Venerdì 30 Settembre 2022 | 17:59

In Puglia e Basilicata

Il caso

Lecce, scritte no vax sui muri di una scuola: la denuncia dell'Anp

«È necessaria una campagna orientata a studenti e famiglie per vincere dubbi e resistenze e raggiungere la maggiore sicurezza possibile nelle scuole»

19 Agosto 2022

Redazione online

LECCE - Attacco novax ad una scuola di Lecce: a denunciarlo in una nota è l'Anp Puglia. «È necessaria una campagna orientata a studenti e famiglie per vincere dubbi e resistenze e raggiungere la maggiore sicurezza possibile nelle scuole». L'associazione nazionale presidi di Puglia ha divulgato anche le foto delle scritte no vax apparse sui muri delle scuola Ammirato-Falcone di Lecce.

«Le foto allegate parlano da sole: le istituzioni pubbliche, come le scuole, che sono state in prima fila nella lotta al Covid, sono ancora oggetto di attacchi incivili. D'altro canto, sull'episodio segnalato si può senz'altro dire che gli autori sono certamente appartenenti ad una ristretta minoranza: ma va anche considerato che la loro capacità di urlare e di farsi notare con questi mezzi da condannare rischia di fare proseliti, in un momento in cui abbassare la guardia contro il virus è sicuramente la cosa peggiore che si possa fare. Specialmente in un settore come la scuola, densamente popolato da milioni di soggetti che trascorrono inseme gran parte della loro giornata e inevitabilmente per quante cautele e misure di prevenzione si possano adottare, interagiscono fra loro mettendo a rischio la loro salute e quella di coloro che incontrano una volta fuori dalle scuole.
Per questo ANP Puglia, insieme ad autorevoli esponenti del mondo sanitario come il Prof. Nicola Laforgia del Policlinico di Bari e i pediatri del suo staff, promuoveranno una campagna di sensibilizzazione per la vaccinazione anti Covid nelle scuole, a partire da settembre prossimo» si legge nella nota. 

«Nei documenti emanati dalle autorità sanitarie in materia di prevenzione del Covid - sostiene l'Anp - nelle scuole non vi siano novità ma solo cose scontate e arcinote, sia pure importanti, come la necessità di assicurare ricambio dell'aria, pulizia di ambienti e igiene personale, distanziamento, uso delle mascherine ove necessario. Nel contempo c'è una grande assenza: non si parla di vaccinazione per gli alunni. Se si considera che una parte considerevole dei ragazzi vaccinati è uscita dalle scuole (quelli che hanno sostenuto gli esami di maturità) il tasso dei vaccinati a inizio anno scolastico è stimabile tra il 30 e il 50%: troppo pochi. Va a nostro avviso intrapresa una campagna vaccinale di massa nelle scuole, preceduta da azioni di informazione scientifica e orientamento per gli alunni e le loro famiglie: solo così si potranno affrontare al meglio eventuali nuove ondate di Covid in autunno. E l'ANP Puglia si impegna sin da ora per realizzarla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725