Giovedì 06 Agosto 2020 | 22:35

NEWS DALLA SEZIONE

LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
LA CONDANNA
Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
INFRASTRUTTURE
Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

 
maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 
UNIVERSITÀ

Unibas, facoltà di Medicina: ora studiano gli aspiranti rettori

 
IL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 
Automobilismo
Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Call center, Cgil denuncia la Tim per interposizione manodopera

Call center, Cgil denuncia la Tim per interposizione manodopera

 
BatI fondi
Barletta, in arrivo 20 mln dal governo per il porto

Barletta, in arrivo 20 mln dal governo per il porto

 
Bari15° anniversario
Bari, Disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

Bari, disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 
LecceLa storia
Zorba, il gabbiano con le ali ai piedi è tornato a Porto Cesareo

Zorba, il gabbiano con le ali ai piedi è tornato a Porto Cesareo

 
PotenzaLA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
FoggiaLA PROTESTA
Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

 
BrindisiI DANNI
Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

 

i più letti

Potenza

Sicurezza in centro, comune
pensa a nuove 50 telecamere

Dopo i recenti furti l'amministrazione ha pronto un progetto per il potenziamento della videosorveglianza

Sicurezza in centro, comunepensa a nuove 50 telecamere

MASSIMO BRANCATI

Il recente furto notturno in agenzie assicurative del centro storico ripropone con forza il tema della sicurezza nel «cuore» di Potenza. Non solo ladri, ma anche vandali in un contesto che, soprattutto di sera inoltrata, diventa ricettacolo di degrado, maleducazione e attività illegali.

L’attivazione di un presidio fisso della Polizia locale, voluto dal sindaco Dario De Luca, evidentemente non basta a frenare azioni di inciviltà. Servirebbe un controllo più capillare, 24 ore su 24, attraverso il potenziamento del sistema di videosorveglianza. N’è consapevole lo stesso primo cittadino che annuncia un progetto da sottoporre al più presto al comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica: prevede l’installazione di una cinquantina di telecamere proprio nel centro storico. Occhi elettronici praticamente dappertutto con l’obiettivo di fungere da deterrente nei confronti di chi si comporta male. A cominciare dai ragazzi che, tra consumo di alcol e schiamazzi, disturbano la tranquillità dei residenti fino a tarda ora. La rete di telecamere necessita il via libera del prefetto e deve essere sottoposta a un’attenta valutazione che riguarda la garanzia della privacy. L’eventuale attivazione delle videocamere senza un imprimatur istituzionale non consentirebbe l’utilizzo di immagini come elemento probatorio in un quadro investigativo.

Attualmente il Comune gestisce con la polizia locale 18 telecamere, ma in tutta la città ce ne sono più di cento se consideriamo anche quelle coordinate dalla Polizia. «La videosorveglianza del centro storico per 24 ore e in maniera capillare rimane una priorità» sottolinea il sindaco De Luca che nei mesi scorsi ha disposto l’apertura di un presidio fisso della Polizia locale nella zona antica della città.

Più telecamere, insomma. L’importante, però, è che funzionino. L’attuale sistema di videosorveglianza comunale, lo ricordiamo, è stato per diverso tempo fuori uso a causa del malfunzionamento di un server che gestiva l’acquisizione e l’immagazzinamento delle immagini. Servivano soldi, nell’ordine di migliaia di euro, per ripristinare tutto, ma l’amministrazione comunale ci ha impiegato molti mesi per reperire i necessari fondi. Il tema degli occhi elettronici fuori uso era emerso in occasione di un’aggressione subita dai giocatori del Potenza al rientro al Viviani da una trasferta in cui avevano subito una sconfitta. Alcuni pseudo-tifosi li avevano attesi per poi salire sull’autobus e minacciarli. Per l’identificazione si cercò di acquisire le immagini della telecamera davanti allo stadio, ma si scoprì che non era funzionante.

La situazione è stata superata e ora il Comune, dicevamo, sta lavorando a un piano di espansione della rete di videosorveglianza senza però candidarlo, com’era stato annunciato nei mesi scorsi, ai finanziamenti del Por 2014/2020. Scelta burocratica che avrebbe determinato un allungamento dei tempi. «Si farà tutto con risorse nostre», sottolinea De Luca, consapevole di trovarsi di fronte a un’emergenza sicurezza nel centro storico da affrontare subito e bene. L’idea è di fare una copertura estesa, inclusi vicoli e anfratti, per tentare di evitare bullismo, vandalismi, danneggiamenti, vetri rotti e altri scempi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie