Sabato 01 Ottobre 2022 | 10:31

In Puglia e Basilicata

Volontariato

I cani randagi del Kosovo cercano casa a Bari

I militari della Kfor chiedono aiuto alla Lav

06 Maggio 2021

Rita Schena

Bari - È arrivato in Puglia dal Kosovo. Con due occhioni neri spaventati di chi non sa ancora cosa sta succedendo. Darko ora ha la possibilità di una nuova vita, dalle strade kosovare dove viveva randagio all’affetto di una famiglia che lo ami per sempre. Tutto anche grazie alla Lav. 

Gli occhi grandi di Darko, scurissimi come il suo nome, raccontano una storia che viene da lontano. È un cucciolone già provato dalla vita. È stato trovato all’età di due mesi insieme ad altri cinque cani lo scorso novembre, scheletrico e affamato, sotto un cespuglio, da alcuni militari del  contingente italiano della KFor - Kosovo Force, la missione di pace della Nato. I nostri militari hanno allertato la Lav e il tam tam di aiuto ha fatto il suo corso attraversando l’Adriatico. Darko è dunque arrivato in Puglia, preso in consegna dai volontari e portato in una struttura, in provincia di Roma, dove l’educatrice cinofila Lav, Amelia, si sta prendendo cura di lui, per prepararlo all’inserimento in una famiglia. 

A fine maggio sempre a Bari arriveranno gli altri 5 cani che erano con Darko. L’iniziativa è solo una parte della collaborazione che la Lav sta sviluppando in Kosovo in collaborazione con l’Associazione Trentino con i Balcani – ATB, e la Fondazione per i Diritti degli Animali in Kosovo: lo scorso mese sono stati inviati 100 vaccini e antiparassitari a favore dei cani di strada kosovari per cercare di combattere il randagismo e aiutare le istituzioni locali. Le associazioni italiane stanno anche inviando  cibo e fondi per finanziare la sterilizzazione, la microchippatura e la vaccinazione.

Contemporaneamente è partita la campagna per trovare una famiglia a Darko. «È un po’ timoroso come è naturale, ma si è dimostrato subito buonissimo - racconta la sua educatrice – nei giorni sta acquistando fiducia e prendendo confidenza con il nuovo ambiente. Ha un carattere docile ed estremamente socievole, ma è anche estremamente ricettivo e sta rapidamente imparando ad andare al guinzaglio. Siamo certi che non sarà difficile per lui ambientarsi in una famiglia e, anzi ci auguriamo che arrivino presto delle richieste di adozione». Per informazioni: adozioni@lav.it.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725