Martedì 18 Maggio 2021 | 19:49

Il Biancorosso

Serie C
Calcio, ecco la storia di Bari-Foggia

Calcio, ecco la storia di Bari-Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariEdilizia giudiziaria
Bari, il polo penale raddoppia a Poggiofranco

Bari, il polo penale raddoppia a Poggiofranco

 
Leccenel leccese
Muore il frate contagiato a Parabita, religiosi in quarantena

Muore il frate contagiato a Parabita, religiosi in quarantena

 
Potenzacovid
E anche in Basilicata i contagi continuano a calare

E anche in Basilicata i contagi continuano a calare

 
PotenzaCovid
Basilicata, scuole superiori da domani in presenza al 100%

Basilicata, scuole superiori da domani in presenza al 100%

 
Tarantoambiente
Taranto, sequestrata discarica di  rifiuti pericolosi

Taranto, sequestrata discarica di rifiuti pericolosi - IL VIDEO

 
BatAd Andria
Arsenale sequestrato a ex gip, De Benedictis ammette: «Mie solo alcune di quelle armi»

Arsenale sequestrato a ex gip, De Benedictis ammette: «Mie solo alcune di quelle armi»

 
BrindisiTerritorio
Torre Guaceto tra le migliori aree protette dell’intero Mediterraneo

Torre Guaceto tra le migliori aree protette dell’intero Mediterraneo

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

L'incredibile rinascimento del tatuaggio

Nella società globalizzante e totalizzante in cui viviamo, l’uomo cerca in tutti i modi di rincorrere la visibilità agli altri. Ecco perché diventa sempre più di moda il tatuaggio, praticato già nell’antichità per scopi differenti nelle diverse civiltà. I greci usavano tatuaggi per comunicare nel mondo dello spionaggio, i romani li usavano per segnare criminali e schiavi.
Per gli studiosi di psicologia, sociologia e antropologia, il tatuaggio è una specie di atto del pensiero che viene impresso sulla pelle e che rispecchia l’ansietà dell’uomo contemporaneo. Intorno a noi, è tutto un mondo di braccia, gambe, collo, volto decorati con le più strane figure.
Se è vero che si è di fronte al «rinascimento del tatuaggio», come afferma Fulvio Tassi nel libro omonimo, e che stilisti di fama mondiale abbinano le loro creazioni a modelle anoressiche tatuate, non facciamoci prendere dallo sconcerto, come fanno alcuni, di fronte al dilagare di un tale fenomeno, segno dei tempi! Ma, nel contempo, pur comprendendone le ragioni, non lasciamoci trascinare dai conseguenti prodotti consumistici immessi sul mercato!

Mario Conforti, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie