Giovedì 13 Maggio 2021 | 01:50

NEWS DALLA SEZIONE

I numeri
Vaccini, consegnate 141mila dosi Pfizer in Puglia

Vaccini, consegnate 141mila dosi Pfizer in Puglia: prima in Italia con 96,1% somministrazioni

 
Lotta al virus
Vaccini in Puglia, quasi 1,7 mln di dosi somministrate. Isole Tremiti verso il Covid Free

Vaccini in Puglia, quasi 1,7 mln di dosi somministrate. Isole Tremiti verso il Covid Free

 
Il bollettino nazionale
Covid in Italia, 7.852 nuovi casi e 262 morti nelle ultime 24 ore

Covid in Italia, 7.852 nuovi casi e 262 morti nelle ultime 24 ore

 
Covid
Basilicata, continua a calare il numero di positivi

Basilicata, continua a calare il numero di positivi - LE FOTO

 
Lotta al virus
Vaccini: Puglia al top, da domani prenotazioni per 57enni e 56enni. Più dosi di Pfizer-Moderna a medici famiglia

Vaccini: Puglia al top, da domani prenotazioni per 57enni e 56enni. Più dosi di Pfizer-Moderna a medici famiglia

 
Il bollettino regionale
Coronavirus Puglia, su 10932 tamponi 615 positivi (5,6%), aumentano i morti: 36 in un giorno

Covid, su 10932 tamponi 615 nuovi positivi (5,6%). Aumentano i morti: 36 in un giorno. E da lunedì anche in Puglia prenotazioni per i 40/49enni

 
Il virus
Vaccini in Puglia, dosi a fasce produttive entro giugno: prima tocca ai fragili. Furbetti? Chiarimenti in corso

Vaccini in Puglia, dosi a fasce produttive entro giugno: prima tocca ai fragili. Furbetti? Chiarimenti in corso

 
Lotta al virus
Covid Puglia, scende occupazione posti letto in Intensiva: 29%. Emiliano: «Coprifuoco va tolto per gradi». Vaccini: prima dose per il 30% dei pugliesi

Covid Puglia, scende occupazione posti letto in Intensiva: 29%. Emiliano: «Coprifuoco va tolto per gradi». Vaccini: prima dose per il 30% dei pugliesi

 
La decisione
Basilicata gialla ma 4 comuni in zona rossa: l'ordinanza di Bardi

Basilicata gialla ma 5 comuni in zona rossa: l'ordinanza di Bardi

 
Lotta al virus
Vaccini in Puglia, domani toccherà a 59enni e 58enni: saranno in 1.600

Vaccini in Puglia, domani toccherà a 59enni e 58enni: saranno in 1.600

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAmbiente
Ex Ilva, esposto in Procura sugli attuali livelli di inquinamento

Ex Ilva, esposto in Procura sugli attuali livelli di inquinamento

 
BatL'appuntamento
«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

 
FoggiaIl caso
Arresti al Comune di Foggia: consigliere indagato ancora ricoverato

Arresti al Comune di Foggia: consigliere indagato ancora ricoverato

 
BariL'iniziativa
Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

 
BrindisiL'inchiesta
Corruzione, gip concede domiciliari a giudice arrestato

Corruzione, gip concede domiciliari a giudice arrestato

 
Lecceil progetto
San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

 
PotenzaCovid
Basilicata, continua a calare il numero di positivi

Basilicata, continua a calare il numero di positivi - LE FOTO

 
PotenzaLa condanna
Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

 

i più letti

Lotta al virus

Covid 19, Asl Bari tra i primi a somministrare i monoclonali a casa

L'assessore Lopalco: è una opportunità di cura in più

BARI -  Dopo l’avvio dei primi trattamenti ospedalieri il 31 marzo scorso, «la Asl di Bari è tra le prime in Italia, e la prima in Puglia, ad avviare cure anti Covid con la terapia degli anticorpi monoclonali anche ai pazienti positivi che sono casa». «La Puglia - commenta l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco - in questo momento è una delle pochissime regioni italiane ad aver messo a punto un innovativo protocollo operativo per aiutare i pazienti positivi a curare la patologia da Covid ricorrendo ai farmaci monoclonali somministrati direttamente a domicilio. È un’opportunità in più rispetto alle somministrazioni che vengono già eseguite in ambiente ospedaliero».

«La possibilità di curare i pazienti a casa come se fossero in ospedale, e con la stessa sicurezza, si innesta in quel processo mirato a rafforzare i servizi sanitari territoriali ed essere sempre più vicini ai bisogni delle persone - conferma il dg Asl Bari, Antonio Sanguedolce - siamo partiti dalla diagnosi della patologia Covid oggi migliore grazie alla recente dotazione di ecografi portatili, saturimetri palmari e kit tamponi per i medici Usca fino ad arrivare ora al trattamento terapeutico con monoclonali».
Ad eseguire le somministrazioni domiciliari sarà una equipe di Medici Specialisti in Anestesia e Rianimazione, operanti nella Unità operativa di Fragilità e Complessità Assistenziale della Asl, coordinati dal dottor Felice Spaccavento. 

Per richiedere i farmaci direttamente a domicilio, senza  muoversi da casa, basta compilare una scheda online o facendo una telefonata. Si chiama “Pronto Farmaco ASL Bari” il nuovo servizio di prenotazione e consegna a domicilio dei farmaci erogati in distribuzione diretta avviato sperimentalmente dall’Area Farmaceutica Territoriale, dal 3 marzo scorso, dopo il via libera della Direzione Generale. Quasi 900 le consegne già effettuate in meno di due mesi di attività, con una media di 25 pacchetti al giorno, circa 125 a settimana distribuiti nell’area di competenza: la città di Bari, comprese le frazioni di Santo Spirito e Palese, e i comuni di Modugno e Bitritto.

Ad usufruirne pazienti oncologici o cronici che necessitano di farmaci periodicamente e con regolarità e che, in questo modo, possono evitare di recarsi nella Farmacia territoriale dell’ex CTO. Il servizio, infatti, nasce dall’esigenza di rispettare le regole anti-contagio, limitando la presenza di utenti che accedono alla farmacia per il ritiro diretto di farmaci e ausili protesici e consentendo così di mantenere il distanziamento sociale. «Il nuovo servizio – spiega la dr.ssa Stefania Antonacci, direttore dell’Area Farmaceutica Territoriale – è aggiuntivo rispetto alla distribuzione diretta nella nostra farmacia e ha una doppia finalità: limitare le presenze di utenti e venire incontro alle esigenze della fascia d’utenza più fragile, in particolare pazienti oncologici oppure affetti da patologie croniche come la SLA, con maggiori difficoltà di spostamento».

Due le modalità per prenotare il proprio farmaco, comodamente da casa: la piattaforma online su cui compilare l’apposita scheda oppure telefonicamente. Tempi rapidi anche per la consegna: «In due tre giorni – conferma Antonacci - le nostre farmaciste assicurano la preparazione e l’invio dei farmaci. E’ il tempo necessario, di cui viene dato conto automaticamente già in fase di prenotazione, per verificare la prescrizione presentata dallo stesso utente, controllandone l’appropriatezza prescrittiva dal punto di vista terapeutico e della posologia». Solo quando ogni passaggio è completato, il pacchetto viene confezionato con i dati identificativi del destinatario e affidato al vettore del servizio di consegna che lo recapita in giornata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie