Mercoledì 23 Ottobre 2019 | 09:32

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSul Gargano
Vieste, maxi operazione antidroga dei cc, decapitato clan: 15 arresti

Vieste, maxi operazione antidroga dei cc, decapitato clan: 15 arresti

 
BariI disagi
Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

 
LecceUN 22enne
Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

 
TarantoA 8 giorni dal via
Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

 
BrindisiDanni a impianto
Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

 
BatIl caso
Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

 
PotenzaSicurezza in città
Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

 
MateraL'intervista
Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

 

i più letti

Il comnizio

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba» Video

Il vicepremier ignora i cori di un gruppo di giovani: la piazza va in suo aiuto

«Se ci fossero i partigiani veri a vedere questi dieci sfigati si rivolterebbero nella tomba», oppure «la mamma dovrebbe dirti che mostrare il dito medio è da maleducati": sono due delle frasi che stamani, a Melfi (Potenza), il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini, ha usato per ribattere ai contestatori durante il suo comizio.  Lo ha fatto sfruttando anche il favore della piazza che, più volte, lo ha sostenuto applaudendo o urlando: «Lega! Lega!» o "Matteo! Matteo!».

Quando si è detto annoiato per l’accusa di «fascista», Salvini ha spiegato: «Sono orgogliosamente italiano». Poco dopo ha ringraziato «i tanti papà e le tante mamme che in questi giorni sono venuti ai miei comizi con i figli». Appena il tono della contestazione lo ha disturbato in modo particolare, Salvini ha ottenuto gli applausi della folla - e urla di approvazione - ricordando di «aver ridotto gli sbarchi del 95 per cento» e che «liste di attesa nella sanità di oltre due anni sono indegni di un Paese civile nel 2019».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie