Mercoledì 29 Gennaio 2020 | 13:34

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto motociclista in via Caldarola e fugge: preso dalla Polizia

 
Le dichiarazioni
Palagiustizia Bari, Bonafede: «In 6 mesi da tendopoli a palazzo di 10 piani»

Palagiustizia Bari, Bonafede: «In 6 mesi da tendopoli a palazzo di 10 piani»

 
Il caso
Bari, inchiesta palazzina della 'morte' a Japigia, indagato l'ex sindaco Francesco De Lucia

Bari, inchiesta palazzina della «morte» a Japigia: indagato l'ex sindaco De Lucia.
La replica: «Colpe altrove»

 
Processo Pandora
Mafia a Bari, 90 condanne ai clan Diomede, Mercante e Capriati. La sentenza

Mafia ultimi 15 anni a Bari, 90 condanne ai clan Diomede, Mercante e Capriati. La sentenza

 
La storia
Lascia la carriera a Milano e torna in Puglia per aiutare la figlia a respirare bene: il post è virale

Lascia la carriera a Milano e torna in Puglia per aiutare la figlia a respirare bene: il post è virale

 
Lo stop nel 2013
Molfetta, dopo 6 anni e un processo con 28 assoluzioni, riprendono i lavori al Porto

Molfetta, dopo 6 anni e un processo con 28 assoluzioni, riprendono i lavori al Porto

 
Il giallo
Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio

Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio (FOTO)

 
L'operazione
Bari, trafficante di droga ingerisce 54 ovuli di eroina: arrestato dalla Gdf

Bari, trafficante di droga ingerisce 54 ovuli di eroina: arrestato dalla Gdf

 
Il caso
Bari, camionista elude additivo AdBlue con dispositivo illegale: fermato al porto

Bari, camionista elude additivo AdBlue con dispositivo illegale: fermato al porto

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, acquistato il difensore Ciofani dal Pescara

Bari, acquistato il difensore Ciofani dal Pescara

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantonel tarantino
Ginosa, forzano serratura di un condomio: due geogiani arrestati

Ginosa, forzano serratura di un condomio: due geogiani arrestati

 
PotenzaEconomia
A Melfi si produrrà la nuoiva Jeep Compass, «ossigeno» per gli operai fcamelfi,

A Melfi si produrrà la nuoiva Jeep Compass, «ossigeno» per gli operai Fca

 
Materala scoperta
Policoro, incendiano auto: denunciati 2 piromani

Policoro, incendiano auto: denunciati 2 piromani

 
FoggiaLa segnalazione
Foggia, allarme bomba, evacuato il Tribunale

Foggia, falso allarme bomba nel Tribunale

 
Brindisil'operazione
Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

Brindisi, turbavano le aste giudiziarie per aggiudicarsi i beni: due arrestati

 
BariL'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto motociclista in via Caldarola e fugge: preso dalla Polizia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 

i più letti

Il personaggio

Picci, il CR7 di Japigia che ha bucato la Rete sotto il castello di Trani

Il 34enne barese attaccante del Trani che milita in Eccellenza protagonista di un gol in sforbiciata. La sua intervista ha fatto il giro del web

Picci, il CR7 di Japigia che ha bucato la Rete sotto il castello di Trani

La sua rovesciata sotto il Castello di Trani è di quelle che finiscono nelle cineteche abitate dai Ronaldo, Messi, Maradona. Ma non avrebbe mai immaginato che il gola e l’intervista del dopo-partita avrebbe perforato i muri del web con migliaia di clic. E invece è accaduto.

Antonio Picci si sente un po’ Cristiano Ronaldo?
«Segnare un gol in rovesciata, al 90’, con due avversari che ti stringono e spingono non è facile. E in qualsiasi campionato fai un gol del genere la felicità è incontenibile».

E poi l’intervista di Luca Guerra a «Telesveva» che è diventata virale. Lo immaginava?
«Ma no. Per uno che gioca nel Trani, squadra di una città straordinaria, ma pur sempre di Eccellenza, non capita tutti i giorni. Mi dicono che sono molte migliaia le visualizzazioni. Sapete che vi dico: sono contento».

È stata contattata anche da calciatori famosi?
«Sì, mi hanno scritto su Instagram Petagna della Spal e Ardemagni dell’Ascoli. Non so se siete d’accordo, ma sono soddisfazioni»

E domenica sarà in Rai. Il Trani gioca d’anticipo e quindi sarà la consacrazione mediatica.
«Mi hanno chiamato da Quelli che il calcio... ».

Torniamo all’impresa.
«Io sono fatto così, qualche sassolino lo dovevo togliere: pensavo fosse l’occasione buona».

Un po’ fumantiino, lei, Picci, lo è. La stagione scorsa a Bitonto, lei lanciò la maglietta contro la panchina: aveva segnato dopo essere subentrato.
«La panchina non fa piacere a nessuno, figuriamoci a chi ha 34 anni e una certa carriera alle spalle. Ma, giuro, non l’avevo lanciata contro mister Pizzulli, con il quale avevo ed ho un buon rapporto. Era solo un gesto di rabbia».

A proposito di carriera. Dove si è spezzata? A Brescia, in B, sembrava fosse l’inizio dell’ascesa.
«Lì ho giocato con gente come Caracciolo, Corvia, Mitrovic. Ventisette presenze e due gol. Ero soddisfatto. Poi dovetti fare una scelta che mi portò a Matera e quello forse è stato l’errore che mi cambiò la vita. Ma dirlo ora è facile. All’epoca sembrava la scelta migliore».

Il rapporto con papà Pasquale, calciatore anche lui?
«Fatto di amore e calcio. Lui ha sempre preteso molto. Io ho fatto in modo di dargli grandi soddisfazioni. In qualsiasi campionato».

E mamma Lucia, invece?
«Ah, lei è speciale. Come tutte le mamme, penso».
Ma nell’intervista famosa ha detto qualcosa di poco lusinghiero: “ad agosto non mi voleva nemmeno mia madre...

«Ma era una battuta».

Il piatto preferito?
«La parmigiana di melanzane. Quelle poche domeniche che vado a pranza dai miei, la chiedo sempre. A meno che non c’è anche Michele, mio fratello: in quel caso, comanda lui, anche per il menù».

Il gol più bello, rovesciata a parte?
«Quello al Bari, in Coppa Italia, al San Nicola, per la vittoria del Bitonto, l’anno scorso. Per me barese di Jiapigia, gioia e dolore. E tutti e 24 quelli di Martina, quando vincemmo il campionato. Stagione meravigliosa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie