Sabato 20 Aprile 2019 | 14:29

NEWS DALLA SEZIONE

La storia a lieto fine
Dall'Argentina al trullo di Locorotondo: anziano migrante ritrova le sue radici

Dall'Argentina al trullo di Locorotondo: anziano migrante ritrova le sue radici

 
Sgominata banda
Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

 
Fishing for Litter
Molfetta, pescatori in prima linea contro un mare di plastica

Molfetta, pescatori in prima linea contro un mare di plastica

 
Trasporti
Pendolari, in Puglia arriva la riforma: più bus dove servono

Pendolari, in Puglia arriva la riforma: più bus dove servono

 
Il caso
Neonato morto dopo parto in casa a Bari: indaga la Procura

Giallo a Bari, neonato morto dopo parto in casa: indaga la Procura

 
La scomparsa
Bari piange il professor Domenico D'Oria: il cordoglio di Decaro e Emiliano

Bari piange il professor Domenico D'Oria: il cordoglio di Decaro e Emiliano

 
L'indiscrezione
Efe Murat, il mercantile arenato lascia il porto di Bari

Efe Murat, il mercantile arenato lascia il porto di Bari

 
Nel Barese
Locorotondo, abbandonati 5 cuccioli sulla strada per il canile: salvati

Locorotondo, abbandonati 5 cuccioli sulla strada per il canile: salvati

 
I festeggiamenti
Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeLe festività pasquali
Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

 
HomeLa storia a lieto fine
Dall'Argentina al trullo di Locorotondo: anziano migrante ritrova le sue radici

Dall'Argentina al trullo di Locorotondo: anziano migrante ritrova le sue radici

 
BrindisiIl caso
Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

Fasano, nascosti in un trullo tre chili di esplosivo: al via le indagini

 
LecceIl caso
Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
TarantoL’edificio è in piazza Ebalia
Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

 
FoggiaContratto di sviluppo
Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

 

La riqualificazione

Fal, nuove luci sulla stazione in attesa della pista ciclabile

Entro fine mese il recupero della facciata del viadotto di corso Italia

Fal, nuove luci sulla stazione in attesa della pista ciclabile

BARI - Corso Italia cambia volto grazie alle Ferrovie appulo lucane. A partire dalla palazzina costruita nel 1915, sede della stazione centrale e degli uffici delle Ferrovie appulo lucane, in piazza Moro, che è stata dotata di un nuovo e moderno impianto di illuminazione.

L’intervento rientra nell’ambito di un più ampio progetto di valorizzazione del proprio patrimonio storico e di riqualificazione urbana assieme, ormai in via di ultimazione che coinvolge la strada lambita dal viadotto ferroviario della linea che collega il capoluogo a Matera ed ai principali comuni della Murgia barese.
tempi La prima parte dei lavori si concluderà a fine settembre con il recupero dell’intera facciata del viadotto di Corso Italia, costruito anch’esso nella seconda decade del secolo scorso, lungo circa 300 metri e realizzato con 48 archi all’interno dei quali vi sono altrettanti locali.
Successivamente sarà completata la ristrutturazione interna dei locali: due di essi ospiteranno un contenitore artistico culturale, denominato «FalArt», con spazi espositivi dedicati ai talenti locali e sale per convegni, mentre gli altri locali saranno affidati in gestione tramite procedure di evidenza pubblica e restituiti alla loro antica vocazione di vendita di prodotti tipici artigianali.

Bici+Treno - Entro i primi mesi del 2019 sarà realizzata la nuova pavimentazione, sempre nella zona di Corso Italia antistante i locali tra il sottopasso di via Quintino Sella e piazza Moro. Il progetto prevede la costruzione di un marciapiede più largo, in grado di ospitare una pista ciclabile al fine di incrementare il processo di integrazione «bici + treno», che Fal ha avviato già da diversi anni. Iniziativa, quest’ultima, favorita anche dalla presenza, in alcuni edifici del viadotto, della prima Velostazione del Sud Italia aperta proprio da Fal, in collaborazione con la Regione Puglia, a marzo 2016.
L’intervento conferma la vocazione «green» degli ultimi anni, fortemente voluta dal presidente Matteo Colamussi, che entro la fine dell’anno le farà guadagnare l’ambita certificazione ambientale. «Abbiamo acceso il nuovo impianto di illuminazione a led, alimentato dai pannelli fotovoltaici, che garantiscono autonomia energetica agli uffici ospitati in quella sede», spiega il dirigente, sottolineando come «anche la storica palazzina, segua il target che Fal si è data in questi anni: ristrutturare edifici e stazioni in base a tre principali criteri legati a innovazione, sostenibilità, accessibilità».

Smart Train - Intanto, l’azienda di trasporto ha presentato sia la nuova applicazione che permetterà di fare biglietti, controllare gli orari e sapere in tempo reale dove sono i differenti mezzi di trasporto, siano essi treni o autobus, sia il rinnovato e rivisto sito web, dotato peraltro di una finestra sui lavori in corso lungo le diverse tratte.

Investimenti - In particolare, le Fal, grazie al finanziamento della Regione Puglia pari a 220 milioni, stanno portando avanti cantieri rilevanti, soprattutto nell'ottica del raddoppio della fondamentale tratta Bari-Matera. L’obiettivo è portare, entro il 2019, ad un’ora il tempo di percorrenza della tratta tra i due capoluoghi, anche in concomitanza dell’evento Matera 2019, capitale europea della Cultura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400