Lunedì 27 Gennaio 2020 | 14:34

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Bari, camionista elude additivo AdBlue con dispositivo illegale: fermato al porto

Bari, camionista elude additivo AdBlue con dispositivo illegale: fermato al porto

 
Il caso
Bitonto, cerca di vendere droga a un minorenne: arrestato 50enne

Bitonto, cerca di vendere droga a un minorenne: arrestato 50enne

 
La visita
Bari, delegata Onu dell'agricoltura ospite del Comune per diritti legati al cibo

Bari, delegata Onu dell'agricoltura ospite del Comune per diritti legati al cibo

 
Il furto
Putignano, topo d'appartamento in trappola: pizzicato mentre parla con il walkie talkie

Putignano, topo d'appartamento in trappola: pizzicato mentre parla con il walkie talkie

 
Lotta alla droga
Bitonto, gettano dal balcone 3 etti di cocaina: 4 arresti

Bitonto, gettano dal balcone 3 etti di cocaina: 4 arresti

 
Cervelli in fuga
Laura, 19 anni, da Bari a Londra e poi in Africa: «All'estero credono in me. Non penso di tornare»

Laura, 19 anni, da Bari a Londra e poi in Africa: «All'estero credono in me. Non penso di tornare»

 
La novità
Bari, al Museo «c'è un morto»: ecco il gioco virtuale di 5 giovani informatici

Bari, al Museo «c'è un morto»: ecco il gioco virtuale di 5 giovani informatici

 
L'inchiesta
Valigia di cartone sostituita dal trolley, ma pugliesi e lucani restano emigranti

Valigia di cartone sostituita dal trolley, ma pugliesi e lucani restano emigranti

 
Aggressione
Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
BariIl caso
Bari, camionista elude additivo AdBlue con dispositivo illegale: fermato al porto

Bari, camionista elude additivo AdBlue con dispositivo illegale: fermato al porto

 
TarantoIl caso
Taranto, fiamme e fumo all'ex Ilva, i cittadini fanno esposto a Mittal contro emissioni

Taranto, fiamme e fumo all'ex Ilva, i cittadini fanno esposto a Mittal contro emissioni

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
PotenzaPost elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 
BatCultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 

i più letti

La ricerca

Bari, ecco dove e perchè si fa shopping: indagine in tre quartieri. «Servono più servizi»

Il lavoro commissionato dalla Camera di commercio: ecco cosa è emerso tra Murat, Carrassi-San Pasquale e Libertà

Saldi. partenza lenta a PotenzaMeglio a Matera con turisti

Saldi a Potenza

Il centro si conferma il luogo più attrattivo dove fare acquisti, ma il punto debole restano i parcheggi. È questa in estremissima sintesi quanto emerge dall'indagine realizzata dall'Istituto Troisi per conto di Confcommercio Bari Bat per comprendere come è valutata l'attuale offerta commerciale in città. «Sicuramente non era necessario pagare un istituto di ricerche per un risultato che già si conosce da tempo – chiosa con una battuta il presidente di Confcommercio Alessandro Ambrosi – ma i dati di questa ricerca scavano molto più a fondo, mettendo in evidenza abitudini e sistemi di acquisto che ci devono far riflettere e rappresentano una base per le future strategie da assumere».

L'Istituto Troisi ha svolto nella settimana tra il 6 e il 12 maggio 2019 mille interviste faccia a faccia con altrettanti utenti suddivisi tra 635 residenti e 365 di fuori città, il focus è stato centrato su tre quartieri: il Murattiano, Carrassi San Pasquale, il Libertà per indagare le modalità di acquisto.

«Quello che è emerso – hanno spiegato i ricercatori Andrea Troisi e Silvia Gravili – è una netta differenza tra quartieri. Nel Murattiano è molto forte la tradizione dello shopping anche perché si riesce a unire l'offerta commerciale con lo svago. Il centro è preferito dal 77,2% dei baresi e dal 44,7% dei non baresi. La preferenza si sposta verso Carrassi San Pasquale per la maggiore facilità nel trovare parcheggio (la motivazione funzionale raggiunge il 35,4%; il 23,5 per la migliore mobilità urbana). Differente chi compra al Libertà: la scelta è nel 50% dei casi fatta per abitudine. A pesare la reputazione poco attrattiva del quartiere, chi lo frequenta è solo perché già lo vive»

«È evidente che i tre quartieri si differenziano come tipologie di acquirenti che li usano per i loro acquisti – sottolineano i ricercatori –. Carrassi San pasquale ha una identità preferita dai più giovani (anche per la presenza del Politecnico e dei tanti studenti che ci abitano, ndr.); il Libertà avrebbe necessità di interventi mirati che migliorino la percezione di attuale insicurezza, mentre il centro Murattiano soffre per la mancanza di parcheggi, pur riconoscendo la migliore offerta commerciale (14,3% a fronte del 6,9% degli altri quartieri)».

«La nostra indagine è stata di due tipi – sottolinea Andrea Troisi – quantitativa sulle mille interviste fatte raccogliendo anche le opinioni di quanti arrivavano o partivano dall'aeroporto cittadino nella settimana di festeggiamenti per San Nicola e qualitativa con interviste ai diretti commercianti».

E qui è tutta un'altra musica. «Gli operatori del settore chiedono a gran voce servizi di supporto alla pubblica amministrazione – spiega Silvia Gravili -, più accessibilità e migliore mobilità, unendosi ai loro clienti. Sicuramente sentono molto il senso di appartenenza al loro quartiere e molto forte la voglia di farlo insieme. Si dicono pronti a superare gli ostacoli per far vedere il quartiere nella migliore luce possibile e riuscire a far respirare lo spirito identitario. Vogliono poter ripartire per non disperdere il patrimonio della città, rivitalizzando l'offerta commerciale adeguandola al nuovo modo di pensare e agire dei consumatori». [R. S.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie