Lunedì 20 Settembre 2021 | 04:14

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Dal 20 al 28 luglio

Light Festival: ad Alberobello la luce «disegna» sui trulli

Non solo trulli, ma anche edifici, chiese, vicoli e piazze colorati dalle proiezioni

Light Festival: ad Alberobello la luce «disegna» sui trulli

Dopo il successo delle ultime edizioni alle quali hanno partecipato oltre 100mila visitatori, LiFe - quest’anno alla terza edizione - torna ad Alberobello dal 20 al 28 luglio.
La luce ed i suoi colori illumineranno non soltanto i trulli, ma anche chiese (Basilica dei Santi Medici e la Chiesa a Trullo di Sant’Antonio), edifici, vicoli, piazze, luoghi, monumenti, rendendoli protagonisti e ancora più suggestivi, in un percorso ideale che va dal Trullo Sovrano alla Chiesa di Sant’Antonio passando per il centro cittadino ed il Rione Monti. Queste le installazioni.
Human Tiles di Ocubo parla di libertà di movimento, diversità di colori e forme, con la quale il pubblico può disegnare i movimenti su un pavimento bianco.

Les Cubes di Jerome Toqr sono cubi luminosi creati con la partecipazione dei visitatori in grado di trasformare la città, le strade e le piazze in una mostra d’arte a cielo aperto.
Fragments of Light è realizzata da LiFe-Alberobello Light Festival e sviluppata in collaborazione con il visual designer pugliese Luigi Console.
Social Sparkles è una «nuvola» con un centinaio di luci sospese ed è realizzata dallo studio olandese Toer.
The Pantheon of Rock è una videoinstallazione onirica ispirata ai grandi del rock realizzata dai Lightcones, proiettata sulla facciata del Trullo Sovrano.

Metamorphosis è un videomapping realizzato dallo studio maceratese Luca Agnani proiettato sulla Basilica Pontificia Santuario Santi Cosma e Damiano.
Live Light Painting di Matthew Watkins proietterà sui trulli quadri di luce creati live con il tablet.
Deni Bianco, il maestro cartapestaio re del Carnevale di Putignano, porta due opere. La prima è Hourly I sigh – Continuamente sospiro che rappresenta uno stormo di uccelli e che indaga la condizione femminile in una società che discrimina i generi. La seconda è L’albero della Vita – un seme che esplode, che intende comunicare che si può vivere in una società che rispetta le diversità e difende i più deboli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie