Martedì 18 Dicembre 2018 | 23:55

A Bari

Prosit: Gianni Ciardo presenta la 'sua' rassegna al Teatro Kismet

Quattro prime nazionali e tre riprese, a giugno 2019 arriva la Rimbamband

Prosit: Gianni Ciardo presenta la 'sua' rassegna al Teatro Kismet

È stata presentata oggi a Bari la stagione teatrale 2018 - 2019 diretta dall’attore e regista Gianni Ciardo che, a partire dal 5 novembre, andrà in scena con la stagione «Prosit» al teatro Kismet Opera del capoluogo pugliese. All’incontro sono intervenuti: Silvio Maselli, assessore alle culture del comune di Bari, Christian Calabrese e Antonio Castorani, per la produzione della stagione, Gianni Ciardo, direttore artistico, e diversi attori impegnati nei diversi spettacoli in cartellone.
«Essere incoerenti può essere una salvezza da quello che è stato e non continuare così a sbagliare», ha detto Ciardo, promettendo, dunque, una kermesse densa di colpi di scena rispetto al passato, ma il cui epicentro è il «Teatro che si fa, e non si dice soltanto. E per chi lo fa Prosit!». Quattro prime nazionali e tre riprese, per Gianni Ciardo che ha annunciato un progetto nuovo di zecca «che - ha svelato per il momento - ha il sapore del teatro, ma anche del cinema».
Organizzato dal Gruppo Ideazione, L’Albero dei Sogni e Puglia cultura e Territorio in collaborazione con il teatro Kismet, il cartellone ideato da Ciardo prevede 8 spettacoli in abbonamento a partire dal 5 novembre con «Landru». Sette gli spettacoli di prosa, più il fiore all’occhiello della Rimbamband (in programma a giugno 2019) che conclude il cartellone allestito da Ciardo, per una stagione che propone prime nazionali dell’attore e autore barese e grandi classici del suo repertorio.
Una stagione nata all’insegna di un ideale brindisi al Teatro che Ciardo chiama «vero», portando il pubblico a vedere la prosa in settimana «dal lunedì al venerdì (con possibilità di scegliere, acquistata la tessera, il proprio giorno preferito) per una volta al mese per sette mesi, a un prezzo davvero eccezionale». Ciardo sarà il mattatore in tutti i lavori teatrali, insieme ai più affezionati compagni di viaggio come Marilù Quercia, Caterina Firinu, Tiziana Gerbino, Vito La Torre, cui si aggiungono new entry come Gabriella Altomare, Antonio Repole, Francesca di Cagno, Germana Genchi, Alessandro Volpe e Valeria Iannone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo