per lo sprint e la B è un sogno di mezza estate

Bari in campo a luglio per lo sprint e la B è un sogno di mezza estate

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
Bariemergenza coronavirus
Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 
LecceIndustria
L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

 
FoggiaLa lite
San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

 
BariTemporali
Maltempo Puglia

Puglia e Basilicata, maltempo da brividi: prima la shelf cloud e poi la maxi grandinata

 
Batl'ordinanza
Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

 
BrindisiLa decisione
Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

 

i più letti

la storia

Odissea Costa Diadema, parla la figlia del marittimo di Mola a bordo: «Attaccato a respiratore sulla nave»

La gigante del mare è attraccata a Piombino: parla la figlia del pugliese membro dell'equipaggio, con la polmonite

Odissea Costa Diadema, parla la figlia del marittimo di Mola a bordo: «Attaccato a respiratore sulla nave»

Hanno vagato 16 giorni per i mari dell’Asia e dell’Europa in una continua situazione di emergenza sanitaria, ma sono stati respinti da diversi porti, rischiando di far degenerare la situazione a bordo e trasformare la nave in un focolaio. E’ l’odissea vissuta da 1.200 componenti dell’equipaggio della nave da crociera «Costa Diadema», tra i quali due molesi, uno da qualche giorno febbricitante e attaccato ad un ventilatore e l’altro in buone condizioni ma in isolamento precauzionale insieme con un collega di Molfetta e agli altri componenti dell’equipaggio. «L’odissea ha avuto inizio il 13 marzo scorso - racconta a La Gazzetta del Mezzogiorno la figlia del marittimo febbricitante - giorno di partenza da Dubai negli Emirati Arabi quando è stato rilevato un presunto caso di contagio. Uno dei medici a bordo non stava bene, l’hanno trasferito in un ospedale di Dubai e hanno rilevato la sua positività al Covid-19».

Poi che cosa è accaduto? Che cosa le ha raccontato suo padre?
«Mi ha raccontato che i passeggeri sono sbarcati e sono stati trasferiti nei loro rispettivi paesi mentre l’equipaggio è rimasto a bordo per fare rientro a Savona».

Nel corso della navigazione però...
«E’ accaduto che un altro componente dell’equipaggio ha cominciato a stare male. Il comandante ha chiesto lo sbarco di emergenza a Cipro ed è risultato positivo al tampone. In quel momento è scattata la quarantena per tutto l’equipaggio, messo in isolamento».

La vera odissea inizia nei mari italiani.
«Vero. Infatti dopo la traversata del Golfo Persico e del Mar Egeo, la nave è giunta nel Mediterraneo con più persone che hanno cominciato a stare male, ad avvertire sintomi come la febbre e la tosse. Tra questi mio padre che, preoccupato, ci ha riferito che dopo un lieve stato febbrile, poi scomparso, ha avvertito una crisi respiratoria. I medici a bordo l’hanno attaccato ad un respiratore in attesa di attraccare in un porto ed essere sottoposto insieme a qualche altro suo collega ai controlli previsti».

Invece?
«E’ accaduto che la nave è stata respinta a Gioia Tauro. Per due giorni, mercoledì e giovedì scorso, è rimasta in attesa al largo di Civitavecchia e stando a quanto riferito da mio padre, che non potendo parlare comunicava solo con sms, la nave avrebbe ricevuto rifiuti anche da altri porti. A questo punto ho telefonato al nostro sindaco Giuseppe Colonna che ha subito allertato le varie autorità. Sabato la situazione si è sbloccata, dapprima con la disponibilità di Marsiglia e, domenica pomeriggio, col via libera ricevuto dal porto di Piombino».

Come sta suo padre?
«Sta meglio e attende l’esito del tampone cui verrà sottoposto». Non è escluso che il suo papà insieme agli altri membri dell’equipaggio con sintomi vengano ricoverati in un presidio toscano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scopeton

    31 Marzo 2020 - 22:37

    l' errore e' stato compiuto dalla Costa nel modo in cui ha gestito la situazione. Sbarcati i passeggeri il 90% dell'equipaggio a bordo non serve, quindi avrebbero dovuto noleggiare aerei e rimpatriare i marittimi via aereo. Sarebbe costato meno perché non erano tenuti a pagare i salari se erano ufficialmente sbarcati e si sarebbero evitate tutte le polemiche.

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie