Domenica 25 Luglio 2021 | 22:01

NEWS DALLA SEZIONE

l'emergenza
Bari, cena in bianco no cibo di strada sì: polemica sugli eventi all’aperto

Bari, cena in bianco no cibo di strada sì: polemica sugli eventi all’aperto

 
mobilità
Niente biglietti domani nelle stazioni di Foggia, San Severo, Bari e Lecce

Niente biglietti domani nelle stazioni di Foggia, San Severo, Bari e Lecce

 
L'incendio
Bari, rogo in azienda edile tra San Paolo e zona Stanic

Bari, rogo in azienda edile tra San Paolo e zona Stanic

 
Musica
Festival Costa dei Trulli: a Monopoli Gigi D’Alessio ed Annalisa

Festival Costa dei Trulli: a Monopoli Gigi D’Alessio ed Annalisa

 
Il video
No vax in protesta a Bari contro il Green Pass: in 200 a Piazza del Ferrarese

No vax in protesta a Bari contro il Green Pass: in 200 a Piazza del Ferrarese

 
I controlli
Bari, senza mascherine e distanziamento: raffiche di sanzioni a clienti ed esercenti

Bari, senza mascherine e distanziamento: raffiche di sanzioni a clienti ed esercenti

 
Il caso
Bari, avvocatessa sventa uno scippo: insegue ladro e lo costringe ad arrendersi

Bari, avvocatessa sventa uno scippo: insegue ladro e lo costringe ad arrendersi

 
Monumenti e chiese
Conversano e Mesagne candidate come capitali italiane della Cultura

Conversano e Mesagne candidate come capitali italiane della Cultura

 

Il Biancorosso

Sport
Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceblitz della polizia
Interrotta in Salento festa in villa con 200 ragazzi

Interrotta in Salento festa in villa con 200 ragazzi

 
Foggial'episodio
Migranti: un uomo ferito a coltellate nel Ghetto di Foggia

Migranti: un uomo ferito a coltellate nel Ghetto di Foggia

 
Materaeconomia
Appalti col massimo ribasso? «Danneggiano lavoratori e cittadini»

Appalti col massimo ribasso? «Danneggiano lavoratori e cittadini»

 
Baril'emergenza
Bari, cena in bianco no cibo di strada sì: polemica sugli eventi all’aperto

Bari, cena in bianco no cibo di strada sì: polemica sugli eventi all’aperto

 
Brindisisangue sulle strade
Scontro tra auto, un morto e un ferito nel Brindisino

Scontro tra auto, un morto e un ferito nel Brindisino

 
Potenzacovid
Basilicata, dilaga la variante Delta

Basilicata, dilaga la variante Delta

 
TarantoAmbiente
Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

 

i più letti

sanità

Policlinico Bari, scoperta una molecola capace di bloccare il diabete: l'annuncio del prof. Giorgino

«L'irisina ha anche degli effetti importanti sulla produzione di insulina e questo è molto utile nelle persone affette da diabete»

BARI - Un'altra importante scoperta arriva dai laboratori di Endocrinologia dell’Università di Bari. Infatti, dopo aver dimostrato gli effetti  nocivi dell’olio di palma presente in alcuni alimenti sulla salute tanto da avere determinato una ricaduta senza precedenti in campo industriale nel settore alimentare, lo stesso prof. Francesco Giorgino, ordinario di Endocrinologia dell’Università barese e direttore dell’Unità operativa complessa di Endocrinologia del Policlinico di Bari, ha annunciato un'altra interessate scoperta: l’acido palmitico, che è un importante costituente soprattutto dell’olio di palma, danneggia le cellule beta del pancreas che sono le cellule che producono l’insulina.

Ma il gruppo di ricerca barese, capeggiato dallo stesso prof. Giorgino, si è impegnato anche trovare delle soluzioni per migliorare la produzione di insulina e proteggere le cellule beta del pancreas dal danno. Gli specialisti (nel gruppo di ricerca operano anche la prof. Annalisa Natalicchio, il dott. Nicola Marrano e altri ricercatori) si sono focalizzati su una nuova molecola che si chiama “irisina”. «Questo è un ormone prodotto dai nostri muscoli - ha spiegato il prof. Francesco Giorgino - che ha degli effetti fortemente protettivi nei confronti delle cellule beta che producono insulina».

«Abbiamo anche scoperto che l’irisina - prosegue il professore - non solo rende le cellule beta resistenti ma ha anche la capacità di aumentarne il numero. Inoltre, ha anche degli effetti importanti sulla produzione di insulina».  

La scoperta è tutelata da brevetto. «L’impiego di questa molecola, che noi auspichiamo, è naturalmente farmacologico. L’irisina, appunto, può essere una sostanza molto importante per la terapia contro il diabete». 

«Oggi lo facciamo a scopo di ricerca - conclude il docente di Endocrinologia dell’Università barese -, nel prossimo futuro speriamo che questa nostra competenza possa essere utilizzata per creare a Bari un Centro di trapianto di isole pancreatiche per cercare di ottenere una cura definitiva per coloro che sono affetti dal diabete di tipo 1 e possano essere così liberati da questa pesante malattia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie