Lunedì 21 Ottobre 2019 | 22:29

NEWS DALLA SEZIONE

la tragedia nel 2017
Bari, fece uccidere ex amante davanti all'Amiu: chiesto ergastolo per imprenditrice

Bari, fece uccidere ex amante davanti all'Amiu: chiesto ergastolo per imprenditrice

 
il fenomeno
Bari, ecco i contrabbandieri della porta accanto

Bari, ecco i contrabbandieri della porta accanto

 
l'operazione
Bari, cc scoprono deposito di armi e droga in via Dante: arresti

Bari, cc scoprono deposito di armi e droga in via Dante: arresti

 
la premiazione
Bergamo: il miglior assaggiatore italiano di Gorgonzola Dop è di Ruvo di Puglia

Bergamo: il miglior assaggiatore italiano di Gorgonzola Dop è di Ruvo di Puglia

 
al Miulli
Acquaviva, rubavano chiavi di casa nelle macchine parcheggiate fuori dall'ospedale: 3 arresti

Acquaviva, rubavano chiavi di casa nelle auto in sosta fuori dall'ospedale: 3 arresti

 
Il contest
Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

 
su corso Vittorio Emanuele
A Bari spunta una giostra dell’800 per combattere la Sma

A Bari spunta una giostra dell’800 per combattere la Sma

 
La testimonianza in tv
L'eroe di Alberobello: «Giuseppe salvò la mia bimba nel naufragio della Costa Concordia»

L'eroe di Alberobello: «Giuseppe salvò la mia bimba nel naufragio della Costa Concordia»

 
Il fenomeno
Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl Riesame
Ginosa, truffa comunitaria: Tribunale annulla sequestro azienda imballaggi

Ginosa, truffa comunitaria: Tribunale annulla sequestro azienda imballaggi

 
Barila tragedia nel 2017
Bari, fece uccidere ex amante davanti all'Amiu: chiesto ergastolo per imprenditrice

Bari, fece uccidere ex amante davanti all'Amiu: chiesto ergastolo per imprenditrice

 
Leccenel Salento
Slot gestite da banda vicina alla Scu: GdF sequestra beni per 12mln di euro a 3 fratelli

Lecce, slot gestite da banda vicina a Scu: GdF sequestra beni per 12mln

 
Potenzale polemiche
Potenza, parcheggi all'ospedale San Carlo: scatta un'indagine

Potenza, parcheggi all'ospedale San Carlo: scatta un'indagine

 
Foggianel Foggiano
San Severo, forzano silos in cantina sociale e disperdono mosto: indaga la polizia

San Severo, forzano silos in cantina sociale e disperdono mosto: danni per 1,5 mln di euro

 
Brindisidai carabinieri
Brindisi, 37enne eritreo tenta di rapinare uomo in stazione: arrestato

Brindisi, 37enne eritreo tenta di rapinare uomo in stazione: arrestato

 
Batil caso
Barletta, la mostra sulla luna «vietata» ai disabili

Barletta, la mostra sulla luna «vietata» ai disabili

 

i più letti

trasporti

Bari, aperto nuovo sottopassaggio della stazione: tecnologico e accessibile

Ascensori, scale mobili, collegamenti con piazza Moro e la nuova palazzina di via Capruzzi in costruzione, varco per Ferrotramviaria e Fal

Apre oggi al pubblico il nuovo sottopasso della stazione di Bari Centrale, che collegherà h24 le due parti della città. La struttura realizzata da Grandi Stazioni Rail e finanziata con 3,5 milioni di euro nell’ambito di un più ampio programma di riqualificazione della stazione di Bari con interventi del valore complessivo di 14 milioni di euro (il 90% con fondi del Ministero dei Trasporti), è più larga rispetto al vecchio sottopasso, dotata di 4 ascensori e 4 scale mobili e «ciò consentirà una fruizione da parte di tutti e in modo particolare delle persone a mobilità ridotta» ha spiegato l'ad di Grandi Stazioni Rail (Gruppo Fs Italiane), Silvio Gizzi.

Il sottopasso è stato inoltre allungato di 60 metri e consentirà l’accesso non solo ai binari dove arrivano e da cui partono i treni di Trenitalia e quelli regionali di Fse, ma anche ai terminal delle altre Ferrovie concesse, Ferrotramviaria e Fal per i collegamenti verso l’aeroporto di Bari e Matera. È dotato di una nuova illuminazione a led, videocamere di sorveglianza, monitor informativi e canaline per il trasporto delle bici in corrispondenze delle rampe di accesso ai binari e di uscita.

Il taglio del nastro del nuovo sottopasso, alla presenza del sindaco di Bari Antonio Decaro, del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e dell’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini, è stato l’occasione per fare il punto sui futuri interventi: i lavori degli altri due sottopassi inizieranno nei prossimi giorni e si concluderanno nella primavera 2020, la nuova stazione su via Capruzzi, già pronta al 60%, sarà completata a luglio del prossimo anno. Ad inizio 2020, inoltre, partiranno i lavori per la realizzazione del nuovo terminal bus in corrispondenza della ex mensa ferroviaria che si concluderanno entro il 2023, dove sono previsti 30 stalli per i bus extraurbani e pensiline per i viaggiatori in attesa. «Si realizza così - ha aggiunto Gizzi - un hub intermodale capace di rendere fruibili i vari modi di spostamento, un hub che la città ha sempre richiesto. Bari, che è una delle città più importanti del Mezzogiorno, avrà questo centro nevralgico con tutti i collegamenti possibili, strada-ferro, che consentirà di realizzare il miglioramento del servizio mobilità».

La realizzazione del nuovo sottopasso della stazione centrale di Bari rientra in un «piano complessivo del ferro che fa di Bari un luogo a disposizione dell’intera regione Puglia e del Paese intero. In questo modo con qualunque mezzo si arrivi a Bari, da dovunque si sia partiti con l’aereo o con le altre ferrovie concesse, si arriva alla stazione e si può prendere la linea nazionale sia per andare verso il sud che per risalire l’Italia». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, durante l’inaugurazione del nuovo sottopasso. Attraversandolo, fino alla stazione Ferrotramviaria, il presidente Emiliano ha detto che «anche in questo momento, in questa stazione, non possiamo dimenticare le vittime dell’incidente del 12 luglio, ma stiamo cercando di migliorare ulteriormente la qualità del viaggio, la sicurezza e soprattutto di consentire alla città di Bari di servire tutta la Puglia».

«La stazione non è solo il bigliettino da visita di una città - ha detto il sindaco di Bari, Antonio Decaro - ma in qualche modo ne rappresenta l’anima, perché è il crocevia di tante storie, di tante persone che ogni giorno partono e arrivano. Oggi siamo felici di mostrare a tutti voi un aspetto positivo di quest’anima: un nuovo sottopasso, moderno ed efficiente, completamente privo di barriere per le persone con disabilità, che consentirà un collegamento non solo più agevole tra due zone della città ma soprattutto strategico dal punto di vista dei trasporti, dal momento che connette tutte le stazioni dei gestori delle linee ferroviarie, Trenitalia, Ferrotramviaria, Ferrovie Appulo-Lucane e Ferrovie del Sud Est».

Il sottopasso della stazione di Bari inaugurato oggi «è il primo passo di una politica che vede impegnata la Regione nella realizzazione di un sistema trasportistico moderno», «a ruota seguiranno altri obiettivi come il biglietto unico, la tariffa integrata» e «finalmente la realizzazione del binario quinto ovest, che consentirà l’accesso in stazione centrale di tutti i treni provenienti da nord». Lo ha detto l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Gianni Giannini, a margine della inaugurazione del nuovo sottopasso della stazione centrale di Bari.

L’assessore ha poi ricordato che «continua la politica di rinnovo del parco rotabile sia su ferro che su gomma. Entro il 2024 Trenitalia sostituirà tutti i 46 treni attualmente in servizio con altrettante treni nuovi e stiamo trattando per l'acquisto di cinque treni modello rock a due piani. Per quanto riguarda la gomma abbiamo finanziato ad oggi l’acquisto di 950 bus di ultima generazione, 378 dei quali sono già in funzione e 520 in arrivo».

«Quello su cui si deve lavorare insieme ai gestori della rete ferroviaria nazionale e regionale - ha detto Giannini - è offrire un servizio di trasporto ferroviario integrato e messo a sistema lungo gli oltre 1500 km di rete pugliese, che deve connettere i 149 comuni pugliesi dotati di stazioni ferroviarie». Da un recente studio promosso da Ambrosetti e Gruppo FS, emerge infatti che «in Puglia - ha riferito Giannini - c'è ancora un basso grado di utilizzo della rete ferroviaria: nel 2017 con i suoi 5679 treni-km in servizio per km di rete ferroviaria è tra le ultime regioni italiane, di contro con 3413 veicoli/km2 è la terza regione a più alta densità di trasporto privato su gomma, calcolata come numero di veicoli circolanti su gomma (autoveicoli, quadricicli e motocicli) per ogni km2 di superficie abitata».

(foto Luca Turi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie