Sabato 23 Marzo 2019 | 19:37

NEWS DALLA SEZIONE

Verso il voto
Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

 
Energia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
La foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Fondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
Regionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
Le previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 
Verso le elezioni
Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

 
I fatti tra il 2017 e il 2018
Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

 
Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Bari, le scelte di mister Cornacchini"Palmese difesa forte e ben organizzata"

Bari, le scelte di mister Cornacchini
"Palmese difesa forte e ben organizzata"

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso il voto
Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

 
BariPer i 4mila aventi diritto
Bari, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà con il «bonus bollette»

Bari, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà con il «bonus bollette»

 
HomeA Roma
Operai del siderurgico in marcia per il clima: «Taranto senza Ilva»

Operai del siderurgico in marcia per il clima: «Taranto senza Ilva»

 
FoggiaMaltrattamenti in famiglia
Foggia, picchiava la moglie e le chiedeva soldi per divertirsi al bar: arrestato 34enne

Foggia, picchiava la moglie e le chiedeva soldi per divertirsi al bar: arrestato 34enne

 
LecceNel Basso salento
Incidente tra Casarano e Ugento: giovane motociclista perde la vita

Incidente tra Casarano e Ugento:
giovane motociclista perde la vita

 
GdM.TVTraffico in tilt
Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

 
BrindisiGuidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
BatParla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 

IL caso Mangiacapra

Scandalo preti gay, sospeso
altro sacerdote in Basilicata

Il provvedimento riguarda un parroco che faceva parte della diocesi di Tricarico. In precedenza era stato allontanato un sacerdote della diocesi di Tursi–Lagonegro

Scandalo preti gay, sospesoaltro sacerdote in Basilicata

Foto d'archivio

PINO PERCIANTE

Seconda sospensione in seguito al dossier dell’avvocato campano Francesco Mangiacapra su una presunta rete di preti gay. Il provvedimento riguarda un parroco che faceva parte della diocesi di Tricarico. In precedenza era stato sospeso, per analoghi motivi, un sacerdote della diocesi di Tursi–Lagonegro, tra le diocesi più coinvolte, secondo Mangiacapra, nello scandalo degli incontri omosessuali tra sacerdoti. Nelle 1.300 pagine del dossier, l’avvocato campano (che non ha mai nascosto il mestiere di gigolò) ha schedato una sessantina tra sacerdoti e seminaristi che sarebbero colpevoli di comportamenti molto poco consoni alla vita ecclesiastica. Sia il vescovo di Tricarico, Giovanni Intini, che quello di Tursi–Lagonegro, Vincenzo Orofino, tengono a sottolineare che i due sacerdoti «sono stati sospesi in maniera cautelativa, in attesa delle conclusioni del processo canonico che è già stato avviato».

Si conta di chiudere il processo entro la fine del prossimo mese di maggio. Entrambi i preti ora vivono in una comunità monastica fuori dalla Basilicata, disponibili a farsi interrogare dal tribunale ecclesiastico. Quando un sacerdote viene sospeso in maniera cautelativa significa che non può più confessare, predicare e celebrare messa in pubblico, ma solo in privato. È la fase preliminare del processo canonico, al termine del quale, se riconosciuto colpevole il sacerdote viene colpito da sospensione «a divinis». La locuzione latina a divinis letteralmente significa dai ministeri divini. Il prete sospeso «a divinis» non ha più la facoltà di celebrare messa o confessare i fedeli. Dietro il dossier di Mangiacapra spunta anche l’ipotesi di una vendetta di una persona che aveva contatti con le chiese locali della Basilicata meridionale che di fronte ad atteggiamenti di chiusura avrebbe deciso di vuotare il sacco. Questa persona non era ancora entrata in seminario ma stava facendo l’anno propedeutico. A quanto pare, faceva parte della diocesi di Tursi-Lagonegro.

Il prete della diocesi di Tricarico che è stato sospeso svolgeva la funzione di parroco in una paese della zona sud, dove era noto non solo per il suo particolare attivismo. Agli abitanti, infatti, non erano sfuggite alcune sue curiose abitudini. Nessuno, però, immaginava quello che poi è successo. Un dossier pesante, in tutti i sensi, quello di Mangiacapra. E le varie curie chiamate in causa non hanno potuto voltare la testa. Sotto accusa una sessantina di religiosi per i loro incontri omosessuali. Una tempesta che - se al momento non sembra riservare profili penali, perché tra adulti consenzienti - esplode nel corpo della Chiesa. Soprattutto meridionale. Oltre 1.300 pagine sugli incontri hot. Un racconto chiaro e dettagliato: nomi e cognomi di religiosi, con screenshot di conversazioni, i messaggi tra una messa o un funerale da celebrare. E alla Gazzetta Mangiacapra spiega: «Spero che il clero sappia fare pulizia al suo interno. Io pongo una questione di autodeterminazione e chiarezza: l'ipocrisia che c'è è insopportabile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400