Giovedì 04 Marzo 2021 | 11:15

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

 
Musica
«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

 
Nuove uscite
«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

 
L'intervista
Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

 
Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 
Musica
«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

 

Il Biancorosso

La trasferta
Bari batte Juve Stabia 2-0. Carrera: ora più in alto

Bari batte Juve Stabia 2-0. Carrera: ora più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barinel Barese
Altamura, ottengono illecitamente contributi agricoltura per 218mila euro: 3 denunce

Altamura, ottengono illecitamente contributi agricoltura per 218mila euro: 3 denunce

 
MateraLotta al virus
Matera, dall'8 marzo via alla campagna vaccinale nel carcere

Matera, dall'8 marzo via alla campagna vaccinale nel carcere

 
LecceOnline il 5 marzo
Altrisguardi e Altrimondi, la rassegna di musica, cinema e arti visive unisce gli studenti da Lecce alla Calabria

Altrisguardi e Altrimondi, la rassegna di musica, cinema e arti visive unisce gli studenti da Lecce alla Calabria

 
BrindisiLa scoperta
Brindisi, sequestrate al porto quasi 2mila paia di Doc.Martens contraffatte: una denuncia

Brindisi, sequestrate al porto quasi 2mila paia di Doc.Martens contraffatte: una denuncia

 
BatII fatti un mese fa
Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

Margherita di Savoia, 24enne morto mentre getta spazzatura: c'è l'inchiesta

 
PotenzaIl caso
Vagoni storici abbandonati sui binari a Potenza: via alla rimozione

Vagoni storici abbandonati sui binari a Potenza: via alla rimozione della motrice Fal

 
Foggianel foggiano
Manfredonia, minacciano tabaccaia con taglierino e fuggono con l'incasso: presi minorenni

Manfredonia, minacciano tabaccaia con taglierino e fuggono con l'incasso: presi minorenni

 
TarantoLotta al virus
Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

 

i più letti

L'appuntamento

Musica Nuda, voce e contrabbasso al Fusco di Taranto in un evento tra prestigio e integrazione

Il duo composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti questa sera in un concerto che non conosce barriere

Musica Nuda, voce e contrabbasso al Fusco di Taranto in un evento tra prestigio e integrazione

È stato il destino a far incontrare Taranto e il percorso artistico dei Musica Nuda, duo composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, non fosse per altro che Petra, pur essendo toscana d’origine, è stata concepita nel capoluogo jonico. I due saranno in concerto stasera alle 21.30 al teatro «Fusco», in occasione del Taranto Jazz Festival, e lo stesso destino è stato protagonista del loro incontro casuale che ha dato vita a un fortunato sodalizio musicale. Nel gennaio 2003, infatti, Petra Magoni doveva andare in tour con un amico chitarrista, che il giorno del debutto si ammalò. Ma anziché annullare la data, chiese a Ferruccio, contrabbassista degli Avion Travel, di sostituirlo. E sul palco l’alchimia fu tale che nel giro di qualche settimana avevano già un intero repertorio e un album che ha dato il nome al loro duo.

Magoni e Spinetti, cosa significa ritornare nella Puglia che tanto amate?
«È la regione del Sud in cui abbiamo suonato di più. Già due anni fa abbiamo avuto l’occasione di esibirci a Taranto, insieme all’Orchestra della Magna Grecia. Poi siamo legati a questa terra: uno dei primi concerti della storia dei Musica Nuda è stato a Polignano a Mare, con ben 14 presenti, compresi i due musicisti. Sono cose che non si dimenticano»

Come state vivendo questo periodo di ripresa?
«È stata un’estate difficile per tutto il settore. Il 19 giugno siamo tornati sul palco: abbiamo deciso di riprendere anche per lanciare un messaggio, che fare musica con le dovute precauzioni è possibile. Gli organizzatori di concerti e festival in questo momento storico sono eroi: non è facile districarsi tra problemi di ordine tecnico e burocratico, ma per noi è stato fondamentale ricominciare per dare un segno di vitalità nei confronti di un settore troppo spesso ignorato. Ci siamo sentiti considerati dei non-lavoratori, non è stato bello»

Cosa vedremo sul palco del Fusco?
«La scaletta la rifiniamo appena qualche ora prima del live. Abbiamo un repertorio di oltre duecento brani, quindi ci piace variare il set ogni volta. Sicuramente una parte di concerto sarà dedicata a un progetto di condivisione splendido, dedicato a persone disabili, anche non udenti, che grazie a uno speciale zainetto che emette vibrazioni potranno “ascoltarci”, aiutati anche da un interprete che tradurrà nel linguaggio dei segni. Sarebbe bellissimo se un’iniziativa del genere diventasse prassi»

Cosa c’è nel futuro dei Musica Nuda?
«Nel 2021 diventeremo “maggiorenni”. Abbiamo tante idee, stiamo cominciando a mettere a fuoco un disco di canzoni per bambini, ispirandoci al mondo di Sergio Endrigo, del Quartetto Cetra, con brani intensi e di spessore, nostri e di amici artisti, da Max Casacci a Simone Cristicchi. Cercheremo di concretizzare tutto nel corso del 2021, per festeggiare i nostri 18 anni insieme»

EVENTO TRA PRESTIGIO E INTEGRAZIONE - Nuovo appuntamento con la musica a Taranto, in occasione del Taranto Jazz Festival. I Musica Nuda questa sera alle 21.30 saranno sul palco del Teatro Comunale Fusco (via Ciro Giovinazzi 49), e contribuiranno a portare avanti uno degli obiettivi dell’amministrazione guidata dal sindaco Rinaldo Melucci: puntare sulla cultura (dal 15 giugno a oggi la città è stata animata da ben sette festival musicali, seguiti con grande interesse dal pubblico). Il tutto, ovviamente, rispettando le regole dettate dall’emergenza sanitaria Covid-19: l’ingresso allo spettacolo di questa sera sarà consentito solo su prenotazione, tramite l’acquisto del biglietto (25 euro + un euro di prevendita su platea; 20 euro + un euro di prevendita su galleria. Il ticket include una consumazione a scelta tra un calice di vino e una birra).

I biglietti sono disponibili al Box Office Taranto, ai numeri 392 0119199 / 099 4540763, e al Teatro Fusco.
Un evento speciale, anche perché è stata coinvolta l’associazione Movidabilia, che consentirà la fruizione dello spettacolo davvero a tutti, senza discriminazioni. Sarà infatti presente, per la prima volta in un teatro, lo zainetto vibrante Subpac, che permette alle persone non udenti di percepire le vibrazioni della musica e «ascoltare» in qualche modo la performance, oltre a un interprete che tradurrà i testi delle canzoni nel linguaggio dei segni.
Grande gioia da parte del Comune di Taranto che è riuscito ad avere di nuovo in città il duo composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti: nel corso degli anni hanno portato il progetto in giro per il mondo, raggiungendo anche l’Olympia di Parigi e l’Hermitage di San Pietroburgo. Sono stati ospiti del Tanz Wuppertal Festival di Pina Bausch e, sempre in Germania, hanno aperto i concerti di Al Jarreau. Ulteriori dettagli sulla pagina www.facebook.com/tarantojazzfestival

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie