Mercoledì 17 Agosto 2022 | 21:47

In Puglia e Basilicata

a Budapest

Nuoto, nuova avventura per Benny Pilato: eccola agli International Swimming League

Nuoto, nuova avventura per Benny Pilato: eccola agli International Swimming League

Paragonabile alla Coppa Intercontinentale di calcio

12 Ottobre 2020

Ciro Sanarica

È iniziata ieri la nuova appassionante avventura di Benedetta Pilato. La giovane nuotatrice tarantina continua a bruciare le tappe rivelandosi sempre più un genio dello sport. E sì, perché si può essere geni della fisica come della musica, ma anche dello sport, dove, le innate doti fisiche, spesso, non sono sufficienti per raggiungere le vette. La quindicenne tarantina, insieme al suo storico tecnico, Vito D’Onghia, hanno il grande merito di farlo (e ciò non è paradossale) restando con i piedi per terra.
Ed allora ecco la nuova sfida per la ranista ionica, che ieri è partita alla volta di Budapest, dove prenderà parte agli ISL. Parliamo della International Swimming League: per intendersi la si può paragonare a qualcosa di simile alla Coppa Intercontinentale di calcio, anzi qualcosa in più. Ad essa partecipano dieci team, costruiti al mondo da magnati del nuoto attingendo da ogni angolo del pianeta per accaparrarsi gli atleti più forti. Il progetto è stato voluto due anni fa dal miliardario ucraino Konstantin Grigorishin, appassionato di nuoto che ha deciso di creare uno show mondiale sulla scorta di quelli del football, in maniera che gli amanti degli sport acquatici non debbano attendere Olimpiadi e Mondiali per dar sfogo alla propria passione.

Benedetta Pilato è stata ingaggiata dalla Energy Standard, che ha vinto l’edizione del 2019 e che si propone per bissare il successo grazie ad un parco atleti da brividi. Basta citare Sarah Sjostrom tra le donne e Florent Manaudou, tra gli uomini, per comprendere il livello del team di stanza in Turchia.
«All’inizio avevo qualche perplessità - ha detto la vicecampionessa del mondo dei 50 rana in vasca lunga e campionessa europea in vasca corta a poche ore dalla partenza - perché si tratta di una trasferta molto lunga ed impegnativa. Dovrò restare lontana da casa ben 43 giorni e non è semplice. Anche perché non conosco praticamente nessuno. Sono l’unica italiana della squadra per giunta. Alla fine mi sono persuasa. Si tratta di qualcosa di incredibile. Dovrò allenarmi con i più grandi nuotatori e le più grandi nuotatrici del mondo. Sono emozionata».

Probabilmente ci sarà anche qualche valido motivo per il quale la «Sirenetta dei Due Mari» si trovi lì con loro…
Benedetta è fresca del record mondiale juniores sui 50 rana, i tecnici dell’Energy Team puntano sulla tarantina per accaparrarsi punti preziosi tanto nei classici 50 quanto nella gara all’australiana (rapida successione di gare in cui l’ultimo viene eliminato finché non rimane solo il vincitore).

A Budapest ci sarà la «bolla»: «Non si può uscire dalla struttura alberghiera se non per andare in piscina - dice la campionessa italiana - e questo per tanti giorni immagino sarà pesante. Per fortuna c’è la scuola! Eh già perché devo pensare anche a quello ed allora al mattino mi cimenterò nel seguire le lezioni a distanza e ciò aiuterà a variare le giornate».
D’Onghia non seguirà fisicamente la sua allieva ma sarà costantemente in contatto con il tecnico Stefano Nurra. «Dopo un giorno e mezzo di isolamento inizia gli allenamenti con Nurra a cui invierò tutti i giorni un programma. La seguirò a distanza attraverso Nurra che sarà il suo riferimento. Venerdì e sabato prenderà parte al primo dei dieci match della fase eliminatoria. Taranto farà il tifo per lei, impegnata con la squadra più forte al mondo. Ciò mi rende orgoglioso. Una grande opportunità che, per giunta, arriva in un periodo particolare. Lì gli atleti seguiranno un rigido protocollo medico e Benedetta potrà ulteriormente crescere in tutta sicurezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725