Lunedì 30 Marzo 2020 | 18:26

NEWS DALLA SEZIONE

Economia
Sospensione del mutuo: ecco come si richiede

Sospensione del mutuo: ecco come si richiede

 
Economia
Allarme liquidita' Pmi, parte task force Mef-banche

Allarme liquidita' Pmi, parte task force Mef-banche

 
Economia
Decreto a Pasqua, stop Imu dopo risorse a Comuni

Decreto a Pasqua, stop Imu dopo risorse a Comuni

 
Economia
4,3 miliardi ai comuni e 400 milioni per buoni spesa

4,3 miliardi ai comuni e 400 milioni per buoni spesa

 
Economia
Per lavoro altri 11 miliardi, aumento bonus automi

Per lavoro altri 11 miliardi, aumento bonus automi

 
Economia
Da aprile bollette meno care, 184 euro di risparmio

Da aprile bollette meno care, 184 euro di risparmio

 
Economia
Coronavirus frena tech, in calo pubblicita' e smartphone

Coronavirus frena tech, in calo pubblicita' e smartphone

 
Economia
Primo stipendio con coronavirus, nodo cash per imprese

Primo stipendio con coronavirus, nodo cash per imprese

 
Economia
Bonus baby sitter: novita' in arrivo

Bonus baby sitter: novita' in arrivo

 
Economia
Coronavirus, intesa governo-sindacati: "meno fabbriche aperte"

Coronavirus, intesa governo-sindacati: "meno fabbriche aperte"

 
Economia
Italia e 8 Paesi chiedono i Coronabond, alt da Berlino

Italia e 8 Paesi chiedono i Coronabond, alt da Berlino

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, il portiere Marfella «La quarantena tra allenamenti e play, state a casa»

Bari calcio, il portiere Marfella «La quarantena tra allenamenti e play, state a casa»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLieto fine
Potenza, trovata anziana che si era allontana da casa di riposo

Potenza, trovata anziana che si era allontana da casa di riposo

 
Puglia con le stelletteEMERGENZA CORONAVIRUS
Brindisi, controllo del territoriomobilitati i militari del San Marco

Brindisi, controllo del territorio: mobilitati i militari del San Marco

 
Homeemergenza coronavirus
Soleto, focolaio contagio in casa di riposo: altri 2 anziani morti

Soleto, focolaio in casa di riposo: altri 2 anziani contagiati morti

 
TarantoControlli della polizia
Taranto, a spasso dopo un tentato furto: nei guai un 30enne

Taranto, a spasso dopo un tentato furto: nei guai un 30enne

 
Materaspeculazione
Emergenza Coronavirus, a Matera sindacati denunciano aumento prezzo beni di prima necessità

Emergenza Coronavirus, a Matera sindacati denunciano aumento prezzo beni di prima necessità

 
Bariemergenza coronavirus
Bari, Emiliano invita enti e agenzie regionali a liquidare parcelle avvocati

Bari, Emiliano invita enti e agenzie regionali a liquidare parcelle avvocati

 
Foggiala decisione
Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 

i più letti

Economia

Air Italy in liquidazione

Gli azionisti di Air Italy, causa persistenti e strutturali condizioni di difficoltà mercato, hanno deciso all'unanimità di mettere la società Air Italy in liquidazione

Gli azionisti di Air Italy, Alisarda e Qatar Airways attraverso AQA Holding, «a causa delle persistenti e strutturali condizioni di difficoltà del mercato hanno deciso all’unanimità di mettere la società Air Italy in liquidazione in bonis». Lo si legge in un comunicato.

In questa fase - prosegue la nota - Air Italy lavorerà per ridurre al minimo il disagio per i passeggeri: i voli sino al 25 febbraio 2020 saranno operati agli orari e nei giorni previsti da altri vettori, mentre i passeggeri che hanno prenotato voli in partenza in date successive al 25 febbraio saranno riprotetti o rimborsati integralmente.

AIR ITALY: IL MIT CONVOCA PER DOMANI I COMMISSARI LIQUIDATORI - Sulla vicenda della liquidazione della Compagnia aerea Air Italy, la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha convocato per domani, mercoledì 12 febbraio 2020, alle ore 9.30 presso gli uffici di Porta Pia i Commissari liquidatori della Società Enrico Laghi e Franco Maurizio Lagro. All’incontro saranno presenti anche la sottosegretaria allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde, e il presidente di Enac, Nicola Zaccheo. 

Air Italy: sindacati: tutto il settore è a rischio - «La politica, finora irresponsabilmente assente, deve intervenire con i soci per fermare questo gravissimo atto». E’ quanto sostengono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti sulla messa in liquidazione di Air Italy spiegando che «più volte abbiamo scritto e sollecitato i ministeri competenti e i presidenti di Lombardia e Sardegna, rimanendo inascoltati. Ora il Governo trovi una soluzione immediata per i lavoratori di Air Italy. «Con la liquidazione - denunciano le tre organizzazioni sindacali - sono circa 1.500 i lavoratori a rischio per i quali non abbiamo certezza degli ammortizzatori, in quanto il fondo del trasporto aereo non è stato rifinanziato. In tutti i casi gli azionisti di Air Italy nel 2016 avevano assunto impegni ben precisi, di sviluppo e rilancio, che hanno disatteso nel tempo e non può certo bastare una lettera ai lavoratori che non ne hanno responsabilità, per uscire dal pasticcio. in altre parole, non è possibile che un vettore chiuda dall’oggi al domani disattendendo l’accordo con ministeri e sindacati».

«Alla luce di questa gravissima situazione diventa ancora più necessaria la nostra mobilitazione del prossimo 25 febbraio di tutto il settore, a cui seguiranno altre iniziative se non avremo risposte certe e veloci su Air Italy e sulle crisi delle aziende del settore, che comprende anche quella di Alitalia e di Ernest Airlines. «Serve - chiedono infine Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti - avviare una sede di confronto permanente sulle crisi del settore del trasporto aereo. «Così come il nostro grido di allarme su Air Italy oggi si è dimostrato purtroppo fondato, che la politica si scrolli dalla indifferenza che l’ha contraddistinta finora, perchè tutto il settore del trasporto aereo è a rischio collasso!»

Air Italy: M5S, a rischio 1500 posti di lavoro - «Siamo vicini ai lavoratori di Air Italy che vivono una fase drammatica a causa della volontà espressa dai soci di mettere in liquidazione l’azienda. È notizia di poche ora fa, infatti, la decisione di lasciare gli aerei a terra. Noi, insieme al Governo, abbiamo seguito la vicenda sin dal primo istante». Lo dichiarano i deputati e le deputate del MoVimento 5 Stelle delle commissioni Trasporti e Attività produttive alla Camera.

«Sono a rischio 1.500 posti di lavoro e tutto l’indotto e i vertici della compagnia, prima di andare avanti nelle loro irresponsabili decisioni, dovrebbero accettare il confronto offerto dal ministro delle Infrastrutture e dalla sottosegretaria allo Sviluppo economico, Alessandra Todde. Non è tollerabile - proseguono - che si decida, unilateralmente, di porre fine all’esistenza di una compagnia composta da eccellenti professionalità, che hanno continuato a lavorare fino ad oggi pur non avendo alcuna garanzia sul futuro. Ci auguriamo che i vertici di Air Italy recedano dalla loro decisione e si siedano al tavolo con l’esecutivo, in modo che si possa trovare una soluzione per tutelare l’occupazione e salvare le professionalità», concludono. 

Air Italy: Bergamini, chi tutela interessi dei cittadini? - «Tombale silenzio del Governo sulla liquidazione di Air Italy. Mentre le crisi industriali fagocitano i nostri lavoratori e interi comparti produttivi, dov'è il Mise? Chi del Governo si sta occupando di tutelare i 1200 lavoratori che ora rischiano di perdere il lavoro? Fino a 24 ore prima dell’annuncio di liquidazione, Air Italy invitava ancora gli utenti per email ad acquistare biglietti scontati per voli che a quanto pare non decolleranno mai. Chi sta vigilando sulla condotta poco trasparente della compagnia? Un Governo e i suoi ministeri dovrebbero servire soprattutto a garantire ai cittadini un interlocutore istituzionale che tuteli i loro interessi nel momento del bisogno». Lo afferma Deborah Bergamini, vicepresidente della Commissione Trasporti alla Camera.

Air Italy: Deidda (FdI), governo riferisca in Aula - Provvedimenti immediati al fine di salvaguardare posti di lavoro e servizio e tutela dei passeggeri: è il contenuto dell’interpellanza urgente ai ministri dei Trasporti e dello Sviluppo economico presentata dal deputato di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda con i colleghi della commissione Trasporti Mauro Rotelli, Marco Silvestroni e il restante gruppo. In una nota il parlamentare sardo invita il governo a riferire in Aula sulla situazione e ricorda che «da tempo abbiamo denunciato la necessità di intervenire su quanto stava accadendo con la compagnia Air Italy, esprimendo solidarietà ai lavoratori». Inoltre, scrive, «mi sono fatto portavoce dell’esigenza di convocare un tavolo istituzionale tra Ministero dei Trasporti e Regione Sardegna per affrontare il progressivo smantellamento della compagnia ex Alisarda ed ex Meridiana, oltreché quello della continuità territoriale aerea da e per la Sardegna».

Air Italy: interrogazione Pd, governo intervenga - «Il governo deve scongiurare il disastro economico provocato dalla liquidazione di Air Italy nel settore dei trasporti. È necessario impedire la perdita di oltre mille posti di lavoro e garantire il trasporto da e per un’isola già in difficoltà per i ritardi sulla continuità territoriale di imminente scadenza». Lo dice Gavino Manca, che insieme ai deputati sardi del Pd, Romina Mura e Andrea Frailis, ha presentato un’interrogazione urgente ai ministri competenti Paola De Micheli e Nunzia Catalfo.

«Visti gli sviluppi degli ultimi giorni, la notizia di oggi purtroppo non ci ha sorpreso. Le difficoltà incontrate dall’azienda pare abbiano avuto la meglio. A nulla sono valsi i piani industriali degli azionisti, i due soci hanno soltanto potuto constatare un forte calo del fatturato (si stima del 60%). E se è vero che il primo azionista Aga Khan (51%) ha già confermato la sua intenzione di non versare più neanche un euro nella società è altrettanto vero che, per le leggi della Ue che impediscono a una compagnia non europea di avere oltre il 50%, il secondo azionista Qatar Airways (49%) non può salire oltre la quota del 49% perché perderebbe la licenza di vettore dell’Unione. La situazione è precipitata in modo drammatico. Ed è grave che a pagarne il prezzo siano soprattutto i dipendenti della compagnia e tutti i sardi che vedono ulteriormente complicarsi il quadro dei trasporti. Chiediamo con forza al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e al ministro del Lavoro e delle politiche sociali di fare tutto il possibile per gestire una situazione davvero inconcepibile», sostiene Manca. 

Air Italy: Gelmini, governo arriva sempre tardi - «Altra drammatica crisi annunciata. La compagnia aerea Air Italy è ufficialmente in liquidazione. Da oggi sarà in atto lo stop tecnico dei voli, mentre dal prossimo 25 febbraio verranno di fatto interrotte tutte le attività. Al momento la flotta di Air Italy è composta da 9 aerei, la compagnia si occupa soprattutto dei collegamenti tra l’Italia continentale e la Sardegna. A rischio 1.200 lavoratori, di cui 550 nella regione isolana». Lo afferma Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

«Come reagisce il governo? Convocando l’ennesimo tavolo di crisi al Ministero per lo Sviluppo economico e chiedendo alla società di sospendere ogni decisione. Anche in questo caso - dopo Arcelor Mittal, Alitalia, Whirlpool - l’esecutivo Conte arriva dopo, quando la frittata è ormai fatta e i margini di manovra sono minimi. Così non si risolve alcun problema», conclude Gelmini. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie