Mercoledì 22 Gennaio 2020 | 16:21

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento
Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

 
Tragedia sfiorata
Taranto, ArcelorMittal, tre esplosioni in Acciaeria 2, nessun ferito

Taranto, ad ArcelorMittal tre esplosioni in Acciaeria 2: nessun ferito

 
La sentenza
Caso Scazzi, processo ai falsi testimoni: 4 anni a Ivano Russo, 5 anni a Michele Misseri

Caso Scazzi, 11 condanne per le bugie al processo: 5 anni a Ivano Russo, 4 anni a Michele Misseri

 
strade
Taranto, folle inseguimento per sfuggire all'alt: cc arrestano 18enne, non aveva mai preso la patente

Taranto, folle inseguimento per sfuggire all'alt: cc arrestano 18enne, non aveva mai preso la patente

 
il siderurgico
Ex Ilva, memoria commissari: «Venuti meno argomenti Mittal, su 'scudo' falsità»

Ex Ilva, memoria commissari: «Venuti meno argomenti Mittal». Da addio impatto da 3,5 mld su Pil

 
l'inchiesta
Taranto, datteri di mare in ristoranti e pescherie: 46 indagati

Taranto, datteri di mare in ristoranti e pescherie: 46 indagati

 
Il processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
La denuncia
Taranto, ladro in azione in farmacia immortalato dalle telecamere

Taranto, ladro in azione in farmacia immortalato dalle telecamere

 
La scoperta
Taranto, aveva droga nella busta della spesa: arrestata 28enne

Taranto, aveva droga nella busta della spesa: arrestata 28enne

 
Il caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in nottuna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

Bari in notturna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaPer non dimenticare
Potenza, uno striscione per ricordare il sostenitore Vultur ucciso

Potenza, uno striscione per ricordare il sostenitore Vultur ucciso

 
BatBat
La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

 
TarantoL'evento
Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

Taranto, Giochi del Mediterraneo 2026, il sindaco incontra ministro Spadafora

 
BariLa truffa
Bari, falsificarono fogli di presenza, indagati dipendenti Arif

Bari, falsificarono fogli di presenza, indagati dipendenti Arif

 
LecceL'annuncio
«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

 
FoggiaLe ricerche
Pantera in azione nel Foggiano, trovata una capra sgozzata

Pantera in azione nel Foggiano, trovata una capra sgozzata

 
HomeIntimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

Istruzione

Scuola, parla la segretaria Snals, tarantina: «Cattedre vuote, c'è sofferenza»

Il sistema si è definitivamente inceppato con la quota 100

Scuola, parla la segretaria Snals, tarantina: «Cattedre vuote, c'è sofferenza»

Cattedre vuote. Supplenti a go-go. Al sud come al nord. A fare il punto della situazione è la segretaria nazionale dello Snals, la tarantina Elvira Serafini.

Tutto effetto turn over?
«La situazione era già grave a causa del blocco dei concorsi. Nel frattempo, non si è trovata la strategia giusta per un reclutamento veloce. Ora il sistema si è definitivamente inceppato con “quota 100” perché, a prescindere dai pensionamenti che sapevamo sarebbero stati tanti dopo il blocco della legge Fornero, questa è stata una situazione inaspettata. Con una scuola in sofferenza, chi ha potuto è andato via».

Peraltro, difficile conoscere la reale consistenza di “quota 100”…
«Sì, certo, e questo perché ci sono ancora pratiche giacenti che verranno esaminate nei prossimi giorni all’Inps dopo il controllo sommario fatto nelle segreterie scolastiche. Operatori peraltro non tutti adeguatamente formati e che dobbiamo ringraziare per essersi attivato ed aver assunto tali responsabilità».

In assenza di riscontro dall’Inps, tuttavia, il personale va in pensione da domani?
«In realtà, a noi risulta che siano pochi coloro che sono rimasti al palo e che comunque, se non hanno ricevuto alcun decreto dopo aver presentato la domanda, dovranno presentarsi a scuola. Pochi, ma qualche raro caso c’è».

Dunque, cattedre vuote e tanti supplenti?
«La situazione era già grave a causa del blocco dei concorsi. Nel frattempo, non si è trovata la strategia giusta per un reclutamento veloce, cioè gente con la sola laurea ma nessun titolo di insegnamento che si mette a disposizione. Di solito si tratta di giovani neolaureati, ma ci sono anche persone più mature espulse dal mercato del lavoro e che oggi si stanno rimodulando così».

Ci sono discipline prive di aspiranti?
«Sì, purtroppo. E una situazione simile ce l’abbiamo per il personale Ata, collaboratori scolastici, applicati di segreteria, assistenti amministrativi. Speravamo che il concorso dei Dsga andasse a buon fine per risolvere la situazione di migliaia di scuole prive di direttore dei servizi amministrativi. Ma tutto è rimasto in una situazione di stallo».

Come si tamponerà?
«Innanzi tutto con le reggenze, ma non si riuscirà ugualmente a coprire tutti i posti vuoti. Ancora una volta, affideremo le scuole ad assistenti amministrativi per i quali, soprattutto se con tali funzioni da decenni, abbiamo lottato perché al concorso ci fosse una corsia preferenziale. Abbiamo avuto solo una riserva del 30%, ma nessuna apertura per un concorso agevolato».

Eppure, si sperava di superare il precariato …
«Siamo profondamente delusi per la mancata pubblicazione dell’accordo siglato ad aprile a Palazzo Chigi con il premier Conte e il ministro Bussetti per velocizzare i Pas (percorsi di abilitazione), i concorsi straordinari, consentire la partecipazione dei dottori di ricerca all’abilitazione, aprire una fase contrattuale per tutti il personale della scuola. Il decreto era passato dal consiglio dei ministri il 6 agosto ma, con la sfiducia al governo, non è stato più pubblicato il 28 agosto sulla G.U.».

Ed ora?
«Ed ora, tutto lavoro inutile dopo aver lavorato per tanti mesi. Avremmo anche trovato soluzioni per i docenti cosiddetti “ingabbiati” cioè coloro che pur avendo altri titoli rimangono nella scuola primaria e non possono passare alla scuola superiore, o appartenenti ad altre classi di concorso che non possono avere la mobilità».

A Taranto, invece?
«La situazione locale è uguale a quella di altre province: tante cattedre da dare a supplenza, posti in deroga al sostegno. Con un’unica differenza: Taranto non ha graduatorie del tutto esaurite».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie