Martedì 25 Settembre 2018 | 11:42

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

l'episodio riconducibile ad un conflitto tra bande

Per l'omicidio Reale del 2016
arresti della Polizia a Taranto

polizia

TARANTO - Sarebbe stato ucciso per aver preteso da uno dei suoi assassini, tramite un emissario, il pagamento di un debito di 29mila euro verosimilmente legato alla fornitura di droga Mario Reale, pregiudicato di 54 anni, ucciso a Taranto la sera del 25 maggio 2016 mentre si trovava nel negozio del figlio, 33enne, rimasto lievemente ferito nell’agguato. Per il delitto sono stati arrestati con l’accusa di omicidio premeditato Pasquale Lippo (già detenuto) e Giovanni Lupoli. Gli altri indagati finiti in carcere per altri reati sono Nicola Galeanno, i fratelli Vincenzo e Giuseppe Scarcia e Angelo Piemonte (detenuto a Potenza). Ai domiciliari Michele Martera (per il furto dell’auto utilizzata nell’agguato).

Particolari dell’inchiesta sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato anche il procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo, e il questore Stanislao Schimera. Il figlio della vittima e altri testimoni oculari riferirono che ad agire erano state due persone, entrambe armate con pistola e col volto coperto da passamontagna. Contro Mario Reale furono sparati, con due differenti armi (calibro 7,65 e 9) undici colpi, alcuni dei quali al torace. L’analisi dei filmati acquisiti da alcuni impianti di videosorveglianza situati lungo il percorso di fuga dei killer, fuggiti a bordo di una Ford C-Max di colore grigio, ma soprattutto gli esiti delle intercettazioni, hanno consentito di indagare su uno dei possibili autori, Pasquale Lippo, già all’epoca sottoposto alla detenzione domiciliare.

Dai riscontri investigativi è emersa l’ambizione di uno degli indagati principali di acquisire l’egemonia nello spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di riferimento. L’inchiesta ha fatto luce anche su una brutale aggressione ai danni di un uomo di 34 anni residente nel quartiere «Paolo VI», con precedenti per spaccio, il quale la sera del 26 agosto 2016 fu sequestrato nell’abitazione di uno degli indagati, e, sotto la minaccia di un fucile, colpito sulla fronte col calcio di una pistola (riportò un trauma cranico con profonde ferite lacero-contuse) e costretto ad ingoiare diverse cartucce, il tutto allo scopo di imporgli l’acquisto della droga. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Pericolo gas radon, tutelare i bambini

Pericolo gas radon, tutelare i bambini

 
Taranto, gas radon nelle scuole, il Comune: «A lavoro su areazione»

Taranto, gas radon nelle scuole, il Comune: «A lavoro su areazione»

 
Ilva, il sindaco Melucci: «Inizia una nuova fase con la grande industria»

Ilva, il sindaco Melucci: «Inizia una nuova fase con la grande industria»

 
Taranto, Amianto killer all'Ilva: la Procura chiede il rinvio a giudizio

Taranto, Amianto killer all'Ilva:
Procura chiede rinvio a giudizio

 
Taranto, dubbi sulle ceneri usate da Cementir: «Più chiarezza»

Taranto, dubbi sulle ceneri usate da Cementir: «C'è bisogno di chiarezza»

 
Martinata, fucili di precisione e pistola in casa: in cella 53enne

Martina Franca, pistole a fucili di precisione in casa: in cella 53enne

 
Taranto, pesta a sangue un marocchino: in manette un 39enne

Lite tra due dipendenti del circo: in manette un 39enne, un ferito grave

 

GDM.TV

Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 

PHOTONEWS