Lunedì 16 Settembre 2019 | 08:42

NEWS DALLA SEZIONE

Incidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
La telefonata a sorpresa
Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

 
Le fiamme
Taranto, incendio tra le ville: panico a Lama

Taranto, incendio tra le ville: panico a Lama

 
i roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
L'iniziativa
«Basta con i decreti ammazza-Taranto»: il flash-mob in piazza

«Basta con i decreti ammazza-Taranto»: il flash-mob in piazza

 
La denuncia
Arcelor Mittal, licenziato ingiustamente operaio Usb: la protesta di Borraccino

Arcelor Mittal, licenziato ingiustamente operaio Usb, l'azienda: 'Era di comandata'

 
L'episodio
Taranto, sul bus senza biglietto: gambiano prende a pugni autista e gli rompe gli occhiali, denunciato

Taranto, sul bus senza biglietto: gambiano picchia autista e gli rompe gli occhiali, denunciato

 
Nel tarantino
Ginosa, tir contromano sulla SS106: polizia stradale multa conducente che aveva guidato più ore del consentito

Ginosa, tir contromano sulla SS106: polstrada multa conducente, aveva guidato troppe ore

 
Il caso
Taranto, allarme bomba in Eni, azienda: «Verifiche in corso»

Taranto, falso allarme bomba: evacuate Eni e Mittal. Denunciato operaio 41enne

 
Il caso
Porto di Taranto, Consiglio di Stato dà il via libera a lavori su banchina

Porto di Taranto, Consiglio di Stato dà il via libera a lavori su banchina

 
Dal 14 ottobre
Università, al via corso di Medicina a Taranto: 60 nuove matricole

Università, al via corso di Medicina a Taranto: 60 nuove matricole

 

Il Biancorosso

Serie C
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIncidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

 
BatLa lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
BariAlla Campionaria
Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: sala gremita per il Maestro

Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: «Non posso suonare, smettete di chiedermelo»

 
Foggiai roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
LecceSulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
PotenzaA reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
MateraNel Materano
Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

 

i più letti

Il caso a Taranto

Ex Ilva, Laforgia: «600 casi malformazioni? Dato non attendibile»

Ne è convinto Nicola Laforgia, direttore della Neonatologia del Policlinico di Bari e coordinatore del Registro regionale sulle malformazioni

Choc inquinamento a Taranto «Sterile una coppia su quattro e danni per tre generazioni»

I dati diffusi sui 600 bimbi nati con malformazioni a Taranto tra il 2002 e il 2015 «non sono scientificamente attendibili». Ne è convinto Nicola Laforgia, direttore della Neonatologia del Policlinico di Bari e coordinatore del Registro regionale sulle malformazioni.
«Per essere attendibile ed efficace da un punto di vista scientifico - spiega Laforgia a Radionorba - bisogna effettuare un controllo sul dato dei 600 bambini nati con malformazioni» in quel periodo. «Occorre - continua - una valutazione clinica per capire se le malformazioni hanno una importanza, se sono cioè malformazioni maggiori o minori, altrimenti non è possibile capire qual è la situazione reale in Puglia. Il dato dei 600 neonati con malformazioni a Taranto viene rilevato dalle schede di dimissioni ospedaliere. Perché sia efficace da tutti i punti di vista c'è bisogno che ci sia un controllo del dato stesso. È possibile per esempio che alcuni neonati siano stati registrati più volte, cioè quando sono stati dimessi e poi ad un successivo ricovero e serve poi valutare qual è il tipo di malformazione».

I DATI -  «I dati aggiornati del rapporto epidemiologico Sentieri sono pronti e li vogliamo subito. Diciamo no a slittamenti di tipo politico». E’ la richiesta che il presidente di Peacelink, Alessandro Marescotti, rivolge al ministro della Salute Giulia Grillo dopo le polemiche sullo slittamento al 4 luglio della presentazione del report, inizialmente prevista per il 21 maggio scorso.
«La diffusione della notizia - aggiunge l’ambientalista - di 600 bambini malformati a Taranto fra il 2002 e il 2015 ha suscitato notevole clamore. La notizia si basa su fonti certe: l'Istituto Superiore della Sanità. E’ l’Istituto Superiore della Sanità che dichiara una prevalenza superiore all’atteso, calcolato su base regionale, delle Malformazioni Congenite del sistema nervoso e degli arti». E sempre l’Istituto Superiore della Sanità «certifica nel suo aggiornamento dello studio epidemiologico - precisa Marescotti - che a Taranto nella popolazione residente (uomini e donne) risulta aumentato anche il rischio di decesso per le patologie considerate a priori come associate all’esposizione industriale specifica. Di questa persistenza di criticità sanitarie a Taranto si hanno per ora solo delle anticipazioni contenute nella Valutazione Danno Sanitario dell’Ilva del dicembre 2018».
Il presidente di Peacelink contesta anche al ministro Grillo di aver lasciato «intendere con le sue dichiarazioni che la presentazione dei dati fosse stata programmata per il 21 maggio 2018 (un anno fa) e che nel frattempo sia maturata l’idea di un aggiornamento per aggiungere i dati su Taranto. Non è così: il sito dell’Istituto Superiore della Sanità aveva pubblicato il programma degli interventi della presentazione ufficiale dei dati per il 21 maggio 2019. Siamo in possesso del documento ufficiale che lo certifica»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie