Giovedì 17 Gennaio 2019 | 08:05

NEWS DALLA SEZIONE

LA STORIA
Tscherkowo, l'inferno bianco degli italianila tragica ritirata descritta da chi c'era

Tscherkowo, l'inferno bianco degli italiani
la tragica ritirata descritta da chi c'era

 
ESERCITO
L'82° Reggimento fanteria "Torino"ricorda i caduti sul fronte russo

L'82° Reggimento fanteria "Torino"
ricorda i caduti sul fronte russo

 
L'ANALISI
"Sicurezza europea, coinvolgere la RussiaE nei Balcani Italia più protagonista"

"Sicurezza europea, coinvolgere la Russia
E nei Balcani Italia più protagonista"

 
ESERCITO
Con "ToroTen" si corre per beneficenzaBarletta, il 27 gennaio la gara più cool

Con "ToroTen" si corre per beneficenza
Barletta, il 27 gennaio la gara più cool

 
AFRICA
Mini tour di Conte in Niger e in CiadSono 92 i militari italiani a Niamey

Mini tour di Conte in Niger e in Ciad
Sono 92 i militari italiani a Niamey

 
IL PUNTO
Teheran verso arricchimento al 20 per centoRitiro Usa dalla Siria, le critiche di Riad

Teheran verso arricchimento al 20 per cento
Ritiro Usa dalla Siria, le critiche di Riad

 
L'INCHIESTA
Iraq, falde acquifere contaminatenel Paese dei fiumi Tigri e Eufrate

Iraq, falde acquifere contaminate
nel Paese dei fiumi Tigri e Eufrate

 
L'ANALISI
I combattenti eroi abbandonati con un tweetnessuno salverà i curdi al massacro

I combattenti eroi abbandonati con un tweet
nessuno salverà i curdi al massacro

 
DIFESA
Droni atomici subacqueila Marina russa ne avrà 32

Droni atomici subacquei
la Marina russa ne avrà 32

 
DIFESA
Arriva il primo sindacato con le stelletteSi comincia con l'Arma dei Carabinieri

Arriva il primo sindacato con le stellette
Si comincia con l'Arma dei Carabinieri

 
Siria, è iniziato il ritiro degli UsaConferma dal portavoce della Coalizione

Siria, è iniziato il ritiro degli Usa
Conferma dal portavoce della Coalizione

 

L'INCONTRO

Associazioni Combattentistiche e d'Arma
sono i custodi dei valori della Difesa

Confronto e riflessione col ministro Trenta alla riunione annuale

Associazioni Combattentistiche e d'Armasono i custodi dei valori della Difesa


 

“Il mondo dell’Associazionismo militare svolge da sempre il ruolo di autorevole custode dei valori e delle tradizioni dell’intero mondo della Difesa e di promotore della conoscenza della cultura della difesa presso la società civile”. Con queste parole il ministro Elisabetta Trenta si è rivolta alle associazioni Combattentistiche e d’Arma nel corso della riunione annuale che si è svolta al Centro Alti Studi della Difesa (CASD), alla quale ha partecipato anche il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli. A rappresentare le Associazioni, il presidente della Confederazione nazionale italiana tra le Associazioni Combattentistiche e Partigiane, Claudio Betti, ed il presidente del Consiglio nazionale permanente delle Associazioni d’Arma, generale Mario Buscemi. Un’occasione di confronto e riflessione sul valore dell’associazionismo militare che quest’anno ha assunto un significato ancora più rilevante. Le recenti celebrazioni del centenario della fine della prima guerra mondiale richiamano “l’altissimo sacrificio di tutti gli italiani e di tutti i nostri militari che pagarono con la vita il prezzo dell’indipendenza e dell’unificazione di un’Italia ancora giovane”.

“Il mondo dell’Associazionismo militare è il nostro legame diretto con quelle donne e quegli uomini” ha detto il ministro Trenta che nel suo intervento ha sottolineato il preziosissimo ruolo di raccordo svolto tra la società civile e il mondo militare “soprattutto in tempi come i nostri in cui confini tra civile e militare, interno ed esterno, conflitti armati e emergenze umanitarie risultano sempre meno chiari, meno statici e sempre più indefiniti”. Dal ministro è giunta la conferma della “piena vicinanza del Dicastero al mondo dell’Associazionismo militare, seppur nel quadro di quei grandi cambiamenti che ormai da anni stanno interessando il mondo della Difesa e che ci hanno orientato verso scelte difficili ma indispensabili per consentire alle Forze armate di continuare a svolgere i propri compiti con efficacia e credibilità, in Patria e all’estero”. Un processo di radicale trasformazione dello strumento militare che anche il mondo dell’Associazionismo militare è chiamato a sostenere. Le associazioni hanno ben sposato questi nuovi orientamenti, palesando un convinto spirito di adattamento manifestatosi con attività mirate, progetti aderenti alle indicazioni impartite e una rendicontazione sempre più rispondente ai criteri di riferimento. “Sono certa che in questo modo le associazioni sapranno rinnovarsi continuando ad onorare, con grande dignità, il loro prestigioso passato, potendo confidare – e mi sento di affermarlo con convinzione – sulla vicinanza del Dicastero”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400