Martedì 22 Settembre 2020 | 03:54

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Università, a Bari approda il festival nazionale dello sviluppo sostenibile

Università, a Bari approda il festival nazionale dello sviluppo sostenibile

 
Il caso
Bari, allarme Legionella al Policlinico: trasferiti 6 pazienti

Bari, allarme Legionella al Policlinico: trasferiti 6 pazienti

 
Il fenomeno
Canapa indiana made in Bari: se lo sballo diventa fai da te

Canapa indiana made in Bari: se lo sballo diventa fai da te

 
Lutto nel mondo del giornalismo
Addio a Peppino Caldarola, dirigente Pci e direttore dell'Unità

Addio a Peppino Caldarola, dirigente Pci e direttore dell'Unità. Il cordoglio di Decaro ed Emiliano

 
Paura al San Paolo
Bari, sperona auto dei carabinieri: preso 27enne al San Paolo

Bari, sperona auto dei carabinieri: preso 27enne al San Paolo

 
Il contagio di ritorno
Coronavirus, tampone per il Covid-19

Coprifuoco a Cassano: salgono a 15 i casi di covid, chiusi i bar alle 20.30

 
La vertenza
Bari, per le protesi tutto rinviato fra le polemiche

Bari, per le protesi tutto rinviato fra le polemiche

 
la curiosità
Bari, elettore centenario al seggio per votare: lungo applauso degli scrutatori

Bari, elettore centenario al seggio per votare: lungo applauso degli scrutatori

 
Il caso ad Adelfia
Elezioni 2020, nel Barese scarseggiano le urne di riserva: schede troppo grandi e ingombranti

Elezioni 2020, nel Barese scarseggiano le urne di riserva: schede troppo grandi e ingombranti

 
Il ritrovamento
Altamura, ritrovato il corpo senza vita di Giuseppe Plantamura scomparso da 3 mesi

Altamura, ritrovato il corpo senza vita di Giuseppe Plantamura scomparso da 3 mesi

 
Il caso
Bari, folle inseguimento alla guida di un'auto rubata: 3 arresti

Bari, folle inseguimento alla guida di un'auto rubata: 3 arresti

 

Il Biancorosso

Calcio serie C
Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceduplice omicidio
Lecce, dopo accoltellamento muoiono un uomo e una donna: caccia al killer

Lecce, uomo e donna uccisi a coltellate: è caccia al killer. Possibile delitto passionale FOTO

 
FoggiaLa curiosità
Regionali, Emiliano vince in 2 comuni Foggiani di Conte: Fitto si impone solo a Candela

Regionali, Emiliano vince in 2 comuni Foggiani di Conte: Fitto si impone solo a Candela

 
BatIl rogo
Vasto incendio ad Andria: il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre

Vasto incendio ad Andria: il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre

 
BariL'iniziativa
Università, a Bari approda il festival nazionale dello sviluppo sostenibile

Università, a Bari approda il festival nazionale dello sviluppo sostenibile

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, Ugl: sciopero il 24 a Taranto ma il governo deve dare risposte

Arcelor Mittal, Ugl: sciopero il 24 a Taranto ma il governo deve dare risposte

 
PotenzaLa curiosità
Nuoto, a Potenza la piscina olimpionica sarà dedicata a Bud Spencer

Nuoto, a Potenza la piscina olimpionica sarà dedicata a Bud Spencer

 
Materacontrolli della ps
Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

 
BrindisiIl caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 

L'emergenza

Corato, aggredita da cani randagi: incubo per una signora

La donna era andata in farmacia per una commissione. Divampa sui social la polemica sul randagismo 

Corato, aggredita da cani randagi: incubo per una signora

CORATO - I segni dei canini sulla gamba sono evidenti. È stata accerchiata e aggredita da randagi mentre si stava recando in farmacia per acquistare un medicinale per suo figlio: è sotto choc e dolorante la signora di Corato che, l’altra mattina, ha rischiato grosso a causa di un branco di randagi.
La donna è stata avvicinata da quattro o cinque cani mentre attraversava l’incrocio tra via Prenestina e via Francavilla. Un animale l’ha morsa alla gamba, all’altezza del polpaccio. La ferita, sia pure evidente, fortunatamente non è stata così profonda da recidere qualche nervo sottostante.
Subito soccorsa da una automobilista di passaggio, la malcapitata è stata accompagnata prima al pronto soccorso e, subito dopo, all’Ufficio igiene dove, come è prassi, è stata sottoposta alla antitetanica e al trattamento antirabbico.
Una circostanziata segnalazione è stata fatta anche alla Polizia locale e al Comune affinché provveda a far accalappiare i cani senza padrone che, probabilmente, potrebbero tornare ad aggredire.
La vicenda, segnalata sulla pagina Facebook «La voce dei coratini», ha subito scatenato una ridda di commenti. Tanta solidarietà per la donna aggredita e morsicata ma, anche, diversi gli animalisti che, schierandosi in difesa dei randagi, hanno cercato di «giustificare» l’aggressione come reazione a un presunto atteggiamento ostile assunto da parte della signora. Che, invece, ha avuto l’unica colpa di trovarsi al posto sbagliato nel momento sbagliato.
Tra i commenti postati sul social network anche le segnalazioni di altre aggressioni avvenute sempre a Corato (su via Teano, via Gigante) e sempre da parte di altri randagi in branco: «È assolutamente importante mettere tutti i cittadini in sicurezza e non girare la testa dall'altra parte», è stato uno dei commenti postati.
Quello del randagismo, in realtà, per le amministrazioni che si sono succedute a Corato è sempre stato un problema con tutte le implicazioni di ordine igienico, sociale e sanitario. Ma anche economico.
In realtà la città non è ancora dotata di un canile municipale e, per questo, i randagi che vengono accalappiati sono rinchiusi in strutture convenzionate, adibite a canili sanitari (dove vengono inizialmente ricoverati in osservazione) e rifugi (dove vengono successivamente ricoverati). Se si considera, poi, che le strutture sono spesso sovraffollate, si capisce benissimo quanto la gestione dei cani randagi incida pesantemente sulle finanze comunali.
È così a Corato i randagi continuano ad aumentare sempre più, vagando e riproducendosi indisturbati. «Assistiamo impotenti al dilagare del fenomeno e quello che è accaduto alla signora, l’altra mattina, ne è la diretta conseguenza», dicono alcuni cittadini che fanno riferimento anche al problema del decoro urbano. «Quando le bestiole sporcano - aggiungono - appresso a loro non c’è il padrone che rimuove gli escrementi. È mai possibile?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie