Venerdì 18 Gennaio 2019 | 01:59

LETTERE ALLA GAZZETTA

In politica bisogna fare spazio ai giovani

Quando il premier Renzi, nelle battute finali dell'incontro alla Leopolda, ha ricordato ai suoi maggiori oppositori della minoranza Pd, D’Alema-Bersani che la riforma costituzionale comunque è diventata legge anche grazie ai loro voti, e che per evitare una ulteriore spaccatura tra le parti è stata modificata anche la legge elettorale, l'«Italicum», che Cuperlo ha approvato ritenendo che fosse stato fatto un notevole passo avanti per le richieste avanzate, pensavo che la ferita si stesse rimarginando e che il partito si potesse ricompattare dando un segnale di unità e quindi di sostegno ad un giovane premier che vuole cambiare e vuole soprattutto fare. Niente di tutto ciò. Come al solito la perdita di visibilità, di potere influiscono negativamente sui rapporti interni, perché non si vuole capire ed accettare che come in tutte le carriere, anche in quella politica occorre mettersi da parte e dare spazio ai giovani.

Michele Palumbo, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400