Lunedì 03 Ottobre 2022 | 06:51

In Puglia e Basilicata

Innovazione

«Star Talks: il futuro visto dalle stelle»: il Vivaio digitale di Macnil ospita 6 grandi protagonisti

«Star Talks: il futuro visto dalle stelle»: il Vivaio digitale di Macnil ospita 6 grandi protagonisti

Da marzo a maggio a Gravina in Puglia, il Vivaio Digitale di Macnil Gruppo Zucchetti apre le porte al pubblico e promuove un calendario di talk con ospiti di rilievo nazionale. Si parte il 6 marzo con il regista e attore Sergio Rubini: seguono incontri con la speaker radio Valentina Lo Surdo, lo scrittore Sandro Veronesi, il filosofo Umberto Galimberti, l’architetto e direttore Design della Ferrari Flavio Manzoni. “Star Talks” si concluderà il 22 maggio con Oliviero Toscani.

02 Marzo 2020

Trasformare un luogo di lavoro in un grande teatro moderno aperto all’esterno e convocare alcuni dei più importanti esponenti del mondo delle arti e della cultura, dei media, dell’impresa, del design e della fotografia, per interrogarli e ispirarsi alla loro esperienza e visione di futuro. “Star Talks: il futuro visto dalle stelle” è il nome del nuovo progetto culturale e multidisciplinare
ideato dal Vivaio Digitale, scuola d’impresa e polo attrattivo sulle tematiche dell’innovazione digitale fondato a Gravina in Puglia dall’azienda informatica Macnil Gruppo Zucchetti.

Sei date, sei personaggi, sei esperienze completamente differenti racconteranno sul palco del Vivaio Digitale la loro visione del futuro con la consapevolezza che «per cambiare le nostre abitudini, coltivare una visione e contribuire alla crescita di un territorio – spiega Roberto Rubini, direttore responsabile di Vivaio Digitale – non basta pensare al futuro, ma bisogna agire nel
presente».

La prima stella a illuminare il palco dell’auditorium del Vivaio Digitale sarà l’attore e regista Sergio Rubini, che venerdì 6 marzo (h. 20.00 – 21.30) proverà a declinare la parola “futuro” secondo la sua sensibilità artistica e con la straordinaria capacità narrativa che lo contraddistingue. Seguiranno altri appuntamenti serali: il 20 marzo con Valentina Lo Surdo, musicista e speaker radiofonica di Radio 3; il 2 aprile con lo scrittore Premio Strega 2006, Sandro Veronesi; il 15 aprile con il filosofo Umberto Galimberti; l’8 maggio con l’architetto e designer Flavio Manzoni, direttore del Centro Stile Ferrari di Maranello. Concluderà la prima edizione di “Star Talks” il fotografo Oliviero Toscani il 22 maggio.

Tutti gli incontri si terranno presso la sede del Vivaio Digitale, all’interno del nuovo stabilimento Macnil in via Luigi Pasteur, 26 (Zona P.I.P.) a Gravina in Puglia. Programma e biglietti per “Star Talks” sono disponibili online sul sito: http://www.vivaiodigitale.it/star-talks

Il Vivaio Digitale, fondato nel 2019 nella cosiddetta “Murgia Valley” dalla visione lungimirante di una coppia di imprenditori gravinesi, Nicola Lavenuta e Mariarita Costanza, si propone di diventare una scuola d’impresa e centro catalizzatore per startup e PMI che decidono di investire al Sud.

Il tema del futuro, che abbraccia l’intera programmazione di Star Talks, secondo gli ideatori del progetto, ha radici nel passato e si ispira ad una visione innovativa dell’industria italiana: «Nel concepire l’idea del Vivaio Digitale – spiega Mariarita Costanza, cofounder Macnil Gruppo Zucchetti - abbiamo preso come modello di riferimento il più visionario di tutti gli imprenditori, il
mitico Adriano Olivetti, capace di leggere l’industria come progetto morale e non soltanto come luogo di produzione e profitto. Come ha fatto 60 anni fa Olivetti, anche Macnil vuole aprire le sue porte agli intellettuali e portare in azienda servizi culturali e sociali perché il peso del capitale umano è centrale nel nostro progetto di sviluppo».

Info: www.vivaiodigitale.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725