Sabato 28 Marzo 2020 | 16:36

NEWS DALLA SEZIONE

il bollettino
Coronavirus Basilicata: altri 29 casi nelle ultime 24 ore, 170 positivi totali

Coronavirus Basilicata: altri 29 casi nelle ultime 24 ore, 170 positivi totali

 
regione basilicata
Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

 
emergenza coronavirus
Potenza, da domani test per dipendenti San Carlo

Potenza, da domani test per dipendenti San Carlo

 
Emergenza
Coronavirus, con «Un iPad per un ciao»: i nonni nelle case di riposo lucane chiamano i loro cari

Coronavirus, con «Un iPad per un ciao»: i nonni nelle case di riposo lucane chiamano i loro cari

 
Il caso
Aggredisce agenti Polfer e distrugge sala d'attesa in stazione, arrestato a Potenza

Aggredisce agenti Polfer e distrugge sala d'attesa in stazione, arrestato a Potenza

 
il bollettino
Coronavirus Basilicata: 18 nuovi contagi in 24 ore, 144 in totale

Coronavirus Basilicata: 18 nuovi contagi in 24 ore, 144 in totale. Terza vittima: era ricoverata al San Carlo

 
emergenza coronavirus
Basilicata, una «social card» per i non abbienti

Basilicata, una «social card» per i non abbienti. Per i sindacati occorre un confronto

 
solidarietà
Basilicata, «Scacco matto al coronavirus» raccolti quasi 1 milione di euro dalla Regione

Basilicata, «Scacco matto al coronavirus» raccolto quasi 1 milione di euro dalla Regione

 
il bollettino
Basilicata: 21 nuovi casi nelle ultime 24 ore, salgono a 127 i contagi da Coronavirus

Basilicata: 21 nuovi casi nelle ultime 24 ore, salgono a 127 i contagi da Coronavirus. Seconda vittima a Potenza

 
sanità
Coronavirus, nel Potentino riapre area critica ospedale Villa D'Agri

Coronavirus, nel Potentino riapre area critica ospedale Villa D'Agri

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoemergenza coronavirus
Mittal Taranto, si valuta riduzione numero operai

Mittal Taranto, si valuta riduzione numero operai

 
Foggial'allarme
Coronavirus, a Foggia muore operatore del 118: aveva 48 anni

Coronavirus, a Foggia muore operatore del 118: aveva 48 anni

 
Homeemergenza coronavirus
Bari, volantini-truffaldini affissi nei portoni

Bari, volantini-truffaldini affissi nei portoni

 
Leccel'emergenza
Coronavirus: bloccato in Montenegro, panettiere salentino torna a casa

Coronavirus: bloccato in Montenegro, panettiere salentino torna a casa

 
Potenzail bollettino
Coronavirus Basilicata: altri 29 casi nelle ultime 24 ore, 170 positivi totali

Coronavirus Basilicata: altri 29 casi nelle ultime 24 ore, 170 positivi totali

 
Potenzaregione basilicata
Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

 
Batemergenza coronavirus
Bat, attivati i droni per il controllo dall'alto anti-assembramenti

Bat, attivati i droni per il controllo dall'alto anti-assembramenti

 
Brindisia cerano
Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: circa 30 egiziani, tutti con le mascherine

Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: 44 egiziani e iracheni, minorenni, tutti con le mascherine

 

nel Potentino

Melfi, Fca pronta a ripartire dal 6 aprile, ma solo per una linea in fase di lancio

L'ipotesi dell'azienda interesserebbe solo una parte dei lavoratori

fiat fca Sata melfi

Lo stabilimento Fca di Melfi

La Fca di Melfi potrebbe riprendere le attività il prossimo 6 aprile, ma limitatamente alle produzioni della Jeep Compass, in fase di lancio e che interessa solo una parte dei lavoratori già formati per il nuovo modello. Queste, le intenzioni dell’azienda comunicate ieri, in una videoconferenza, ai rappresentanti di Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil, Fismic, Ugl Metalmeccanici e Aqcf (il sindacato di quadri e impiegati). La ripresa delle attività produttive, quindi «non è più prevista per il 30 marzo», come comunicato alle organizzazioni di categoria prima della richiesta di cassa integrazione fino al 13 maggio presentata al governo nazionale per l’emergenza legata al Covid-19.

«In relazione ai decreti attualmente in vigore, nelle ipotesi di lavoro che si stanno vagliando, la ripresa potrebbe avvenire il giorno 6 aprile ma solo in modo parziale e legata al modello Compass (subordinata al quadro sanitario e normativo)», fanno sapere i sindacati. «Ad oggi l’unica certezza, visto il decreto del presidente del Consiglio - continuano le organizzazioni - è che il blocco è fino al 3 aprile. La Fca riconvocherà una riunione in call conference per discutere l’evolversi della situazione». Il quadro, quindi, è il seguente: le attività produttive della Fca di Melfi resteranno ferme - per quanto riguarda i modelli Jeep Renegade e 500 X - anche oltre il 6 aprile, per un periodo che dipenderà dall’evolversi dell’emergenza legata al Coronavirus e che sarà coperto finanziariamente con gli ammortizzatori sociali fino al 13 maggio.

Non è esclusa, naturalmente, un’anticipazione della ripresa delle produzioni qualora l’emergenza Covid-19 dovesse attenuarsi o addirittura rientrare. L’azienda, allo stesso tempo, conta di poter procedere all’inizio del prossimo mese, almeno con la realizzazione della Jeep Compass, dopo aver messo in sicurezza e sanificato gli impianti. «Seguendo le linee guida fornite dal governo italiano lo scorso fine settimana e tenendo conto di tutte le azioni di sicurezza e prevenzione che stiamo continuando a sviluppare nei confronti dei lavoratori di tutte le strutture nazionali e internazionali - fa sapere l’azienda - confermiamo la riapertura il 6 aprile degli impianti Sevel e Melfi (solo la linea della Compass) insieme alle attività della 500 Bev. La riapertura di tutti i nostri siti produttivi di veicoli in Emea sarà confermata in base all’evoluzione delle condizioni generali». Se la situazione dovesse migliorare, dunque, Fca si dice «pronta a riavviare la produzione in qualsiasi momento secondo le linee guida del governo locale». La possibilità di riaprire lo stabilimento, in realtà, non convince del tutto i lavoratori di Melfi, soprattutto fra quelli (circa duecento) che sarebbero assegnati alla nuova linea. I sindacati, infine, ci spiegano che «nel caso dovessero riprendere le attività, possibilità che l’azienda si riserva di verificare nei prossimi giorni, opererebbero in parte anche le aziende dell’indotto industriale che forniscono componenti per la Jeep Compass».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie