Sabato 15 Agosto 2020 | 21:53

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
La Puglia resta fuori dai giochi per le alleanze

La Puglia resta fuori dai giochi per le alleanze

 
L'editoriale
Se un altro virus contagia le istituzioni

Se un altro virus contagia le istituzioni

 
l'opinione
Solito Nord neanche ora vuol vedere il Sud crescere

Solito Nord, neanche ora vuol vedere il Sud crescere

 
fase 3
Dal ballo in maschera al ballo a distanza

Dal ballo in maschera al ballo a distanza

 
Il punto
Il riscatto di Bergamo piagata e piegata dal Covid-19

Il riscatto di Bergamo piagata e piegata dal Covid-19

 
L'ANALISI
Ma gli stessi obblighi devono valere anche in Italia

Ma gli stessi obblighi devono valere anche in Italia

 
L'EDITORIALE
Il modello elettorale come capro espiatorio

Il modello elettorale come capro espiatorio

 
Il punto
Perché quei ragazzi senza mascherine

Perché quei ragazzi senza mascherine

 
L'EDITORIALE
Due questioni da risolvere per salvare tutta l'Italia

Due questioni da risolvere per salvare tutta l'Italia

 
L'ANALISI
La scommessa delle elezioni

La scommessa delle elezioni

 
L'EDITORIALE
Dalle mani sulla città alle mani sullo Stato

Dalle mani sulla città alle mani sullo Stato

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari, Romairone a un centimetro ma il nodo Vivarini non è sciolto

Bari, Romairone a un centimetro ma il nodo Vivarini non è sciolto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoa Ferragosto
Tragedia a Palagiano, bimbo di 20 mesi muore annegato in piscina

Tragedia a Palagiano, bimbo di 20 mesi muore annegato in piscina

 
HomeLe dichiarazioni
Bellanova: «Discoteche aperte solo per lobby, è inaccettabile»

Bellanova: «Discoteche aperte solo per lobby, è inaccettabile»

 
NewsweekMusica
La nuova hit estiva di UFO: ecco il rap barese di Mood

La nuova hit estiva di UFO: ecco il rap barese di Mood

 
BrindisiL'incidente
Brindisi, 38enne annega in mare: tragedia all'ex lido Poste

Brindisi, 38enne annega in mare: tragedia all'ex lido Poste

 
FoggiaIl rogo
Incendio a Sant'Agata di Puglia: in fiamme vegetazione in località Monte Ultrino

Incendio a Sant'Agata di Puglia: in fiamme vegetazione in località Monte Ultrino

 
MateraLa tragedia
Perde l'equilibrio e precipita nel vuoto dopo un volo di 6 metri: morta 17enne a Irsina

Perde l'equilibrio e precipita nel vuoto dopo un volo di 6 metri: morta 17enne a Irsina

 
HomeIl bollettino regionale
Coronavirus Basilicata, crescono i contagi: 5 positivi di rientro su 230 tamponi

Coronavirus Basilicata, crescono i contagi: 5 positivi di rientro su 230 tamponi

 
BatIl caso
Barletta, stop al bullismo appello contro le aggressioni: «baby gang scatenate nel centro»

Barletta, stop al bullismo appello contro le aggressioni: «baby gang scatenate nel centro»

 

i più letti

L'Editoriale

Il brutto della Fase 2: liberati ma non liberi

È la fase 2, possiamo uscire, il Paese sta tornando a vivere, e noi come prima cosa vogliamo tornare alle nostre abitudini, alle radici. Qualcosa di strano però c’è

l brutto della Fase 2 liberati, ma non liberi

Ohhhhhhh! Finalmente. Da giorni si esce, liberi, come l’aria, che così, fuori di casa, è un piacere che quasi ci eravamo dimenticati. Dove siete stati domenica? Ora dove andrete domenica prossima? Al mare, al mare. I pugliesi sono fissati per il mare. Perché ne hanno quasi mille chilometri, ma soprattutto perché ce l’hanno dentro proprio. Chiedete a un barese, un barlettano, un polignanese che cosa porta a casa la domenica per il pranzo, cioè per l’antipasto: il crudo; cioè i frutti di mare che qui se ne trovano tanti che uno comincia ad aprire, a sgusciare, e non si ferma più . Ohhhhh!

E adesso potremo sbafarci tutte le volte che vogliamo. È la fase 2, possiamo uscire, il Paese sta tornando a vivere, e noi come prima cosa vogliamo tornare alle nostre abitudini, alle radici. Qualcosa di strano però c’è. Strano, poi... Non come prima, ecco. Quando siamo andati al porto, a Trani, a Bisceglie, a Molfetta, era, come dire…? Il banco di Nicola era al solito posto, però non c’era la gente tutta stretta intorno che si sceglieva, e si accaparrava, noci e vongole, cannolicchi e cozze pelose. Era strano. Le persone c’erano ma stavano lontano, che ne so, due, tre metri l’una dall’altra. E Nicola portava la mascherina, e i guanti di lattice. Allora ci è venuto in mente: fase 2, ma in sicurezza. Lo stanno dicendo tutti: mascherine, guanti, e soprattutto la distanza, la distanza. Come nel Medioevo? Sì, va bene, come nel Medioevo; finché non trovano il vaccino, che forse hanno già trovato, e fra quelli che l’anno trovato, in America, c’è uno scienziato pugliese tifoso della Bari (eh certo) ma finché arriva in farmacia ci vuole un po’ di tempo. Un anno e mezzo, più o meno, così dicono. Fino ad allora, mascherina, guanti e distanza, che in inglese si dice social distancingma uno non capisce perché non si deve dire in italiano che è più chiaro.

Va bene, abbiamo capito, ma queste cose proprio dappertutto le dobbiamo fare? Per esempio, se incontriamo un amico, mettete Onofrio, con cui ci piace parlare perché dice cose interessanti, non dico abbracciarci, perché è molto che non ci vediamo, più di due mesi, ma almeno ci possiamo dare la mano? Noooo! E allora non avete capito niente! La mascherina ce l’avete? Intanto mettetevi la mascherina; e poi con Onofrio potete salutarvi toccandovi il gomito. Avete visto il ministro Di Maio quando è andato all’aeroporto ad accogliere Silvia Romano? Lei poverina, dopo un anno e mezzo che chissà dove è stata voleva dargli la mano ma lui con una mezza piroetta, elegantissima, l’ha schivata e le ha toccato il gomito con il gomito. Galateo, gente, imparate! E menomale che il vostro amico Onofrio queste cose le sa e anche lui vi porge il gomito. Voi però non ci facciamo sempre riconoscere, come direbbe il prof.Galli: mascherina, guanti e distanza. Soprattutto la distanza!

Dice, ma sempre le dobbiamo fare queste cose? Sì-ì! Che poi, scusate: quest’estate volete andare al mare, vero? Sì, oltretutto avete quella villa (40 metri quadri, ditelo) nel villaggio turistico che oggi il mondo è cambiato, signora mia, non è più come una volta che in questi posti d’élite c’era solo la gente perbene: medici, ingegneri, avvocati, al massimo qualche professore. Oggi si trova di tutto, senza più quella differenza che faceva l’educazione. Sì, l’educazione, diciamole le cose come sono. E allora può capitare che nella vostra schiera - che lui chiama la stecca, pensate un po’ - di villette ci sia questo signore, diciamo così, che non si sa da dove viene, come nasce, che si chiama Gnazio, pensate un po’, che è sempre sudaticcio, per non dire un’altra parola, e che quando vi vede che voi andate ad aprire la villa (va bene, sì, 40 metri) viene lì, comincia chiamarvi per nome ad alta voce, che lo sentono anche in piazzetta, e poi vi abbraccia (sempre sudaticcio com’è) e vi bacia anche, come se fosse un pari vostro. E allora volete sapere uno che dice? Meno male che adesso c’è la fase 2 che certamente durerà tutta l’estate, e allora appena lo vedete, Gnazio, sporgete con gesto deciso il braccio in avanti, con la mano bella aperta e dite: Alt! Siamo in fase 2: mascherina, guanti e social distancing (che tanto lui non capisce)! Il professor Lopalco, il professor Burioni, e perfino il presidente del Consiglio ce lo stanno dicendo in tutte le salse! Eccheccosa! È questa gente come Gnazio il vero pericolo della fase 2, vi pare?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie