Cerca

Domenica 25 Febbraio 2018 | 13:02

sanità

Al San Carlo di Potenza
on line il servizio
di comunicazione Lis

linguaggio dei segni

POTENZA - Nell’ospedale San Carlo di Potenza sarà attivato un servizio on-line di comunicazione in Lis (Lingua italiana dei segni) per i pazienti sordi che hanno bisogno di un interprete nei rapporti con il personale sanitario: nella struttura saranno disponibili quattro dispositivi mobili nei reparti, e tre fissi (nel Cup, nel pronto soccorso e nell’Urp), da cui accedere a un interprete per esigenze immediate o con appuntamento.
Il progetto - presentato da Veasyt e già attivo nel materano e nel Crob di Rionero in Vulture (Potenza) - è stato illustrato stamani a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, dal responsabile del progetto, Rocco Roma, dal direttore sanitario del San Carlo, Antonio Picerno, e dal consigliere regionale Michele Napoli (Fi).
Il servizio nasce da una collaborazione tra uno spin off dell’Università Cà Foscari di Venezia e la Regione Basilicata. Per il momento il progetto sarà attivo dalle ore 8 alle ore 18: il paziente potrà richiedere il servizio in tempo reale, con una videochiamata diretta per conoscere le indicazioni del medico, oppure fissando a priori un appuntamento in caso di visita specialistica. Successivamente, ha spiegato Roma, l’idea è di estendere l’attività dell’interprete a tutta la giornata, e di fornire ai pazienti sordi un’app sul proprio dispositivo portatile per gestire in prima persona ogni tipo di necessità, anche non di tipo sanitario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione