Lunedì 08 Agosto 2022 | 10:14

In Puglia e Basilicata

Viabilità

Da Mottola parte l'Sos per rendere più sicura la Statale 100

Incidente statale 100

Foto d'archivio

L’Anas conferma: «Non prima di un anno i cantieri per l’ampliamento a quattro corsie»

02 Luglio 2022

Francesco Francavilla

MOTTOLA - A quanto pare soluzioni immediate non ce ne sono, bisogna aspettare, mentre i fattori di rischio sulla Statale 100, nei pressi della galleria “Mauro”, in territorio di Mottola, continuano a rappresentare un grave pericolo per gli automobilisti. La carreggiata della strada è sottodimensionata e il flusso del traffico giornaliero rilevato, solo nei giorni feriali, è pari a circa 15 mila veicoli (nel periodo estivo raggiunge livelli altissimi, soprattutto nelle giornate festive).

Di questo ed altro si è parlato nel vertice in prefettura di giovedì mattina, dove si è svolto l’osservatorio provinciale per il monitoraggio degli incidenti stradali, convocato dal Prefetto di Taranto Demetrio Martino. L’incontro è stato richiesto dal Presidente del Comitato “Strade Sicure”, Vanni Caragnano, all’indomani dei due terribili incidenti mortali dell’8 e 10 giugno scorsi, nei pressi dell’inutile e pericolosissima galleria “Mauro”. Al tavolo degli invitati, oltre al Prefetto, erano seduti: Caragnano, il Dirigente dell’Anas, ingegner Vincenzo Marzi, accompagnato dal geometra Donato Vitti, i comandanti provinciali delle Forze di Polizia e di Pubblica Sicurezza, e i sindaci: di Mottola, Giampiero Barulli, di Castellaneta, Gianni Di Pippa, di Ginosa, Luigi Montanaro, e di Maruggio, Alfredo Longo, nelle vesti anche di vice presidente della Provincia.

Innanzitutto è stato acclarato che le procedure progettuali dei lavori di ampliamento a 4 corsie dell’intero tratto stradale, dall’uscita di Gioia del Colle fino a San Basilio, sono in fase di completamento. Un tratto già finanziato attraverso le risorse del Ministero dei Trasporti. Attualmente l’Anas è in attesa dell’autorizzazione paesaggistica e ambientale. Un’attesa che si sta protraendo più del solito e che sta condizionando l’approvazione del progetto esecutivo. Sui tempi di inizio dei lavori chiesti dal Prefetto, l’ingegner Marzi ha risposto che l’opera non sarà cantierizzata prima di un anno.

Sull’approvazione, poi, della variante del tratto stradale da San Basilio all’innesto con la 106dir, in territorio di Palagiano, i tempi sono notevolmente più lunghi, perché il provvedimento, pur rientrando nel nuovo Piano Attuativo Regionale dei Trasporti, dovrà essere finanziato dal Ministero. E chissà quando avverrà. Infine c’è il pericolo della galleria “Mauro”. Nessuno sa darsi una spiegazione della sua utilità. Il presidente di strade sicure insiste sull’attivazione di “Virgilius” nei due sensi di marcia, un tipo di tutor che rileva la velocità di ogni mezzo. Un intervento oneroso che richiede la disponibilità del comune di Mottola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725