Sabato 25 Maggio 2019 | 05:33

NEWS DALLA SEZIONE

Verso il voto
Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

 
Verso il voto
Comunali Bari, Melini: «Più bel regalo? Donarmi alla città»

Comunali Bari, Melini: «Più bel regalo? Donarmi alla città»

 
Verso il voto
Comunali, Pani (M5s): «Voglio amministrare Bari ripartendo dai cittadini»

Comunali, Pani (M5s): «Voglio amministrare Bari ripartendo dai cittadini»

 
A San Girolamo
Bari, l'arrivo della Vlora raccontato con una scultura in alfabeto morse

Bari, l'arrivo della Vlora raccontato con una scultura in alfabeto morse

 
Dopo il comizio
Bari, il pm: «Striscioni contro Salvini? No offese, ma critica politica»

Bari, «Striscioni contro Salvini? Non sono offese»: così il pm boccia il sequestro

 
Nel quartiere Libertà
Bari, a 15 e 16 anni assaltano un market con coltello: arrestati

Bari, a 15 e 16 anni assaltano un market con coltello: arrestati

 
Nel barese
Castellana, trasporta studenti in pulmino abusivamente: sanzionato

Castellana, trasporta studenti in pulmino abusivamente: sanzionato

 
Guerra fra clan
Mafia, donna ferita per errore: condannato a 6 anni il boss Conte

Mafia, donna ferita per errore: condannato a 6 anni il boss Conte

 
L’inchiesta
Elezioni a Bari, focus sul Municipio 5 un: porto di desideri

Elezioni a Bari, focus sul Municipio 5 un: porto di desideri

 
I fatti nel 2013
Bari, morì per emorragia dopo intervento al cuore: assolto cardiologo

Bari, morì per emorragia dopo intervento al cuore: assolto cardiologo

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Speciale Elezioni 2019Verso il voto
Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

 
PotenzaAuto e motori
Melgi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

Melfi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

 
TarantoA Grottaglie
Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

 
LecceL'episodio domenica scorsa
Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
BrindisiLa segnalazione
Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 

i più letti

Ospedale di Terlizzi

Mobbing, dottoressa denuncia il suo primario, condannato

La donna tra il 2010 e il 2012 è stata continuamente vessata da Antonio Acquaviva, primario di oculistica, all'epoca dei fatti 55enne

corsia d'ospedale

«Dottoressa coraggio» denuncia il suo primario per maltrattamento e dopo sei anni, per l’uomo, arriva la prima condanna. Per due anni la donna, di Molfetta, nel reparto di oculistica dell’ospedale di Terlizzi, aveva subito una serie di umiliazioni. Ora Antonio Acquaviva, all’epoca dei fatti 55enne, è stato condannato ad otto mesi di reclusione oltre al risarcimento del danno in favore della vittima, assistita sin dall’inizio della brutta vicenda dall’avvocato Bepi Maralfa. I fatti contestati ad Acquaviva risalgono agli anni compresi tra il 2010 e il 2012.
La condanna, di primo grado, è stata emessa dal Tribunale di Trani, giudice dottor Andrea d’Angeli, a marzo scorso. Nel frattempo i legali del dottor Acquaviva, in primo grado rappresentato dagli avvocati Mario Malcangi e Carmelo Piccolo, hanno presentato ricorso in appello.
«Nel mondo del lavoro – il commento, amaro, dell’avvocato Maralfa - ci sono vittime silenti di situazioni di stalking e mobbing che riescono a liberarsi solo in forza del loro coraggio. Gli organi interni preposti ai controlli spesso girano la testa dall’altra parte».
Secondo quanto accertato dalla Procura l’uomo, con atteggiamento autoritario e vessatorio, degenerava in episodi di grave violenza psicologica nei confronti della donna, anche alla presenza di colleghi di reparto, di infermieri, di pazienti, e persino nel corridoio dell’Ospedale di Terlizzi e in sala operatoria nel corso di delicati interventi oculistici.
La dottoressa, proprio in seguito al particolare trattamento che le veniva riservato, era finita più volte al pronto soccorso. Nello specifico il primario le negava permessi per la malattia della figlia minore, le imponeva di garantire la reperibilità notturna non prevista per una donna incinta o con figli, la mortificava dicendole che l’avrebbe mandata sul territorio, con riferimento alla paventata minaccia di allontanarla dal nosocomio, la offendeva con urla e frasi ingiuriose.
All’inizio, per timore, la donna aveva taciuto nella speranza che le cose potessero cambiare. Ma così non era stato. Tutt’altro. E a quel punto aveva deciso a sporgere denuncia nei confronti del primario. Si era quindi munita di apparecchio e aveva registrato le conversazioni (urla incluse) intercorse tra lei e il primario. Aveva poi consegnato tutto al magistrato inquirente.
Espletate le indagini, la Procura di Trani ha poi esercitato l’azione penale nei confronti di Antonio Acquaviva e chiesto il processo nei suoi confronti per il reato di maltrattamento. Ora siamo alla condanna di primo grado.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400