Domenica 16 Dicembre 2018 | 07:11

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento
Edilizia giudiziaria e dl anticorruzione, a Bari summit nazionale dei penalisti

Edilizia giudiziaria e dl anticorruzione, a Bari summit nazionale dei penalisti

 
Fermato dalla Digos
Terrorismo: somalo fermato a Bari aveva foto del Vaticano nel telefono

Terrorismo: somalo fermato a Bari aveva foto del Vaticano nel telefono

 
Il caso
Polemica sul documentario antiaborto al liceo: la scuola avvia le verifiche

Monopoli, scoppia la polemica sul documentario antiaborto: verifiche nel liceo

 
La decisione del Riesame
Clan e scommesse online, Tommy Parisi scagionato dall'aggravante mafiosa

Clan e scommesse online, Tommy Parisi resta in cella ma non per mafia

 
Lotta allo spaccio
Castellana Grotte, spacciava hashish e metadone: arrestato giornalaio

Castellana Grotte, spacciava hashish e metadone: arrestato giornalaio

 
La rivolta
Bari, migranti danno fuoco ai moduli per il rimpatrio al centro di permanenza

Bari, migranti incendiano locali Centro di permanenza: 5 feriti

 
Il villaggio
San Nicola in Fiera a Bari: tra folla e polemiche

San Nicola in Fiera a Bari: tra folla e polemiche

 
Il caso
Bari, scene di aborti nell'ora di religione, la denuncia M5S: «Studenti sconvolti»

Bari, scene di aborti nell'ora di religione, la denuncia M5S: «Studenti sconvolti»

 
Da un'auto parcheggiata
Rubarono a Bari chiavi di una casa a Molfetta e la svaligiarono: arrestati

Rubarono a Bari chiavi di una casa a Molfetta e la svaligiarono: arrestati

 
L'iniziativa
Rutigliano: nel parco urbano giostrine per i bimbi disabili

Rutigliano: nel parco urbano giostrine per i bimbi disabili

 
Trasporti in Puglia
Ferrotramviaria, da gennaio riapre la Ruvo-Corato, per Andria servono 2 anni

Ferrotramviaria, da gennaio riapre la Ruvo-Corato

 

Partiti in Puglia

Primarie centrodestra, Cassano non si sbilancia: «Vedremo»

Udc pronta a sostenere l'ex senatore. Resta l'incertezza, sullo sfondo i colloqui con Emiliano

Primarie centrodestra, Cassano non si sbilancia: «Vedremo»

«Aspetto una proposta dell’intero tavolo, c’è tempo entro la fine del mese. Le primarie con Forza Italia? Non so, deciderò più avanti». L’ex senatore e sottosegretario, Massimo Cassano, risponde così all’invito del segretario regionale degli azzurri, Gino Vitali, che lo aveva lanciato quale candidato forzista nella competizione interna per il Comune di Bari. La posizione del leader civico - che già aveva espresso dubbi sulle primarie di coalizione («bisogna vedere se saranno reali o per disperazione») - è dunque chiara: l’obiettivo è ottenere una candidatura dall’intero centrodestra, essere riconosciuto, insomma, come il «fuoriclasse» tanto cercato.
Al momento, la prospettiva è incerta. Il tavolo a sei che ieri si è riunito (piuttosto animatamente) nella sede di Noi con l’Italia ha ribadito la linea di sempre: candidato unico entro settembre o primarie. Sullo sfondo l’ipotesi «viva» che Cassano, in assenza dell’investitura, possa rompere lo schema e legarsi al centrosinistra. In primis, al governatore Michele Emiliano, invitato oggi pomeriggio all’Interporto per il question time di Puglia Popolare su ambiente, agricoltura e turismo. A irrobustire i rumors di queste ore, la possibilità di un passaggio del consigliere regionale azzurro, Gianni Stea - nell’orbita di Puglia Popolare di Cassano -, tra le fila della maggioranza del governatore. Tra le concause del possibile «ribaltone» pesa anche la volontà del capogruppo di Forza Italia in via Capruzzi, Nino Marmo, di escludere Stea dalla compagine consiliare degli azzurri. La proposta, a quanto pare, è in dirittura d’arrivo e il nodo sarà sciolto nelle prossime ore.
Quanto al tavolo, al momento le primarie restano un’ipotesi altamente probabile. La Lega schiera Fabio Romito, Fratelli d’Italia Filippo Melchiorre, il gruppo consiliare ha individuato Giuseppe Carrieri. L’Udc, attraverso Giovanni Barletta (ieri assente al tavolo per ragioni personali) potrebbe proporre un proprio nome, ma non esclude di puntare su Cassano: «Ci riuniremo e faremo le nostre valutazioni - spiega Barletta - ma non escludiamo di poter convergere sull’ex senatore, una figura centrista a noi affine per sensibiltà e valori». Fuori dai ranghi di partenza, al momento, i fittiani di NcI: «Attenderemo fino all’ultimo per capire se c’è la possibilità di una convergenza unitaria - spiega il coordinare regionale, Nicola Ventola -, altrimenti parteciperemo anche noi alla competizione interna con un nostro candidato.    Siamo stati sempre favorevoli alle primarie e non ci tireremo certo indietro».
Altro elemento di discussione, le elezioni nelle province. Qui a «passare», anche alla luce del complicato meccanismo elettorale, è soprattutto il metodo e cioè l’attenzione da riservare alle singole realtà mobilitando i coordinatori provinciali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400