Martedì 15 Giugno 2021 | 17:04

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

 
l'evento
Barletta, nel teatro Curci, la terza edizione della conferenza-spettacolo TEDx

Barletta, al Castello la terza edizione della conferenza-spettacolo TEDx

 
Il caso
Barletta, caro estinto esumato senza avviso

Barletta, caro estinto esumato senza avviso

 
La visita
Barletta, inaugurata nuova sede della Polizia locale con Scalfarotto

Barletta, inaugurata nuova sede della Polizia locale con Scalfarotto

 
Il ritrovamento
Barletta, tartaruga spiaggiata sulla battigia

Barletta, tartaruga trovata morta dai bimbi sulla battigia

 
Giustizia svenduta
Trani, un pm conferma i metodi di Savasta: «Sequestri in combutta con gli avvocati»

Trani, un pm conferma i metodi di Savasta: «Sequestri in combutta con gli avvocati»

 
Libri
L’antica «Canusium» è una favola per tutti

L’antica «Canusium» è una favola per tutti

 
Lotta al virus
Vaccini: Asl Bat anticipa seconda dose di AstraZeneca e a caregiver

Vaccini: Asl Bat anticipa seconda dose di AstraZeneca anche ai caregiver

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Il Bari va in pressing su Mignani: l'ex Modena scelto da Polito

Il Bari va in pressing su Mignani: l'ex Modena scelto da Polito

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela tragedia
Lecce, detenuto morto in carcere. È suicidio?

Lecce, detenuto morto in carcere. È suicidio?

 
FoggiaIl caso
Azienda edile intimidita con cartucce e liquido infiammabile, il sindaco di Monte Sant'Angelo dice basta

Azienda edile intimidita con cartucce e liquido infiammabile, il sindaco di Monte Sant'Angelo dice basta

 
PotenzaLotta al Covid
Basilicata, in arrivo 5880 dosi Pfizer extra per i fragili

Basilicata, in arrivo 5880 dosi Pfizer extra per i fragili

 
TarantoDroga
Taranto, due arresti per spaccio

Taranto, due arresti per spaccio

 
Materala vicenda
Truffa dell'arrotino, una denuncia a Matera

Truffa dell'arrotino, una denuncia a Matera

 
BatNella Bat
Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

Bisceglie, spacciano droga in casa: arrestati due giovani, sequestrato mezzo kg di cocaina

 
BrindisiIl virus
Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

 

i più letti

ad Andria

I soldi dal traffico di droga, sequestrati beni a pregiudicato

Tra i beni sequestrati, un appartamento di lusso, impianti tecnologici e suppellettili, in una zona nel centro di Andria, un conto corrente bancario e un’autovettura di grossa cilindrata

ANDRIA - Beni per un valore complessivo di 500.000,00 euro sono stati sequestrati dai Carabinieri ad un presunto trafficante di droga, Leonardo Losito, di 45 anni, con precedenti penali, conosciuto come «Leo ù gruss» o «Panzù», attualmente sottoposto agli arresti domiciliari a Parma.

Tra i beni sequestrati, un appartamento di lusso, completo di arredi, impianti tecnologici e suppellettili, in una zona nel centro di Andria, un conto corrente bancario e un’autovettura di grossa cilindrata.

I militari hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Bari - Sezione III in funzione di Tribunale della prevenzione, su richiesta della Dda di Bari.

Losito, in particolare, è stato ritenuto dalla magistratura barese, sulla scorta delle indagini svolte dai Carabinieri di Andria, l’organizzatore del mercato del narcotraffico andriese, per cui risulta attualmente imputato. Il 21 aprile dello scorso anno è stato condannato alla pena di 14 anni di reclusione con sentenza emessa del Gup del Tribunale di Bari. Il sodalizio di cui il Losito faceva parte - secondo quanto accertato dagli investigatori - è stato attivo in tutto il nord-barese tra gli anni 2008-2012, riuscendo ad ottenere introiti dal mercato della droga «di assoluto riguardo», al punto che ogni sodale riceveva uno stipendio fino ad anche 11mila euro al mese.

Il gruppo criminale, specializzato nello smercio di cocaina e marijuana, di cui il Losito faceva parte è stato sgominato dai militari del Comando Provinciale CC di Bari nell’ottobre 2015, quando 13 persone - tra cui anche lo stesso Losito - finirono in carcere. Dall’analisi del casellario giudiziario e dalle informazioni di polizia, di fatto, è emerso che l’unica attività e fonte di lucro a cui il proposto si dedicava con dedizione e costanza era stato lo smercio di sostanze stupefacenti. Significativo - secondo gli investigatori - il ritrovamento, nel soggiorno dell’abitazione, di una gigantografia di Al Pacino tratta dal film «Scarface». Gli accertamenti patrimoniali avviati nei confronti di Losito hanno evidenziato come l’uomo avesse un tenore di vita sproporzionato al reddito dichiarato, al limite della sopravvivenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie