Domenica 15 Dicembre 2019 | 08:20

NEWS DALLA SEZIONE

Allarme bomba
Bari, borsone sospetto su  panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

Bari, borsone sospetto su panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

 
I retroscena
Bari, dai crediti facili alle aziende al Bari calcio: le 7 inchieste sulla Popolare di Bari

Bari, dai crediti facili alle aziende al Bari calcio: le 7 inchieste sulla Popolare di Bari

 
criminalità
Bari, comandante provinciale cc: «Reati in flessione, città più sicura»

Bari, comandante provinciale cc: «Reati in flessione, città più sicura»

 
la sentenza
Corniciaio ucciso e bruciato nel Barese: Cassazione conferma assoluzione suocero

Corniciaio ucciso e bruciato nel Barese: Cassazione conferma assoluzione suocero

 
donne
Bari, arriva l'agenzia che educa e raccoglie fondi per prevenire la violenza di genere

Bari, arriva l'agenzia che educa e raccoglie fondi per prevenire la violenza di genere

 
L'inchiesta
Venduti migliaia di quadri falsi di Nino Caffè in tutta Italia: indagini a Bari, 23 rinviati a giudizio

Bari, falsi quadri Nino Caffè venduti in tutta Italia: 23 a processo

 
La curiosità
Emiliano ha un sosia "storico": la somiglianza in un dipinto scovata da Sgarbi

Emiliano ha un sosia «storico»: la somiglianza in un dipinto scovata da Sgarbi

 
Concerto di Natale
Bari, la banda dell'aeronautica suona per i bimbi malati dell'Oncologico: il video

Bari, la banda dell'aeronautica suona per i bimbi malati dell'Oncologico: il video

 
Mafia
Guerra tra clan, pianificavano agguati a Bari: chieste 11 condanne

Guerra tra clan, pianificavano agguati a Bari: chieste 11 condanne

 
Al trampolino
Bari, ecco il super nonno: dopo la corsa si tuffa in mare

Bari, ecco il super nonno: dopo la corsa si tuffa in mare

 

Il Biancorosso

serie c
Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiVia 53mila persone
Bomba day

Brindisi, evacuazione all'alba per bomba-day: città deserta, artificieri Esercito al lavoro

 
GdM.TVAllarme bomba
Bari, borsone sospetto su  panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

Bari, borsone sospetto su panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

 
Leccenel Leccese
Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

 
Tarantosulla SS 106
Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Manfredonia, barche «in regola», ma senza controlli: arrestati 4 militari Capitaneria

Manfredonia, barche risultavano «in regola»: arrestati 2 militari Capitaneria, 27 indagati

 
Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 
Batil caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
HomeMaltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, grave 28enne VD/FT

 

i più letti

Verso il 2020

Primarie del centrosinistra, ecco l’armata emilianista in Puglia

Dai parlamentari al ministro Boccia, ai partiti: la rete del governatore

Primarie del centrosinistra, ecco l’armata emilianista in Puglia

BARI - Alle primarie con una vera macchina da guerra: Michele Emiliano è impegnato quotidianamente in iniziative legate al suo ruolo di governatore, ma nelle ultime settimane si va assemblando l’organizzazione che si muoverà compatta per l’obiettivo di far vincere al politico barese le consultazioni nei gazebo del 12 gennaio.

Del pool per le primarie fanno parte i parlamentari emilianisti Ubaldo Pagano e Assuntela Messina, c’è il consigliere politico Giovanni Procacci (attivissimo in una complessa attività di saldatura di rapporti) insieme al dirigente nazionale Pd Domenico De Santis, il segretario regionale dem Marco Lacarra e il ministro pugliese Francesco Boccia (schieratissimo). Tra i consiglieri regionali dem sono il tarantino Michele Mazzarano e la barese Anita Maurodinoia, con il suo movimento civico «Sud al centro».
Orientati ad appoggiare il presidente uscente sono i socialdemocratici di Mimmo Magistro che nei prossimi giorni avranno incontri per stringere una intesa con il Partito socialista al fine di dare vita ad una lista unica per il 2020. compreso l’ex forzista socialista Michele Simone. Il segretario del Psi Claudio Cesaroni chiarisce la sintonia con Emiliano: «Lo sosterremo per affinità con il suo programma di fine mandato e per il prossimo quinquennio dove ha ribadito la volontà di dare maggiore ascolto ai corpi intermedi e i partiti in particolare». Sulla stessa linea c’è la rete di Senso civico dell’assessore regionale Alfonso Pisicchio. Hanno fatto da tempo endorsement per la conferma del presidente uscente anche Puglia popolare di Gianni Stea e Massimo Cassano e l’Udc di Totò Ruggeri, sintonizzati anche con Realtà pugliese di Peppino Longo. Svolgerà un ruolo, soprattutto sul fronte dei moderati e dei civici, l’associazione Con, di Rocco De Franchi e Toni Mattarelli. Indiscrezioni emilianiste segnalano in avvicinamento al fronte del governatore sindaci civici, anche di centrodestra, e tra questi ci potrebbe essere il sindaco di Castellaneta, Giovanni Gugliotti, presidente della Provincia, mentre è aperto un dialogo con quello di Monopoli Angelo Annese. I ben informati raccontano che il governatore abbia anche una chat denominata «Destra» nella quale dialoga con tanti ex del centrodestra pugliese. Nel Salento saranno in prima linea Ernesto Abaterusso, leader di Mdp, insieme all’assessore alla Cultura Loredana Capone (Pd). Pro Emiliano anche Italia in Comune del foggiano Rosario Cusmai e Michele Abbaticchio.
Casa faranno i renziani di Italia viva? Il rebus c’è ma allo stesso tempo la contromossa passerà dall’attivismo, spiegano fonti emilianiste, di Antonio Decaro, da sempre legato a Matteo Renzi ma rimasto nel Pd, e in ottime relazioni con tanti sostenitori delle politiche dell’ex premier fiorentino. Protagonisti nelle primarie saranno anche il consigliere regionale Pd Filippo Caracciolo, l’assessore dauno Raffaele Piemontese, il vicepresidente della giunta regionale Antonio Nunziante, nonché l’ex sindaco di Ostuni, il socialista Domenico Tanzarella. Alla presentazione della candidatura di Emiliano a Barivecchia c’erano come sostenitori anche i sindaci Carlo Salvemini (Lecce), Amedeo Bottaro (Trani), Rinaldo Melucci (Taranto), Riccardo Rossi (Brindisi) e il presidente della Provincia salentina Stefano Minerva.

Questo arcipelago di sostenitori avrà ulteriore linfa dai comitati provinciali, in fase di costituzione, nei quali svolgeranno un ruolo attivo molti esponenti della società civile e dell’associazionismo sociale e femminista, per una formula politica fondata sulla partecipazione dal basso.iAlle primarie con una vera macchina da guerra: Michele Emiliano è impegnato quotidianamente in iniziative legate al suo ruolo di governatore, ma nelle ultime settimane si va assemblando l’organizzazione che si muoverà compatta per l’obiettivo di far vincere al politico barese le consultazioni nei gazebo del 12 gennaio.
Del pool per le primarie fanno parte i parlamentari emilianisti Ubaldo Pagano e Assuntela Messina, c’è il consigliere politico Giovanni Procacci (attivissimo in una complessa attività di saldatura di rapporti) insieme al dirigente nazionale Pd Domenico De Santis, il segretario regionale dem Marco Lacarra e il ministro pugliese Francesco Boccia (schieratissimo). Tra i consiglieri regionali dem sono il tarantino Michele Mazzarano e la barese Anita Maurodinoia, con il suo movimento civico «Sud al centro».

Orientati ad appoggiare il presidente uscente sono i socialdemocratici di Mimmo Magistro che nei prossimi giorni avranno incontri per stringere una intesa con il Partito socialista al fine di dare vita ad una lista unica per il 2020. compreso l’ex forzista socialista Michele Simone. Il segretario del Psi Claudio Cesaroni chiarisce la sintonia con Emiliano: «Lo sosterremo per affinità con il suo programma di fine mandato e per il prossimo quinquennio dove ha ribadito la volontà di dare maggiore ascolto ai corpi intermedi e i partiti in particolare». Sulla stessa linea c’è la rete di Senso civico dell’assessore regionale Alfonso Pisicchio. Hanno fatto da tempo endorsement per la conferma del presidente uscente anche Puglia popolare di Gianni Stea e Massimo Cassano e l’Udc di Totò Ruggeri, sintonizzati anche con Realtà pugliese di Peppino Longo. Svolgerà un ruolo, soprattutto sul fronte dei moderati e dei civici, l’associazione Con, di Rocco De Franchi e Toni Mattarelli. Indiscrezioni emilianiste segnalano in avvicinamento al fronte del governatore sindaci civici, anche di centrodestra, e tra questi ci potrebbe essere il sindaco di Castellaneta, Giovanni Gugliotti, presidente della Provincia, mentre è aperto un dialogo con quello di Monopoli Angelo Annese.

I ben informati raccontano che il governatore abbia anche una chat denominata «Destra» nella quale dialoga con tanti ex del centrodestra pugliese. Nel Salento saranno in prima linea Ernesto Abaterusso, leader di Mdp, insieme all’assessore alla Cultura Loredana Capone (Pd). Pro Emiliano anche Italia in Comune del foggiano Rosario Cusmai e Michele Abbaticchio.
Casa faranno i renziani di Italia viva? Il rebus c’è ma allo stesso tempo la contromossa passerà dall’attivismo, spiegano fonti emilianiste, di Antonio Decaro, da sempre legato a Matteo Renzi ma rimasto nel Pd, e in ottime relazioni con tanti sostenitori delle politiche dell’ex premier fiorentino. Protagonisti nelle primarie saranno anche il consigliere regionale Pd Filippo Caracciolo, l’assessore dauno Raffaele Piemontese, il vicepresidente della giunta regionale Antonio Nunziante, nonché l’ex sindaco di Ostuni, il socialista Domenico Tanzarella. Alla presentazione della candidatura di Emiliano a Barivecchia c’erano come sostenitori anche i sindaci Carlo Salvemini (Lecce), Amedeo Bottaro (Trani), Rinaldo Melucci (Taranto), Riccardo Rossi (Brindisi) e il presidente della Provincia salentina Stefano Minerva.

Questo arcipelago di sostenitori avrà ulteriore linfa dai comitati provinciali, in fase di costituzione, nei quali svolgeranno un ruolo attivo molti esponenti della società civile e dell’associazionismo sociale e femminista, per una formula politica fondata sulla partecipazione dal basso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie