Lunedì 21 Ottobre 2019 | 09:08

NEWS DALLA SEZIONE

IL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
Un 67enne
Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

 
La tragedia
Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

 
ESERCITO
Lecce, il 31° Reggimento carriha un nuovo comandante

Lecce, il 31° Reggimento carri ha un nuovo comandante

 
la mossa del sindaco
Otranto, sotto esame l’idea dei pontili aperti

Otranto, sotto esame l’idea dei pontili aperti

 
Migranti
Salento, due sbarchi in poche ore: in 81 arrivano a bordo di una barca a vela

Salento, due sbarchi in poche ore: in 81, tra curdi e iracheni, a bordo di un veliero

 
I soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
L'intesa
Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

 
Incidente mortale
Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

 
in salento
Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

 
era in ospedale
Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl contest
Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

 
TarantoLa visita
Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Nel Salento

Lieto evento a Torre S.Giovanni: la tartaruga depone 97 uova

Dopo la deposizione il nido è stato spostato di 20 metri perché troppo vicino al mare

Anche Ugento, ora, ha il suo nido di tartarughe da proteggere. Custodi speciali, il guardiano notturno di uno stabilimento balneare e un ambulante indiano: sono stati loro, per primi, ad accorgersi della presenza della Caretta caretta e delle sue 97 uova. Ora si attende il compiersi del “miracolo” della vita: la schiusa e l’istintivo dirigersi delle piccole tartarughe verso il mare.

La scoperta in località Fontanelle, sul tratto di spiaggia libera tra il “Vivosa” e il “Coco Loco”, nella notte tra giovedì e venerdì. Un ambulante originario dell’India, che stava dormendo nella sua tenda sulla spiaggia, ha sentito i rumori della tartaruga marina, che stava uscendo dall’acqua. L’uomo ha allertato il guardiano notturno dello stabilimento del Vivosa, Francesco Primoceri, che a sua volta ha chiesto l’intervento del Centro di recupero delle tartarughe marine di Calimera e della Asl. Las tartaruga, nel frattempo, dopo aver lasciato il suo «tesoro» sotto una coltre di sabbia ha ripreso il mare.

Sul posto è giunto il responsabile del Centro, Piero Carlino, che ha individuato e lo ha spostato. La tartaruga aveva deposto a circa quattro metri dal bagnasciuga, in una posizione a rischio allagamenti. Per questo il nido è stato spostato a una ventina di metri dalla riva e messo al sicuro. Ad assistere all’operazione c’erano il dottor Remigio Venuti, direttore dell’Area A, e l’ispettore Gianluca Riso, tecnico della prevenzione dell’Area C del Dipartimento di Prevenzione della Asl di Lecce. Informata anche la capitaneria di porto. «Abbiamo tutti preso a cuore il nido - racconta il guardiano Francesco Primoceri - io, i colleghi e il venditore ambulante indiano. Vigileremo affinché non accada nulla di spiacevole. Non vediamo l’ora che arrivi settembre per assistere al meraviglioso spettacolo della schiusa». Con quello di Torre San Giovanni, salgono a quattro i nidi: due sono a Gallipoli, il terzo a Pescoluse.

(in foto Piero Carlino, responsabile del centro recupero tartarughe marine)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie