Giovedì 18 Agosto 2022 | 15:40

In Puglia e Basilicata

La richiesta

Potenza, distretto petrolifero Val d’Agri sindacati: «Bardi convochi subito tavolo»

Petrolio in Val d'Agri «più decessi e più malati»

Nota congiunta dei segretari regionali di Cgil Cisl Uil, Angelo Summa, Enrico Gambardella e Vincenzo Tortorelli

10 Luglio 2020

Redazione online

POTENZA - «Bardi e Cupparo convochino subito il tavolo della trasparenza o la Val d’Agri diventerà una polveriera sociale». E’ quanto chiedono in una nota congiunta i segretari regionali di Cgil Cisl Uil, Angelo Summa, Enrico Gambardella e Vincenzo Tortorelli in riferimento alla «situazione che si sta determinando nel distretto petrolifero della Val d’Agri».

«Troviamo sorprendente - hanno aggiunto - che si valutino in modo positivo soluzioni provvisorie e pasticciate che risolvono i problemi solo 'temporaneamentè e che nella pratica eludono sia le norme e le prassi consolidate sia i luoghi e i modi per affrontare i problemi».

Per i tre segretari inoltre «la fiammata che si è verificata oggi al centro olio di Viggiano, rappresenta l'ennesimo monito: si convochi con immediatezza il tavolo della trasparenza e si pretenda da Eni il rispetto per la salute dei lucani e per la tutela dell’ambiente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725