Martedì 19 Marzo 2019 | 15:53

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 
L'analisi
Quando a inquinare provvedevano i cavalli

Quando a inquinare provvedevano i cavalli

 
La riflessione
Un Paese tra medioevo e corti barocche

Un Paese tra medioevo e corti barocche

 
L'analisi
Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

 
L'editoriale
Attenzione a non tifare per la decrescita infelice

Attenzione a non tifare per la decrescita infelice

 
L'analisi
Comincia su un treno la morte del Sud

Comincia su un treno la morte del Sud

 
La riflessione
Le reprimende del garante per i malanni del fisco

Le reprimende del garante per i malanni del fisco

 
L'analisi
Il mondo gira, l’Italia e il Sud non stiano a guardare

Il mondo gira, l’Italia e il Sud non stiano a guardare

 
La riflessione
L’Italia a due velocità: il passato che non passa

L’Italia a due velocità: il passato che non passa

 
L'analisi
Le emergenze planetarie non sono «sovraniste»

Le emergenze planetarie non sono «sovraniste»

 
L'analisi
Aldo Moro (1916-1978)

La democrazia operante ha bisogno dei giornali

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
"Tanti auguri Ciccio e non mollare"I primi 40 anni di super Brienza

"Tanti auguri Ciccio e non mollare"
I primi 40 anni di super Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa polemica
Ex Ilva, associazioni contro il vertice in Procura: «È un errore parlare con chi inquina»

Ex Ilva, associazioni contro vertice in Procura: «È errore parlare con chi inquina»

 
PotenzaSanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
BariL'iniziativa
Rifiuti, sindaco Modugno acquista app: mapperà la puzza

Rifiuti, sindaco Modugno acquista app: mapperà la puzza

 
FoggiaDalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
BatIl Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
BrindisiL'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
MateraDalla Finanza
Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Dai missionari, al risparmio
alla pena di morte

anziano

di FERDINANDO SALLUSTIO

In ottobre follie per i nonni: ecco una rapida sintesi delle «Giornate mondiali» che si celebrano nel mese appena cominciato. I nonni, infatti, sono ricordati da alcuni anni per legge il 2 di ottobre, giorno che il calendario ecclesiale dedica agli Angeli custodi; oltre al formidabile sostegno affettivo e alla guida morale, i nonni assicurano alle famiglie un aiuto dal valore economico calcolato in almeno otto miliardi di euro.


Le follie vengono dalla giornata del 6, quella in cui nei Paesi anglosassoni si celebra il «Cappellaio matto» di Alice nel paese delle meraviglie e quindi si dà sfogo al lato più stupido di noi stessi, ancora di più di quanto già ognuno di noi non faccia durante il resto dell'anno.

«Stupido è chi lo stupido fa», diceva Tom Hanks in Forrest Gump e se etimologicamente lo «stupido» è chi è ancora in grado, in questi tempi disincantati, di provare stupore, in un bel saggio di Carlo Cipolla (Allegro non troppo) sono descritte le leggi fondamentali della stupidità: secondo l'illustre studioso di storia economica lo stupido è chi fa danno agli altri non ottenendo alcun vantaggio per se stesso, anzi, addirittura subendo una perdita... È per questo che, con tanto di grafici su assi cartesiani, Cipolla riteneva lo stupido più pericoloso del cattivo. E qui non ci dilunghiamo sugli esempi degli atti di stupidità perché ci occorrerebbe l'intero giornale.

La Giornata mondiale della Salute mentale, si celebra ogni anno il 10 ottobre. Oggi ansia, nevrosi, depressione, psicosi, panico, sono vere e proprie patologie generalizzate, che allarmano le famiglie e la società, con opposte tendenze: da un lato c'è chi tende a considerare patologici e quindi da trattare, degli stati emotivi comuni, dall'altro c'è chi sottovaluta segnali estremamente allarmanti che possono sfociare in situazioni serie o gravissime.

Altre giornate relative alla salute durante il mese sono: quella dell'Alimentazione (il 16) quella sulla menopausa (il 18) quella sulla psoriasi (il 29, lo stesso giorno dedicato alla prevenzione dell'ictus).

Il 10 è anche la data in cui si manifesta contro la pena di morte: secondo l'ultimo rapporto di «Amnesty International» nel mondo sono state giustiziate ufficialmente 1.032 persone nel 2016, in 23 Paesi: il novanta per cento delle esecuzioni è avvenuto in Iran, Arabia Saudita, Iraq e Pakistan. «Solo» venti le esecuzioni in cinque Stati degli Usa, dove 2.800 persone sono state condannate a morte anche decenni or sono e sono «in attesa dell'esecuzione».

In Cina, però, i dati sulle condanne capitali sono segreti di Stato e quindi si tace sulle migliaia di persone giustiziate.
Il 23 ricorre la Giornata missionaria mondiale: «In un mondo confuso da tante illusioni, ferito da grandi frustrazioni e lacerato da numerose guerre fratricide che ingiustamente colpiscono specialmente gli innocenti- scrive Papa Francesco nel suo messaggio- i missionari, come il Buon Samaritano, curano le ferite sanguinanti dell'umanità».

Il 31 è la Giornata del risparmio: le somme messe da parte dagli italiani ammontano a circa 4mila miliardi di euro, quasi il doppio dell'immenso debito pubblico (salito, nonostante i tassi a zero sui titoli di Stato, a 2.300 miliardi).
Da ricordare che il 27 ottobre è la data per la «Conservazione del patrimonio audiovisivo», tra cui rientrano le vecchie registrazioni familiari, i cari Super 8 o le cassette con le voci dei genitori, dei nonni e di quando eravamo bambini. Che nostalgia...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400