Lunedì 21 Giugno 2021 | 23:50

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

 
Il caso
Foggia, atti vandalici al «Parco città»

Foggia, atti vandalici al «Parco città»

 
La tragedia
Carpino, scontro col furgone: muore anziana coppia

Carpino, scontro col furgone: muore anziana coppia

 
sangue sulle strade
Pedone 70enne travolto e ucciso da auto a Foggia

Pedone 70enne travolto e ucciso da auto a Foggia

 
l'incidente
Foggia, divampa rogo vicino a ghetto migranti: due intossicati

Foggia, divampa rogo vicino a ghetto migranti: due intossicati

 
Covid
Puglia, 3.157.341  le dosi di vaccino somministrate fino ad oggi i

Puglia, 3.157.341  le dosi di vaccino somministrate fino ad oggi - Stabile al 3% occupazione terapie intensive

 
L'inchiesta
Foggia, mazzette anche a Pompei

Foggia, mazzette anche a Pompei

 
lieto fine
Zapponeta, bimbo in asfissia salvato dai soccorritori

Zapponeta, bimbo in asfissia salvato dai soccorritori

 
Serie C
Calcio, Zeman torna al Foggia: i tifosi rossoneri tornano a sognare

Calcio, Zeman torna al Foggia: i tifosi rossoneri cominciano a sognare

 
L'incidente
Foggia, impatto tra due mezzi pesanti: traffico in tilt sulla SS16

Foggia, impatto tra due mezzi pesanti: traffico in tilt sulla SS16

 
La novità
San Severo , si parte con la sede di via Terranova per il commissariato di polizia

San Severo , si parte con la sede di via Terranova per il commissariato di polizia

 

Il Biancorosso

Calcio
Michele Mignani

Il Bari si affida a Mignani: è lui il nuovo allenatore

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceil fenomeno
Lecce,  volontari croce rossa

Castro, sbarco di migranti vicino la grotta Zinzulusa

 
BariIl caso
Bari, allarme in città, tre donne picchiate

Bari, allarme in città, tre donne picchiate

 
MateraIl caso
Montalbano pronta a dire no alle scorie

Montalbano pronta a dire no alle scorie

 
PotenzaIl caso
Potenza, frenata sull’acqua cara

Potenza, frenata sull’acqua cara

 
TarantoIl fatto
Taranto, Bus in fiamme ai Tamburi

Taranto, bus in fiamme ai Tamburi

 
BrindisiIl fatto
Fasano, il navigatore «tradisce» camionista traffico in tilt

Fasano, il navigatore «tradisce» camionista traffico in tilt

 
Batil caso nella Bat
Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

 
FoggiaIl caso
Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

 

i più letti

La protesta

Conclusa a Foggia la manifestazione «No Landella Day»

Associazioni e movimenti contro la revoca delle dimissioni del sindaco

Foggia - Manifestazione di associazioni e movimenti dinanzi a Palazzo di Città. La possibile revoca delle dimissioni da parte del sindaco Franco Landella ha acceso gli animi in alcuni ambienti cittadini. «Da 7 anni assistiamo alla peggiore esperienza amministrativa del capoluogo. Negli ultimi mesi e ancor di più nelle ultime settimane l’amministrazione guidata da Landella non solo sta dimostrando tutta la sua inadeguatezza, ma ha dato prova di essere guidata da personaggi che utilizzano la politica e le istituzioni per gestire affari illeciti»: questa l'ispirazione del «No Landella Day – Mandiamoli a casa!» tenuta sotto l'occhio vigile di polizia e carabinieri.

«Fuori la mafia dal Comune», «La cittadinanza è l’opposizione: mandiamoli a casa». Sono solo alcuni degli striscioni esposti nel corso della manifestazione. In circa trecento hanno partecipano al sit-in di protesta pacifico. «Dobbiamo evitare a tutti i costi che il sindaco ritiri le dimissioni, ricomponga la maggioranza e riprenda in mano le sorti di questa città», ha detto Mario Nobile, segretario provinciale di Sinistra Italiana. «Ormai l’amministrazione Landella è finita - dice invece il segretario cittadino del Pd, Davide Emanuele.

Al Comune di Foggia dal 9 marzo scorso è al lavoro la commissione del Viminale che avrà il compito di accertare presunte infiltrazioni mafiose nell’attività amministrativa. Nelle scorse settimane, inoltre, sono stati arrestati tre consiglieri comunali della maggioranza di centrodestra: prima Bruno Longo, per una presunta tangente di 35 mila euro versata da un imprenditore per vedersi sbloccare il pagamento di una fattura, poi Leonardo Iaccarino e Antonio Capotosto, accusati a vario titolo di corruzione, tentata induzione indebita e peculato. Infine, il 4 maggio, sono arrivate le dimissioni del sindaco Landella, il quale il primo maggio aveva subito anche una perquisizione a casa nel corso della quale i poliziotti hanno sequestrato il suo cellulare e quello della moglie (dipendente comunale).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie