Venerdì 03 Aprile 2020 | 23:27

NEWS DALLA SEZIONE

La delusione dopo il rinvio
Olimpiadi Tokyo 2020, Montrone e Stano ai box: i giochi sogno rinviato

Olimpiadi Tokyo 2020, Montrone e Stano ai box: i giochi sogno rinviato

 
Atletica
Coronavirus, l'appello del biscegliese Eusebio Haliti: «Aiutiamo ad aiutarci»

Coronavirus, l'appello del biscegliese Eusebio Haliti: «Aiutiamo ad aiutarci»

 
dopo l'annuncio
Tokyo 2020, gli umori degli atleti pugliesi e lucani: «Rinvio giusto»

Tokyo 2020, gli umori degli atleti pugliesi e lucani: «Rinvio giusto»

 
Il messaggio
Bari, l'amore per la lotta non si ferma: il post del CUS è un inno allo sport

Bari, l'amore per la lotta non si ferma: il post del CUS è un inno allo sport

 
sport
Tuffi, la tappa di Polignano del Red Bull Cliff diving è rimandata al 2021

Tuffi, la tappa di Polignano del Red Bull Cliff diving è rimandata al 2021

 
l'emergenza
Arriva l'ufficialità: le Olimpiadi di Tokyo spostate al 2021

Arriva l'ufficialità: le Olimpiadi di Tokyo spostate al 2021

 
Tokyo 2020
Coronavirus, Molfetta: «Difendiamo gli atleti che sognano le Olimpiadi»

Coronavirus, Molfetta: «Difendiamo gli atleti che sognano le Olimpiadi»

 
Calcio
Parla Cinalli, urlo argentino «Potenza non mollare»

Parla Cinalli, urlo argentino «Potenza non mollare»

 
Emergenza coronavirus
Santeramo, ginnastica gratis online con Alessandra istruttrice fitness

Santeramo, ginnastica gratis online con Alessandra istruttrice fitness

 
Lo spot
Coronavirus: la Lega Serie A lancia la campagna #weareoneteam

Coronavirus: la Lega Serie A lancia la campagna #weareoneteam

 
Calcio serie D
#Iorestoacasa, l'invito del capitano della Fidelis Andria

#Iorestoacasa, l'invito del capitano della Fidelis Andria

 

Il Biancorosso

emergenza coronavirus
Bari calcio, video di ex giocatori biancorossi per aiutare chi ha bisogno

Bari calcio, video di ex giocatori biancorossi per aiutare chi ha bisogno

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa ricerca
Emergenza Covid 19, positivi gli studi fatti dall'Oncologico di Bari sui test rapidi

Emergenza Covid 19, positivi gli studi fatti dall'Oncologico di Bari sui test rapidi

 
BrindisiIl caso
Covid 19, rubano alimenti donati alla Caritas di Brindisi: ritrovati in poche ore

Covid 19, rubano alimenti donati alla Caritas di Brindisi: ritrovati in poche ore

 
MateraIl virus
Coronavirus, guarito il Prefetto di Matera: dimesso dall'ospedale

Coronavirus, guarito il Prefetto di Matera: dimesso dall'ospedale

 
FoggiaLo scatto virale
Carabiniere dona mascherina ad anziana in fila alla Posta nel Foggiano

Carabiniere dona mascherina ad anziana in fila alla Posta nel Foggiano

 
TarantoSolidarietà
Covid 19, Gdf consegna 10mila mascherine ad Asl Taranto

Covid 19, Gdf consegna 10mila mascherine ad Asl Taranto

 
LecceLa novità
Nel parco sboccia il Fiordaliso di Punta Pizzo

Gallipoli, nel parco sboccia il fiordaliso di «Punta Pizzo»

 
BatL'idea - consegna a domicilio
«Niente abbracci? Allora: Damm nu ves»

«Niente abbracci? Allora: Damm nu ves»

 

i più letti

record

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

Da Benedetta Pilato a Elena Di Liddo, passando dai paralimpici: ecco come la società continua a sfornare campioni

Netium Giovinazzo: ecco dove nascono le star del nuoto

È la squadra più forte del nuoto pugliese, la prima nella storia che ha «costruito» e vinto una medaglia internazionale con Elena Di Liddo (il bronzo agli Europei di Glasgow nel 2018 seguito qualche settimana fa dall’argento agli Europei in corta). In pratica è l’unica società di Puglia che ha nuotato da Catilina a Los Angeles (con Daniel Di Pierro). E ancora. È la sola che ha vinto un argento ai campionati Fisdir, la federazione italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali.

È stato un 2019 stellare per la «Netium Giovinazzo» che ha chiuso l’anno con il titolo regionale ai Campionati Assoluti invernali dopo aver vinto quelli estivi in lunga e prima ancora quelli primaverili. Un triplete che è soprattutto frutto di un sistema di lavoro che è diventato un modello. Lo dice il direttore sportivo Lorenc Felequi.

È a Giovinazzo dal 2008, prima ancora era all’Apulia Nuoto. Una vita al fianco di Raffaele Girardi, 26 anni sullo stesso bordo vasca. Manco a farlo apposta gli stessi anni che ha Elena Di Liddo, la punta di diamante di una piscina che è in realtà un vero e proprio centro polivalente: «Il nostro obiettivo primario è lo sviluppo della cultura dello sport in tutte le fasce d’età o meglio la diffusione di una cultura sportiva permanente prima che il raggiungimento di risultati agonistici – dice Felequi –. Il denominatore comune è il linguaggio, c’è un credo unico nella nostra società e la proprietà ha sempre condiviso i nostri progetti, supportandoci in tutte le idee e negli investimenti».

Oltre 3400 persone in struttura, 240 atleti fra nuoto, pallanuoto e triathlon e i 20 atleti della Gargano 2000, ragazzi disabili che si allenano a Giovinazzo e che hanno ottenuto grandi successi in tutta Italia con la ciliegina sulla torta rappresentata da Italo Oresta , argento ai Campionati Europei di Nuoto Fisdir.

Ma il segreto di questa qualità di numeri oltre che di quantità dove sta?
«È nella rete che abbiamo costruito – continua il direttore sportivo – nella continuità che abbiamo creato fra scuola nuoto ed agonismo, due settori che nella nostra società vanno in continuità, mentre spesso sono in contrapposizione. Credo sia questo a fare la differenza. Certo non si può vincere sempre, ma quello che conta è la costanza nel tempo. Lì si vede la sostanza».

Testa bassa insomma con grande umiltà e spirito di sacrificio per virare sempre verso traguardi più ambiziosi. La crescita nel triathlon e nella pallanuoto per esempio, che è tra gli obiettivi a breve termine. Per tuffarsi in un 2020 pieno di opportunità. Ci sono le Olimpiadi da raggiungere con Elena Di Liddo. È chiaro che è quello l’obiettivo massimo, ma il cassetto del sogno più bello è ancora chiuso, o meglio semiaperto. Lo si dice sussurrando, per una giusta scaramanzia.

Si può parlare di un effetto Di Liddo nella Netium? «Elena nasce da noi – dice Felequi – è chiaro che avere un talento aiuta i ragazzi a crederci e gli istruttori a imparare e migliorarsi. Lei da noi trova la serenità, noi da lei pendiamo l’impegno, il sacrificio, la determinazione».

Per il nuovo anno gli obiettivi sono: «Rinforzare il lavoro fatto finora, cercare di consolidare i risultati agonistici e proporci come una struttura all’avanguardia dal punto di vista sportivo, sociale e culturale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie