Venerdì 22 Gennaio 2021 | 14:47

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

 
Il video
«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

 
Musica
«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

 
Il disco
Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

 
La notizia
È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

 
Musica
Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

 
L'intervista
Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

 
Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

 
La rassegna
Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

 
Inediti e rarità
Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
LecceL'iniziativa
«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

 
Barinel Barese
Modugno, 51enne si sente male in casa: cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

Modugno, 51enne si sente male in casa, cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
FoggiaIl caso
Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

L'intervista

I Coma_Cose a Bari: un album che invita a non avere paura, sognando un duetto con Fabri Fibra o la Nannini

Il duo sarà al Demodé Club di Modugno sabato 13 aprile per presentare il disco d'esordio "Hype Aura"

I Coma_Cose a Bari: un album che invita a non avere paura, sognando un duetto con Fabri Fibra o la Nannini

Saranno sabato 13 aprile al Demodé di Modugno (Ba) per presentare l'album "Hype Aura", uscito lo scorso 15 marzo: sono i Coma_Cose, Fausto (Lama) e Francesca (California), che stanno portando sui palchi di tutta Italia un sound tra downtempo e psichedelie beatleasiane, e testi caratterizzati da giochi di parole, ormai diventati il loro marchio di fabbrica. Li abbiamo intervistati facendo due chiacchiere con Francesca per scoprire qualcosa di più sul disco e su quello che stanno proponendo sul palco ai loro fan.

Siete in giro già da qualche giorno, come sta andando questo tour?

«Sicuramente abbiamo fatto un grosso upgrade rispetto alla tornata iniziale di concerti. Lo scorso anno siamo stati su e giù per l'Italia in una settantina di date, ma in maniera un po' punk, eravamo in 4, io, Fausto, il batterista e il fonico, ci spostavamo in treno. Con l'uscita del disco abbiamo deciso di creare una cosa più strutturata: abbiamo pianificato una produzione, ci seguono i ragazzi che curano Caparezza. Led con contenuti ideati da noi, disegno luci, e nella formazione sul palco abbiamo aggiunto un polistrumentista, che suona tastiere, basso e chitarra»

L'album sta avendo un bel successo, avete due singoli ("Via Gola" e "Granata") in rotazione in radio: che feedback state ricevendo?

«Molto positivi. Il fatto che ci siano due canzoni in radio è una bella soddisfazione, non ce l'aspettavamo. Quando cresci cominciano ad arrivare anche le critiche, ma va benissimo, sono sinonimo di crescita. Avevamo sempre proceduto con dei singoli, poi l'estate scorsa mentre eravamo in tour abbiamo ricevuto tanti stimoli e deciso di fare un disco, con un concept dietro, e questo sta arrivando alle persone»

Siete famosi per questi giochi di parole, tra cui il titolo dello stesso album "Hype Aura", come nascono? Vi vengono in mente e li annotate da qualche parte per poi inserirli nelle canzoni?

«Funziona esattamente così. Sono annotazioni anche di lunga data, Fausto ne ha alcune da 3-4 anni, è un continuo accumulare frasi e giochi di parole, che pian piano trovano la loro connotazione nei brani. Ci diverte molto. Nel mezzo dei discorsi seri ci piace comunicare così»

A proposito dei fan, avete uno zoccolo duro che vi segue dagli esordi, ma ora il pubblico si sta allargando: come la vivete?

«La scommessa di esibirci su palchi grossi era forte, a volte quando arriviamo in alcune location ci guardiamo e ci chiediamo se riusciremo a riempirle. È bello perché con i fan di lunga data abbiamo un rapporto, anche grazie ai social, oggi ci sono molti ragazzi giovani, all'inizio ci seguivano i 25enni, fino a persone di 50 anni. Nelle prime file ora notiamo adolescenti, ed è molto bello»

Come avete deciso di vivere solo di musica?

«Io e Fausto ci siamo conosciuti quattro anni fa, io facevo tutt'altro ed ero un po' stufa, avevo bisogno di un cambiamento, mentre lui fa musica da tanti anni, a 15 anni ha cominciato con il rap, poi è passato al rock psichedelico. Iniziammo a parlare, lui mi raccontò il progetto che aveva in mente e io sono stata la sua confidente, gli proponevo alcune mie amiche per cantare, ma una volta che abbiamo cominciato a incidere, per gioco, non abbiamo più smesso»

Meglio il palco o chiudervi in studio per incidere?

«Sono due cose belle entrambe: quando ti chiudi in studio c'è più raccoglimento, solitudine, si tirano fuori le cose dal profondo. Sul palco coroni un po' tutto il progetto, siamo entrambi molto gasati nel ricevere il riscontro del pubblico»

Oggi la musica italiana vive un momento felice: con chi vi piacerebbe un featuring?

«Ci pensiamo da qualche anno, abbiamo pareri contrastanti. A me piacerebbe Fabri Fibra, oppure Gianna Nannini, uscirebbe fuori qualcosa di particolare»

Quale messaggio, allora, volete lanciare con Hype Aura?

«Il disco parla di noi. Diamo la nostra lettura del disco nell'ultima traccia. Parla di vita, di sensazioni, di buttarsi. Di non avere paura della paura»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie