Venerdì 20 Luglio 2018 | 18:51

Operazione della Dia

Bari, soldi e affari del clan:sequestrati 31 milioni
Tra i 28 indagati anche il patron del Bitonto calcio

Associazione a delinquere, frode fiscale e riciclaggio: coinvolte 28 persone. Tre in carcere

Pacchi sottovuoto di banconote da 50 euro, per un totale di quasi 4 milioni di euro, erano nascosti nei muri, nel camino e persino dietro pregiate bottiglie di vino di una lussuosa villa di Santo Spirito (Bari). Soldi, secondo la Dda di Bari, che l’imprenditore di Bitonto Francesco Giordano aveva accumulato frodando il fisco per anni e poi riciclando il denaro derivante dalla milionaria evasione (stimata in oltre 26 milioni di euro dal 2014 al 2017) grazie ad aziende cartiere, ritenute satelliti della sua società consortile per azioni specializzata in macellazione di carni e operante prevalentemente nel milanese.

Per questi fatti Giordano e altre due persone sono state arrestate nel marzo scorso dalla Dia di Bari con le accuse di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e all'autoriciclaggio di denaro provento di reati fiscali. Oggi a loro e ad altri 25 indagati gli investigatori hanno sequestrato beni per 31 milioni di euro, tra immobili, società, ristoranti, conti correnti, auto e moto. L’operazione della Direzione Investigativa Antimafia di Bari ha riguardato Puglia, Lombardia, Piemonte e Lazio. Per riciclare il denaro, Giordano si sarebbe avvalso della collaborazione della criminalità organizzata barese. Oltre a lui, infatti, sono finiti in carcere il pluripregiudicato Emanuele Sicolo, vicino al clan Parisi, e Francesco Putignano, legale rappresentante di alcune delle società coinvolte nell’inchiesta.

Gli investigatori, coordinati dal pm della Dda di Bari Isabella Ginefra, hanno accertato che l’evasione fiscale veniva dissimulata grazie alla creazione di società fittizie intestate a prestanome, in buona parte familiari di Giordano, le cui casse venivano sistematicamente svuotate con prelievi notturni di contanti dai bancomat. Così l’imprenditore e i suoi sodali avrebbero acquistato ville e appartamenti lussuosi a Bari, Milano, Biella, Vercelli e Teramo, 13 tra moto e macchine, tra le quali anche una Porsche Cayenne, quattro ristoranti e decine di polizze assicurative. Tutto questo capitale, insieme con le quote di 29 società e 100 conti correnti, è stato sottoposto a sequestro preventivo. E mentre Bari indagava su milionari flussi di denaro sporco dalle società di Giordano alle pareti delle sue case, nei vani occulti delle auto, in borsoni e cantine, l’imprenditore finiva anche nel mirino della magistratura milanese. La scorsa settimana, infatti, la Procura di Milano gli ha notificato un’altra ordinanza di arresto per reati tributari, sequestrando anche la società del Bitonto Calcio di cui Giordano era amministratore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari Palagiustizia, gli avvocati fanno ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo

Bari Palagiustizia, gli avvocati fanno ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo

 
Bari, Decaro: «In arrivo in città 25 bus nuovi»

Bari, Decaro: «In arrivo in città 25 bus nuovi»

 
Spaccio di droga19 arresti a Taranto

Spaccio di droga
19 arresti a Taranto

 
Università: ministra Lezzi relatrice con figlio in braccio

Ministra Lezzi contestata:
non hai bloccato gasdotto

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
Il Bari riparte dallo Stadio dell Vittoria: la diretta della Gazzetta

Il Bari riparte dallo Stadio della Vittoria
Segui la diretta della Gazzetta

1commento

 
Calcio, Bari; dipendenti mettono in mora Giancaspro

Calcio, Bari; dipendenti
mettono in mora Giancaspro

 
Assaggiatore di pizza? Un corso post-laurea

Assaggiatore di pizza?
A Foggia un corso post-laurea

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS