Domenica 16 Giugno 2019 | 04:41

NEWS DALLA SEZIONE

Dal 23 al 27/7
Richard Gere in Basilicata: superospite alle Giornate di Maratea

Richard Gere in Basilicata: superospite alle Giornate di Maratea

 
Palazzo città
Potenza, Guarente: «La nostra vittoria spazza via il vecchio sistema»

Potenza, Guarente: «La nostra vittoria spazza via il vecchio sistema»

 
L'elezione
Angelo Oliveto nuovo presidente Assostampa Basilicata

Angelo Oliveto nuovo presidente Assostampa Basilicata

 
Il processo
Potenza, faceva prostituire minori: condannato a 7 anni

Potenza, faceva prostituire minori: condannato a 7 anni

 
Nel Potentino
Balvano, cade dal tetto che sta riparando: muore operaio 52enne

Balvano, cade dal tetto che sta riparando: muore operaio 52enne

 
La protesta
Nemoli, strade dissestate: provincia vieta transito mezzi a due ruote

Nemoli, strade dissestate: provincia vieta transito mezzi a due ruote

 
Il caso
Melfi, viola l'obbligo di soggiorno per andare al mare: arrestato

Melfi, viola l'obbligo di soggiorno per andare al mare: arrestato

 
Il caso
Potenza, imprenditore evade il fisco: sequestro beni per 5 mln

Potenza, imprenditore evade il fisco: sequestro beni per 5 mln

 
L'operazione dei cc
Rifiuti, due aree abusive sequestrate dal Noe a Potenza

Rifiuti, due aree abusive sequestrate dal Noe a Potenza

 
Parità di genere
Paesi lucani in cerca di assessori donna: parte il bando

Paesi lucani in cerca di assessori donna: parte il bando

 
Costi della politica
Reperibilità e disagi negli orari: Bardi aumenta stipendio a segretari

Reperibilità e disagi negli orari: Bardi aumenta stipendio a segretari

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il Monopoli sulle tracce di Barretoriparte dalla Puglia l'avventura ?

Il Monopoli sulle tracce di Barreto, riparte dalla Puglia l'avventura ?

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa tragedia
Fragagnano, a centinaia ai funerali del pompiere morto

Fragagnano, a centinaia ai funerali del pompiere morto

 
BariIl progetto
Bari, Goldman Sachs investe nella musica lirica per aiutare ragazzi a rischio

Bari, Goldman Sachs investe nella musica lirica per aiutare ragazzi a rischio

 
NewsweekDal 23 al 27/7
Richard Gere in Basilicata: superospite alle Giornate di Maratea

Richard Gere in Basilicata: superospite alle Giornate di Maratea

 
HomeL'evento a S. Giovanni Rotondo
S. Giovanni Rotondo, al raduno della Protezione civile la più piccola volontaria d'Italia

Raduno nazionale Protezione civile, ecco la più piccola volontaria d'Italia: è pugliese

 
BrindisiAlla Bcc di Locorotondo
Cisternino, assaltano un bancomat ma i carabinieri li mettono in fuga

Cisternino, assaltano un bancomat ma i carabinieri li mettono in fuga

 
BatIl ritrovamento
San Ferdinando, Nascondeva nel box un fucile: arrestato incensurato

San Ferdinando, nascondeva nel box un fucile: arrestato incensurato

 
MateraL'iniziativa
Matera, un bonus per l'e-bike: in centinaia in fila al Comune

Matera, un bonus per l'e-bike: in centinaia in fila al Comune

 

i più letti

No all'archiviazione

Tempa rossa, il mistero del suicidio dell'ex generale: riaperto il caso

Guido Conti si sarebbe ucciso con un colpo di pistola alla tempia a soli 17 giorni all'assunzione

Tempa rossa, il mistero del suicidio dell'ex generale: riaperto il caso

Un caso che la Procura aveva chiuso come suicidio dopo un anno di indagini adesso potrebbe riaprirsi con nuovi retroscena quanto meno inspiegabili e inquietanti. Il gip di Sulmona, Marco Billi ha, infatti, deciso di non accogliere la richiesta del pm Aura Scarsella di archiviare l’indagine sul misterioso suicidio dell’ex generale della Forestale Guido Conti avvenuto il 17 novembre del 2017. Sulla vicenda, lo ricordiamo, il segretario regionale dei Radicali, Maurizio Bolognetti, che da sempre denuncia l’inquinamento della zona che gravita attorno all’orbita di Tempa Rossa, ha presentato un esposto in Procura.
Conti, 58 anni, si era congedato dalla Forestale ed era stato assunto dalla Total per occuparsi della sicurezza anche di Tempa Rossa, a Corleto Perticara.

Aveva preso servizio il primo novembre del 2017 ed era stato in Basilicata fino al 15 quando era rientrato in Abruzzo, annunciando di aver preso la decisione di dimettersi. Due giorni dopo, il 17 novembre, era stato trovato senza vita nelle campagne di Pacentro, in provincia dell’Aquila. Il militare si sarebbe ucciso con un colpo alla tempia esploso con una pistola calibro 9, a poca distanza dall’auto (una Smart) con cui era arrivato alle pendici del monte Morrone. La Procura di Sulmona aveva aperto un’inchiesta, ma non erano emersi indizi sufficienti a supporto del reato ipotizzato, vale a dire l’istigazione al suicidio.

Da qui la richiesta di archiviazione presentata il 20 novembre dell’anno scorso, che ora non è stata accolta dal gip. Il gip ha scelto di fissare un’udienza di discussione tra le parti a cui ha notificato la convocazione per l’11 luglio. A seguito dell’udienza il gip potrebbe poi accogliere l’archiviazione o respingerla definitivamente e ordinare alla Procura di approfondire le indagini. La decisione del gip segue l’opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata il 12 dicembre scorso dal difensori dei familiari di Conti, l’avvocato Alessandro Margiotta. in particolare, i familiari non hanno mai creduto al suicidio del loro congiunto. Sono 7 i punti contenuti nell’atto di opposizione alla richiesta di archiviazione, a cominciare dalla posizione in cui è stato trovato il corpo del generale, ovvero se sia compatibile con la tesi del suicidio, visto che nella perizia del medico legale, dicono i familiari, non vi sarebbe alcuna disamina su questo punto.

Anche il profilo psicologico di Conti, a dire sempre dei familiari, sarebbe poco compatibile con quello di una persona incline al suicidio. Così come, secondo la famiglia, gli inquirenti non avrebbero sufficientemente approfondito la serie di telefonate fatte da Conti nei giorni precedenti la sua decisione di togliersi la vita e le lamentele confessate ad alcuni amici nelle quali il generale si rammaricava di essere stato lasciato solo dai suoi ex colleghi in divisa. Secondo i familiari, però, i suoi rapporti con gli amici in divisa non sono l’unica chiave di volta del caso.

Oltre a questo ci sarebbe la Porsche Cayenne di colore bianco notata da un testimone nelle vicinanze del luogo dove il 17 novembre fu trovato il cadavere di Conti, tra le 17. 30 e le 17.40 (la morte del generale sarebbe avvenuta tra le 17 e le 19). Inoltre, sempre secondo i familiari, il lavoro degli investigatori non avrebbe permesso di identificare chi era l’interlocutore con il quale lunedì 13 novembre 2017 Conti parlava a telefono in maniera agitata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400