Mercoledì 28 Settembre 2022 | 16:55

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Il convegno della Gdf

Contraffazione, l'incontro a Bari: «In Italia un giro d'affari di oltre 7 mld»

Contraffazione, l'incontro a Bari: «In Italia un giro d'affari di oltre 7 mld»

Presente il sottosegretario Tofalo, «segnale forte per legalità con studenti

29 Ottobre 2019

Redazione online

BARI - «Oggi, da Bari, abbiamo lanciato un messaggio forte di legalità aprendo le porte agli studenti, le future generazioni dell’Italia e su questa tematica il governo sta investendo molto, soprattutto in termini di formazione e informazione. La Difesa, assieme agli altri Dicasteri, gioca un ruolo importante nella lotta alla contraffazione. È impegnata nella tutela dei marchi legati alle Forze armate». Lo ha detto il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, intervenuto oggi alla 'Prima Giornata Nazionale della Lotta alla Contraffazione dedicata agli studentì che si è tenuta a Bari nella sede della Legione Allievi della Guardia di Finanza.
«Inoltre - ha aggiunto - applicando la tecnologia blockchain, verrà attivato un servizio per la traduzione dei prodotti 'made in Italy' in algoritmi e garantire quindi maggiore tracciabilità e controllo lungo tutta la filiera produttiva».
L’iniziativa è stata organizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Guardia di Finanza per favorire la diffusione di una maggiore consapevolezza sui temi della contraffazione e dell’abusivismo commerciale ed accrescere la conoscenza e il valore della proprietà industriale tra le nuove generazioni. Nasce nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto tra le Amministrazioni dello Stato, presente anche il ministero della Difesa, e le associazioni di categoria che partecipano ai lavori del Consiglio Nazionale per la Lotta alla Contraffazione e all’italian sounding (Cnalcis) di cui il Sottosegretario Tofalo è membro.
Presenti circa 950 studenti di 16 scuole superiori di secondo grado dell’aerea metropolitana barese che si sono confrontati in un dibattito e poi daranno vita a un «flashmob», durante il quale diversi prodotti contraffatti verranno simbolicamente "buttati» in un grande cesto dei rifiuti. Tofalo ha dato il via ai lavori con una conferenza stampa alla quale hanno partecipato i rappresentanti del Cnalcis. Al tavolo anche il Generale di Brigata Vito Straziola, Comandante della Legione Allievi della Gdf.

Un illecito volume d’affari in Italia di oltre 7 miliari di euro e che in Puglia, nel primo semestre dell’anno ha portato al sequestro, da parte della Guardia di Finanza, di oltre una tonnellata di prodotti agroalimentari contraffatti e in Italia 180 milioni di beni taroccati o non sicuri. Sono alcuni dei dati emersi oggi nel corso della prima "Giornata della lotta alla contraffazione degli studenti», organizzata nell’auditorium della Legione allievi della Guardia di Finanza a Bari, nell’ambito di un’intesa tra amministrazioni dello Stato, forze dell’ordine e associazioni di categoria, che partecipano ai lavori del Consiglio nazionale per la lotta alla contraffazione e all’Italian sounding (Cnalcis).
L’iniziativa è volta a favorire la diffusione di una maggiore consapevolezza riguardo ai temi della contraffazione, che secondo il Censis provoca la perdita di 140mila posti di lavoro all’anno, e all’educazione all’acquisto legale.
All’incontro hanno partecipato circa 900 studenti di 16 scuole superiori coinvolte nel percorso formativo. Presenti il comandante della Legione allievi della Gdf, il colonnello Vito Straziota, e il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo.

«Il commercio di prodotti contraffatti è un problema socio-economico mondiale, in continua crescita, che vede l’Italia particolarmente esposta.
Il mercato dei prodotti italiani contraffatti - secondo stime OCSE - vale circa 31,7 miliardi. Non solo capi d’abbigliamento e prodotti alimentari, ma anche prodotti ad alto contenuto d’innovazione». Lo ha detto il direttore centrale per l'innovazione e la ricerca della Farnesina, Fabrizio Nicoletti, a Bari per la 'Giornata della lotta alla contraffazione degli studentì, secondo quanto riferisce il ministero degli esteri.
«La Farnesina - ha aggiunto - svolge una costante azione diplomatica a difesa dei prodotti e delle aziende italiane e opera con i suoi Uffici e la sua rete diplomatico-consolare in tutte le sedi istituzionali e le Organizzazioni Internazionali.
Un’efficace strategia di promozione integrata del Sistema Italia, che coniughi la valorizzazione delle nostre eccellenze con la cooperazione internazionale e gli scambi con i Paesi esteri, non può che esprimersi nell’ambito di una costante attenzione alla difesa dei nostri diritti di proprietà industriale».
Grazie alla collaborazione del ministero degli esteri la giornata per sensibilizzare i giovani al problema della contraffazione, dell’Italian sounding e per promuovere la cultura della legalità, coinvolge le scuole italiane in tutto il mondo: hanno partecipato infatti gli Istituti di Buenos Aires, Boston, Chicago, Cordoba, Istanbul, Lione, Madrid, Mosca, New York, Ottawa, Pechino, San Paolo, Tirana, Washington e Zurigo.

IL TIMORE DELLA COLDIRETTI - Quasi due italiani su tre (65%) hanno paura delle contraffazioni a tavola perché al danno economico si aggiungono i rischi per la salute. E’ quanto emerge da un’indagine Coldiretti/Ixè divulgata in occasione della prima «Giornata della Lotta alla Contraffazione per gli studenti».
Si tratta di un crimine particolarmente odioso, sottolinea la Coldiretti, perché si fonda sull'inganno e colpisce soprattutto quanti dispongono di una ridotta capacità di spesa che, a causa della crisi, sono costretti a rivolgersi ad alimenti a basso costo dietro i quali spesso si nascondono ricette modificate, uso si ingredienti di minore qualità o metodi di produzione alternativi. L’agricoltura e l’alimentare, denuncia ancora la Coldiretti, sono considerate aree prioritarie di investimento dalla malavita che ne comprende la strategicità in tempo di crisi, perché del cibo, anche in tempi di difficoltà, nessuno potrà fare a meno. L’ottima attività messa in campo dalla forze dell’ordine, secondo la Coldiretti, va accompagnata dalla revisione delle leggi sui reati alimentari con la proposta a costo zero elaborata da Giancarlo Caselli per introdurre nuovi sistemi di indagine e un aggiornamento delle norme penali adeguate a combattere le frodi agroalimentari; contraffazioni diventate più pericolose con l’innovazione tecnologica e i nuovi sistemi di produzione e distribuzione globali. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725