Martedì 16 Ottobre 2018 | 07:48

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Inseguimento ad Andria

Fugge con camion rubato
e sventra cancello di una villa

Inseguimento per diversi chilometri alla periferia della città anche con l'intervento di un elicottero: in manette un 43enne di Conversano

Inseguimento mozzafiato alla periferia di Andria di un camion rubato che ha fermato la sua corsa abbattendo la recinzione di una villa. In manette è finito un 43enne di Conversano, sottoposto all'avviso orale, che si è reso protagonista di una fuga rocambolesca sulla statale 231. Il mezzo pesante, una motrice, è stato intercettato dai Carabinieri dopo la segnalazione di un istituto di vigilanza privata che aveva comunicato la presenza di targhe palesemente false.

Il mezzo pesante, che procedeva in direzione opposta alla pattuglia dell'Arma, all'altezza della contrada Paparicotta, ha ignorato l'alt dei militari che nel frattempo lo avevano raggiunto. Si è innescato, così, un pericoloso inseguimento, protrattosi per diversi chilometri, durante il quale il conducente del mezzo pesante non ha esitato a percorrere tratti di strada contromano e a tentare più volte di speronare l'auto dell'Arma, tanto da rendere necessario, a questo punto, anche l’intervento di un elicottero. Quindi ha proseguito per la strada di Castel del Monte e successivamente ha imboccato quella di Corato, ove percorsi diversi chilometri e addentratosi in strade secondarie, si è trovato la strada sbarrata dalla cancellata di una villa.

A questo punto il conducente, senza alcuna esitazione, ha aumentato la velocità, puntando contro il cancello, che è stato letteralmente abbattuto e, dopo aver percorso un tratto di giardino, si è schiantato contro il fianco della costruzione. L’impatto è stato violento e lo stesso conducente, nonostante il trauma subito per l'urto, è sceso dal messo nel tentativo di allontanarsi ma è stato subito catturato. Gli accertamenti hanno consentito di accertare che il mezzo condotto dal 43enne, un Iveco Magirus, su cui erano state apposte delle targhe palesemente false, era stato rubato poco prima a Lucera (FG).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Donald Trump in partenza per la Florida

Donald Trump in partenza per la Florida

 
Rocco Casalino all'esterno di palazzo Chigi

Rocco Casalino all'esterno di palazzo Chigi

 
L'arcobaleno su Palma di Maiorca

L'arcobaleno su Palma di Maiorca

 
L'aurora boreale nel cielo di Reykjanesbaer (Islanda)

L'aurora boreale nel cielo di Reykjanesbaer (Islanda)

 
La torre di Camp Adventure (Danimarca) in costruzione

La torre di Camp Adventure (Danimarca) in costruzione

 
Manifestazione lavoratori edili a Bellinzona

Manifestazione lavoratori edili a Bellinzona

 
La pesca della carpa nello stagno di Velky Tisy (Rep. Ceca)

La pesca della carpa nello stagno di Velky Tisy (Rep. Ceca)

 
Papa Francesco incontra fedeli El Salvador in Vaticano

Papa Francesco incontra fedeli El Salvador in Vaticano

 

GDM.TV

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 
Intitolazione caserma a Marzulli, Decaro: «Lui era davvero un galantuomo»

Squillo di tromba e commozione
per la caserma dedicata a Marzulli

 

PHOTONEWS