Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 09:35

M.Slot

Slot, trust fittizio: prefetto
commissaria società di Racale

Nel mirino l'azienda riconducibile ai fratelli De Lorenzis: l'indagine tre anni fa per rischio infiltrazione

Truffa delle slot machine«Così non si pagavano le tasse»

Il Prefetto di Lecce ha disposto su richiesta dell’Autorità Anticorruzione il commissariamento della M.Slot srl, società operante nel settore delle slot e delle vlt con sede a Racale, in provincia di Lecce, legata ai “re delle slot” Pasquale e Saverio De Lorenzis.

M.Slot era già finita nel mirino delle autorità nel 2014 per il rischio di infiltrazione mafiosa. Il rinnovato assetto proprietario della società - in seguito alle vicende giudiziarie di tre anni fa, che pure avevano portato a un primo commissariamento - non ha convinto l’Anac e il prefetto Claudio Palomba. Il trust PA.SA.MA a cui è stato intestato l’intero capitale sociale di M.Slot, si legge nel provvedimento del Prefetto, non ha “perseguito una strategia di innovazione effettiva dell’amministrazione del proprio business, soprattutto nel segno della discontinuità con le gestioni del passato, rimanendo sostanzialmente condizionata dalla pregressa proprietà in capo ai fratelli Saverio e Pasquale De Lorenzis”. È possibile, dunque “che si possa essere dinanzi a uno sham trust, ossia uno strumento fittizio”.

Una situazione, secondo quanto riferisce l'agenzia Agipronews, aggravata dai recenti sviluppi giudiziari dei fratelli De Lorenzis, nei cui confronti il Gip del Tribunale di Lecce ha disposto a fine aprile il giudizio per associazione di stampo mafioso. Sotto inchiesta anche Salvatore De Lorenzis, fratello di Pasquale e Saverio, a causa di “un grave e rilevante quadro indiziario” sull’appartenenza a un sodalizio criminale dedito proprio al noleggio e alla manutenzione di apparecchi da gioco. Il commissariamento di M.Slot avrà una durata di dodici mesi; sono stati nominati amministratori straordinari Mario Venceslai (colonnello della Guardia di Finanza in pensione), Leonzio Antonio Ferretti (dirigente della Polizia di Stato in pensione) e l’avvocato Mario Fantini del Foro di Brindisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione