Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 02:25

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

Da parte di 4 consiglieri

Bari, crisi al quinto municipio
mozione di sfiducia per Moretti

A chiederlo 4 rappresentanti della ex maggioranza dopo uscita del Pd dalla compagine di governo

Bari, crisi al quinto municipiomozione di sfiducia per Moretti

Giovanni Moretti

Una mozione di sfiducia è stata presentata nei confronti del presidente del quinto municipio di Bari, Giovanni Moretti, da parte di quattro consiglieri facenti parte della ex maggioranza del municipio dopo l'uscita del Pd a luglio dalla compagine di governo.
All'origine della decisione i "gravi motivi" previsto dal regolamento sul decentramento "in particolare per la violazione delle norme regolamentari sulla correttezza e buona gestione politico-amministrativa; per esser venuto meno agli obblighi di convocazione del Consiglio municipale, trasformando la modalità di convocazione straordinaria in ordinaria; per non aver condiviso in questi anni, in particolar modo con la commissione lavori pubblici e welfare, le materie di propria competenza decidendo in totale autonomia, nonché per reiterate inadempienze programmatiche".
Motivi che hanno spinto i 4 consiglieri della ex maggioranza a presentare una mozione di sfiducia nei confronti di un presidente «il quale inoltre al fine di garantire la propria posizione, ha ormai da anni modificato la composizione della maggioranza inserendo al suo interno rappresentanti del centro destra, che formalmente dovrebbero trovarsi all’opposizione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400