Lunedì 21 Ottobre 2019 | 16:40

NEWS DALLA SEZIONE

la tragedia nel 2017
Bari, fece uccidere ex amante davanti all'Amiu: chiesto ergastolo per imprenditrice

Bari, fece uccidere ex amante davanti all'Amiu: chiesto ergastolo per imprenditrice

 
il fenomeno
Bari, ecco i contrabbandieri della porta accanto

Bari, ecco i contrabbandieri della porta accanto

 
l'operazione
Bari, cc scoprono deposito di armi e droga in via Dante: arresti

Bari, cc scoprono deposito di armi e droga in via Dante: arresti

 
la premiazione
Bergamo: il miglior assaggiatore italiano di Gorgonzola Dop è di Ruvo di Puglia

Bergamo: il miglior assaggiatore italiano di Gorgonzola Dop è di Ruvo di Puglia

 
al Miulli
Acquaviva, rubavano chiavi di casa nelle macchine parcheggiate fuori dall'ospedale: 3 arresti

Acquaviva, rubavano chiavi di casa nelle auto in sosta fuori dall'ospedale: 3 arresti

 
Il contest
Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

 
su corso Vittorio Emanuele
A Bari spunta una giostra dell’800 per combattere la Sma

A Bari spunta una giostra dell’800 per combattere la Sma

 
La testimonianza in tv
L'eroe di Alberobello: «Giuseppe salvò la mia bimba nel naufragio della Costa Concordia»

L'eroe di Alberobello: «Giuseppe salvò la mia bimba nel naufragio della Costa Concordia»

 
Il fenomeno
Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl Riesame
Ginosa, truffa comunitaria: Tribunale annulla sequestro azienda imballaggi

Ginosa, truffa comunitaria: Tribunale annulla sequestro azienda imballaggi

 
Barila tragedia nel 2017
Bari, fece uccidere ex amante davanti all'Amiu: chiesto ergastolo per imprenditrice

Bari, fece uccidere ex amante davanti all'Amiu: chiesto ergastolo per imprenditrice

 
Leccenel Salento
Slot gestite da banda vicina alla Scu: GdF sequestra beni per 12mln di euro a 3 fratelli

Slot gestite da banda vicina alla Scu: GdF sequestra beni per 12mln di euro

 
Potenzale polemiche
Potenza, parcheggi all'ospedale San Carlo: scatta un'indagine

Potenza, parcheggi all'ospedale San Carlo: scatta un'indagine

 
Foggianel Foggiano
San Severo, forzano silos in cantina sociale e disperdono mosto: indaga la polizia

San Severo, forzano silos in cantina sociale e disperdono mosto: danni per 1,5 mln di euro

 
Brindisidai carabinieri
Brindisi, 37enne eritreo tenta di rapinare uomo in stazione: arrestato

Brindisi, 37enne eritreo tenta di rapinare uomo in stazione: arrestato

 
Batil caso
Barletta, la mostra sulla luna «vietata» ai disabili

Barletta, la mostra sulla luna «vietata» ai disabili

 

i più letti

storica decisione

Villette abusive sul litorale, via alla demolizione della «Punta Perotti» di Mola di Bari

Giù 35 ville e 100 appartamenti. La demolizione disposta dalla Cassazione nel 2013

Villette abusive sul litorale, via alla demolizione della «Punta Perotti» di Mola di Bari

Un voto storico. Sei anni dopo la sentenza della Corte di Cassazione e 27 anni dopo l’approvazione della lottizzazione da parte della giunta Dc-Psi, il Consiglio comunale di Mola ha votato per l’abbattimento delle 35 ville e palazzine a mare abusive di via La Malfa.

La storia di quella lottizzazione, autorizzata su un’area di 20mila metri quadri in violazione della legge Galasso che impone una distanza di 350 metri dalla battigia, ha inizio nel 1992. I permessi sono stati considerati illegittimi dal Tribunale di Bari, fino alla sentenza della Terza sezione penale della Cassazione che nel 2013 ha disposto l’abbattimento degli immobili. Nel frattempo, è stata disposta anche la confisca dei suoli, transitati nel patrimonio comunale, confisca che i proprietari delle ville hanno impugnato davanti alla Cedu (Corte Europea per i Diritti dell’uomo) di Strasburgo per vedersi restituire le proprietà.

Una storia lunga e complicata, che assomiglia a quella di Punta Perotti e che ha visto alcuni amministratori finire davanti ai giudici per non aver custodito l’area delle villette trasformate con gli anni in un rifugio di malintenzionati.

Ora, la vicenda sembra destinata a conclusione: le villette verranno abbattute e l’area, se resterà di proprietà comunale, potrà essere trasformata in parco pubblico a due passi dal mare. «Mi hanno insegnato che non sempre le scelte giuste sono anche popolari - commenta il sindaco Giuseppe Colonna, dopo aver incassato il voto favorevole alle demolizioni (11 i favorevoli, contrario Delre di Forza Italia) - ma un pubblico amministratore deve avere il coraggio e la responsabilità di assumere posizioni per tutelare l’interesse esclusivo della collettività. La vicenda delle villette a mare ha segnato in senso negativo la storia della nostra città dagli inizi degli Anni ‘90 ad oggi. Una bruttissima situazione dalla quale tante imprese, professionisti, famiglie intere hanno pagato pesantemente le conseguenze. Si capisce bene quindi come non sia stato assolutamente facile portare in Consiglio il provvedimento di attuazione alla sentenza della Corte di Cassazione penale che dispone, in via definitiva, l’abbattimento degli immobili».

«Il provvedimento - spiega il primo cittadino - dà mandato al capo settore Urbanistica di predisporre l’ingiunzione di demolizione degli immobili avendo cura di concertarla preventivamente con Soprintendenza e di attivarsi per l’inserimento dell’area nella banca dati sull’abusivismo della Regione, passaggio indispensabile per accedere ad eventuali finanziamenti destinati a coprire le spese per l’abbattimento che in base alla legge ed alle sentenze spettano al momento ai lottizzanti e non al Comune». Rispetto alla proprietà dei suoli, Colonna assicura che il Comune «non produrrà alcun atto di disposizione dei suoli fino a quando resta pendente il giudizio davanti alla Cedu che riguarda esclusivamente la confisca dei suoli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie