Lunedì 27 Maggio 2019 | 10:59

NEWS DALLA SEZIONE

In piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
Nella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
La sentenza
Spinazzola, Tar boccia aumento Irpef: Comune restituirà soldi ai cittadini?

Spinazzola, Tar boccia aumento Irpef: Comune restituirà soldi ai cittadini?

 
La decisione
Barletta, villette abusive: dissequestro e proprietari assolti

Barletta, villette abusive: dissequestro e proprietari assolti

 
La sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
La bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoI dati nel tarantino
Europee, M5S giù di 20 punti ma restano primi: nessun effetto Ilva

Europee, M5S giù di 20 punti ma restano primi: nessun effetto Ilva

 
FoggiaI dati
Europee, nei paesi foggiani del Premier Conte vince il M5S

Foggia, M5S vince nei paesi del Premier. Lega, effetto vacanze di Salvini

 
BariScrutini dopo le 14
Bari, i dati di M5S e Lega sulle comunali e l'influenza sul ballottaggio

Bari, i dati di M5S e Lega sulle comunali e l'influenza sul ballottaggio

 
LecceIl caso in Salento
Novoli, sbagliano il nome del candidato sindaco: sulla scheda un "De" in più

Novoli, sbagliato il nome del candidato sindaco sulla scheda: un «De» in più

 
MateraAlcuni disagi
Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

 
BatIn piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
BrindisiMala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 

i più letti

ad Andria

I soldi dal traffico di droga, sequestrati beni a pregiudicato

Tra i beni sequestrati, un appartamento di lusso, impianti tecnologici e suppellettili, in una zona nel centro di Andria, un conto corrente bancario e un’autovettura di grossa cilindrata

ANDRIA - Beni per un valore complessivo di 500.000,00 euro sono stati sequestrati dai Carabinieri ad un presunto trafficante di droga, Leonardo Losito, di 45 anni, con precedenti penali, conosciuto come «Leo ù gruss» o «Panzù», attualmente sottoposto agli arresti domiciliari a Parma.

Tra i beni sequestrati, un appartamento di lusso, completo di arredi, impianti tecnologici e suppellettili, in una zona nel centro di Andria, un conto corrente bancario e un’autovettura di grossa cilindrata.

I militari hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Bari - Sezione III in funzione di Tribunale della prevenzione, su richiesta della Dda di Bari.

Losito, in particolare, è stato ritenuto dalla magistratura barese, sulla scorta delle indagini svolte dai Carabinieri di Andria, l’organizzatore del mercato del narcotraffico andriese, per cui risulta attualmente imputato. Il 21 aprile dello scorso anno è stato condannato alla pena di 14 anni di reclusione con sentenza emessa del Gup del Tribunale di Bari. Il sodalizio di cui il Losito faceva parte - secondo quanto accertato dagli investigatori - è stato attivo in tutto il nord-barese tra gli anni 2008-2012, riuscendo ad ottenere introiti dal mercato della droga «di assoluto riguardo», al punto che ogni sodale riceveva uno stipendio fino ad anche 11mila euro al mese.

Il gruppo criminale, specializzato nello smercio di cocaina e marijuana, di cui il Losito faceva parte è stato sgominato dai militari del Comando Provinciale CC di Bari nell’ottobre 2015, quando 13 persone - tra cui anche lo stesso Losito - finirono in carcere. Dall’analisi del casellario giudiziario e dalle informazioni di polizia, di fatto, è emerso che l’unica attività e fonte di lucro a cui il proposto si dedicava con dedizione e costanza era stato lo smercio di sostanze stupefacenti. Significativo - secondo gli investigatori - il ritrovamento, nel soggiorno dell’abitazione, di una gigantografia di Al Pacino tratta dal film «Scarface». Gli accertamenti patrimoniali avviati nei confronti di Losito hanno evidenziato come l’uomo avesse un tenore di vita sproporzionato al reddito dichiarato, al limite della sopravvivenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400