Martedì 28 Giugno 2022 | 05:56

In Puglia e Basilicata

mezzogiorno di focus

Il petrolio della Val d’Agri nelle mani di Eni fino al 2029

Centro Oli Val d'Agri a Viggiano

Ma nessun pozzo in più in Basilicata. Accordo per 160 milioni di metri cubi di gas

14 Giugno 2022

Massimo Brancati

POTENZA - È ufficiale: via libera al rinnovo della Concessione Eni per estrarre petrolio in Val d'Agri. Il ministero della Transizione Ecologica ha pubblicato sul Bollettino ufficiale degli idrocarburi il decreto che formalizza la prosecuzione delle attività del «cane a sei zampe» fino al 26 ottobre del 2029. Si tratta del decreto 81, firmato lo scorso 18 maggio, sulla base dell’intesa siglata dal Presidente della Regione Basilicata Vito Bardi il 25 ottobre del 2021. Non ci saranno nuove perforazioni, anche perché la superficie interessata dall’attività petrolifera è la stessa del precedente accordo. Previsto il rispetto dei vincoli stringenti dell'ultimo Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee e...

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO SULLA NOSTRA DIGITAL EDITION

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725