Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 12:31

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Covid 19 in Basilicata, i dati ospedalieri lucani sotto la soglia d'allerta

Covid 19 in Basilicata, i dati ospedalieri lucani sotto la soglia d'allerta

 
emergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
L'appello
Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

 
Il bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 60 nuovi positivi e 4 decessi

Coronavirus in Basilicata, 60 nuovi positivi e 4 decessi

 
Il caso
Petrolio in Basilicata, timori per la fiammata: la seconda in 10 giorni

Petrolio in Basilicata, timori per la fiammata: la seconda in 10 giorni

 
In via Vaccaro
Potenza, frana una collinetta per colpa del maltempo: traffico in tilt

Potenza, frana una collinetta per colpa del maltempo: traffico in tilt

 
Il personaggio
Una potentina prima segretaria all’Ambasciata di Pechino

Una potentina prima segretaria all’Ambasciata di Pechino

 
La novità
Basilicata, il boom dei «Nutella Biscuits: Ferrero investe su Balvano

Basilicata, il boom dei «Nutella Biscuits: Ferrero investe su Balvano

 
maltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
L'emergenza
Potenza, ripresa scuola: «Rielaborare trasporto pubblico»

Potenza, ripresa scuola: «Rielaborare trasporto pubblico»

 
Nel lagonegrese
In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Foggia, picchiano proprietario di casa: arrestati 2 stranieri

Foggia, picchiano proprietario di casa: arrestati 2 stranieri

 
BariLotta al virus
Covid 19, i vaccini in arrivo in Puglia: scortati dalla Polizia

Covid 19, i vaccini in arrivo in Puglia: scortati dalla Polizia

 
BatIl polivalente sociale
Barletta, ecco che nasce «l’Angioletto»: il centro per i disabili

Barletta, ecco che nasce «l’Angioletto»: il centro per i disabili

 
PotenzaIl virus
Covid 19 in Basilicata, i dati ospedalieri lucani sotto la soglia d'allerta

Covid 19 in Basilicata, i dati ospedalieri lucani sotto la soglia d'allerta

 
Cinema e SpettacoliSHOAH
Giornata della Memoria, l’orrore dei lager rivive nel video inedito della Springer

Giornata della Memoria, l’orrore dei lager rivive nel video inedito della Springer

 
LecceSangue amaro
Rifiuti, sgominato traffico illecito anche a Lecce e Oria: 7 arresti

Rifiuti, sgominato traffico illecito anche a Lecce e Oria: 7 arresti

 
BrindisiIl caso
Brindisi, prende padellata in testa dalla compagna: scatena un putiferio al Perrino

Brindisi, prende padellata in testa dalla compagna: scatena un putiferio al Perrino

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

regione

Sanità: «I manager
rendano i soldi»

La Regione rivuole indietro oltre 3 milioni di euro dai direttori di Asp, Asm e ospedali

Sanità: «I manager rendano i soldi»

di Antonella Inciso

Spicciolo più, spicciolo meno sul piatto ci sono 3 milioni e 200mila euro. È la cifra che la Regione ha chiesto indietro ai manager della sanità lucana in carica dal 2008 in poi. Soldi che sarebbero stati ottenuti applicando erroneamente la legge regionale 2006 sugli stipendi. Il caso era stato sollevato dai giudici della Corte dei Conti ed ora si è concretizzato in una delibera con cui il Dipartimento Sanità ha, ufficialmente, chiesto al personale interessato la restituzione delle somme indebitamente percepite.

In particolare, la richiesta è stata notificata, nei giorni scorsi, alle direzioni aziendali di Aziende sanitarie di Potenza e Matera, dell’ospedale «San Carlo» del capoluogo e dell’Istituto di ricovero e cura Crob di Rionero. Circa una cinquantina le persone che sono interessate dal provvedimento che riguarda non solo i direttori generali in carica dal 2008 in poi in tutte le Asp lucane (che erano cinque e negli anni sono diventate tre) ma anche i direttori sanitari ed i direttori amministrativi. Oltre ai componenti dei collegi sindacali delle diverse strutture. Varie a seconda dell’incarico le cifre da restituire che passano dai circa 10mila euro l’anno per tutti i componenti del collegio sindacale ai poco più di 22mila euro l’anno di vertici amministrativi e sanitari ai 30mila euro percepiti annualmente dai direttori generali.

Insomma, calcoli alla mano, quadruplicate per le strutture sanitarie interessate si tratta di circa 320mila euro l’anno mo. Somma che moltiplicata per i dieci anni su cui si spalma il provvedimento diventano 3 milioni e 200mila. Alla base del provvedimento della Regione la contestazione dei giudici della Corte dei Conti nella relazione di parifica al bilancio 2016. In particolare, secondo i giudici contabili, parte delle somme legate agli stipendi sono state percepite indebitamente applicando erroneamente una legge regionale del 2006. Di qui, la stretta ed il relativo provvedimento regionale che, naturalmente, potrà essere impugnato dai manager interessati ma che di fatto - se confermato - solleverà un caso a livello nazionale considerato che l’interpretazione della norma toccherebbe tutte le regioni italiane.

La Basilicata, dunque, rischia di fare scuola in questa materia (nonostante dal 2001 sia stato fissato un tetto massimo agli stipendi dei manager della sanità che arriva a poco più di 150mila euro) e di aprire un fronte ampio. Ma questo lo si capirà nelle prossime settimane. Ora, dopo il caso delle indennità delle guardie mediche, dopo la vicenda delle indennità dei medici del 118 la nuova scure sui conti tocca i manager delle aziende sanitarie lucane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie